HomeNotiziePane e solidarietà
8xmille

Pane e solidarietà

050713-064

Sono stati resi noti i dati relativi alla riunione del Comitato per gli interventi caritativi a favore del Terzo Mondo tenutasi venerdì 28 e sabato 29 settembre a Roma, presso la sede CEI di via Aurelia 468. Sono stati approvati 124 progetti, per i quali saranno stanziati € 19.769.144 così suddivisi: € 8.053.378 per 67 progetti in Africa; € 3.770.175 per 20 progetti in America Latina; € 5.357.080 per 30 progetti in Asia; € 2.221.907 per 6 progetti in Medio Oriente; ed € 366.604  per 1 progetto in Est Europa.

Tra i progetti più significativi tre sono in Africa. Il primo, in Benin, per la costruzione e l’allestimento di un panificio-pasticceria a Kandi Fo, nella Diocesi di Kandi. L’obiettivo è quello di far fronte alla crisi alimentare di cui la popolazione locale è vittima (più del 75% soffre la fame) e di assicurare, con gli introiti del panificio, l’educazione dei bambini, senza distinzione di sesso e di religione. Un secondo progetto è in Madagascar (nella foto una ragazza malgascia), per la costruzione di una struttura di accoglienza, cura e riabilitazione per i bambini malati di piedi torti. Sarà un edificio gestito dalle Suore Trinitarie e destinato alla preparazione dei piccoli malati ad un intervento chirurgico e alla conseguente riabilitazione. Il terzo progetto sarà realizzato in Uganda, per il rafforzamento della qualità dei servizi materno-infantili e nutrizionali presso l’Ospedale S. Kizito di Matany. Nei primi mille giorni dal parto, periodo fondamentale per prevenire malattie e problemi nutrizionali ai bambini e alle mamme, il progetto si prefigge di garantire un buon livello igienico sanitario agli utenti. È prevista anche la realizzazione di un inceneritore per lo smaltimento dei rifiuti biomedici e sanitari, l’incremento delle competenze del personale sanitario, il miglioramento del sistema di ambulanze e della strumentazione ordinaria per la gestione delle emergenze ostetriche. Tra i progetti più interessanti anche due che saranno realizzati in India. Il primo, nella Diocesi di Cochin, finanzia una serie di attività per il recupero e la ristrutturazione dei villaggi distrutti dal ciclone Ockhi. Il secondo progetto è per la costruzione, su un terreno messo a disposizione dalla diocesi, di un Centro per la pace a Dimapur, nel nord-est Nagaland, in una regione colpita negli ultimi decenni da conflitti e violenze di ogni genere. Saranno realizzati, tra le altre attività previste, anche corsi di laurea e post-laurea in giornalismo e diritti umani. Segnaliamo ancora due progetti che saranno realizzati in America Latina, precisamente in Brasile e a Cuba. Il primo, proposto dall’Obra Social Nossa Senhora da Gloria, si propone di avviare, recuperando una struttura pre-esistente, una comunità terapeutica per persone in situazioni di vulnerabilità a causa dell’alcol e della droga. Nell’isola caraibica, infine, su un terreno fornito dalla diocesi de L’Avana, saranno realizzate attività formative ed educative promosse dalla Parrocchia Nostra Signora di Monserrate, a beneficio delle fasce di popolazione più svantaggiate.

Dall’inizio del 2018 ad oggi sono stati approvati 707 progetti per un valore complessivo di € 103.752.348.

05 ottobre 2018

Agenda »

Sabato 15 Dicembre 2018
LUN 10
MAR 11
MER 12
GIO 13
VEN 14
SAB 15
DOM 16
LUN 17
MAR 18
MER 19
GIO 20
VEN 21
SAB 22
DOM 23
LUN 24
MAR 25
MER 26
GIO 27
VEN 28
SAB 29
DOM 30
LUN 31
MAR 01
MER 02
GIO 03
VEN 04
SAB 05
DOM 06
LUN 07
MAR 08
Il nuovo organismo dell´UCN è affidato al coordinamento di don Salvatore Soreca e don Giorgio Bezze. e ha come membri  il Prof. Michele Aglieri, Sr. Giancarla Barbon, Dott.ssa Katia Bolelli, Dott.ssa Anna Teresa Borrelli, don Andrea Cavallini, don Luigi Donati Fogliazza, don Maurizio Mirai, Prof. Don Ubaldo Montisci, P. Rinaldo Paganelli e Dott.ssa Avv. Angela Pesce.Fra i suoi obiettivi:a) proseguire il monitoraggio delle principali iniziative italiane in campo formativo, anche mediante l’utilizzo e l’arricchimento del portale www.formazionecatechisti.it;b) sostenere le realtà diocesane e associative con la stesura e la pubblicazione di un Vademecum per la formazione che recepisca gli studi più aggiornati in materia, nonché la disponibilità a interventi sul territorio per rileggere l’impostazione delle prassi formative;c) proporre nell’autunno 2019 una sessione di formazione rivolta ai direttori UCD e ai referenti formativi delle diocesi, delle regioni e delle realtà associative, con particolare attenzione a quegli ambiti in cui non è già attiva un’esperienza analoga (p. es.: i rapporti tra catechesi e altre azioni ecclesiali, la costruzione di un itinerario; le resistenze consce o inconsce alla formazione; i nuovi scenari della formazione degli adulti);d) formulare proposte circa la costituzione di un Settore UCN stabile dedicato alla formazione.