HomeLiturgia delle Ore
domenica 16 dicembre 2018

Primi Vespri

III DOMENICA DI AVVENTO - III SETTIMANA DEL SALTERIO
Grandezza Testo A A A
V.
O Dio, vieni a salvarmi

R.
Signore, vieni presto in mio aiuto.
Gloria al Padre e al Figlio
   e allo Spirito Santo.
Come era nel principio, e ora e sempre
   nei secoli dei secoli. Amen. Alleluia.
INNO
Creatore degli astri,
Verbo eterno del Padre,
la Chiesa a te consacra
il suo canto di lode.
Cielo e terra si prostrano
dinanzi a te, Signore;
tutte le creature
adorano il tuo nome.
Per redimere il mondo,
travolto dal peccato,
nascesti dalla Vergine,
salisti sulla croce.
Nell’avvento glorioso,
alla fine dei tempi,
ci salvi dal nemico
la tua misericordia.
A te gloria, Signore,
nato da Maria vergine,
al Padre ed allo Spirito
nei secoli sia lode. Amen.
Oppure:
 
Cónditor alme síderum,
ætérna lux credéntium,
Christe, redémptor ómnium,
exáudi preces súpplicum.
Qui cóndolens intéritu
mortis períre sǽculum,
salvásti mundum lánguidum,
donans reis remédium.
Vergénte mundi véspere,
uti sponsus de thálamo,
egréssus honestíssima
Vírginis matris cláusula.
Cuius forti poténtiæ
genu curvántur ómnia;
cæléstia, terréstria
nutu faténtur súbdita.
Te, Sancte, fide quǽsumus,
ventúre iudex sǽculi,
consérva nos in témpore
hostis a telo pérfidi.
Sit, Christe, rex piíssime,
tibi Patríque glória
cum Spíritu Paráclito,
in sempitérna sǽcula. Amen.
1 ant.
Canta di gioia, Gerusalemme:
           viene a te il Salvatore, alleluia.
SALMO 112    Lodate il nome del Signore

Ha rovesciato i potenti dai troni, ha innalzato gli umili
(Lc 1, 52).
Lodate, servi del Signore, *
   lodate il nome del Signore.
Sia benedetto il nome del Signore, *
   ora e sempre.
Dal sorgere del sole al suo tramonto *
   sia lodato il nome del Signore.
Su tutti i popoli eccelso è il Signore, *
   più alta dei cieli è la sua gloria.
Chi è pari al Signore nostro Dio che siede nell'alto *
   e si china a guardare nei cieli e sulla terra?
Solleva l'indigente dalla polvere, *
   dall'immondizia rialza il povero,
per farlo sedere tra i principi, *
   tra i principi del suo popolo.
Fa abitare la sterile nella sua casa *
   quale madre gioiosa di figli.
1 ant.
Canta di gioia, Gerusalemme:
           viene a te il Salvatore, alleluia.
2 ant.
Io, il Signore, mi avvicino:
           la mia giustizia non è più lontana,
           la mia salvezza non tarderà.
SALMO 115   Rendimento di grazie nel tempio
Per mezzo di lui (Cristo) offriamo continuamente un
sacrificio di lode a Dio
(Eb 13, 15).
Ho creduto anche quando dicevo: *
   «Sono troppo infelice».
Ho detto con sgomento: *
   «Ogni uomo è inganno».
Che cosa renderò al Signore *
   per quanto mi ha dato?
Alzerò il calice della salvezza *
   e invocherò il nome del Signore.
Adempirò i miei voti al Signore, *
   davanti a tutto il suo popolo.
Preziosa agli occhi del Signore *
   è la morte dei suoi fedeli.
Sì, io sono il tuo servo, Signore, †
   io sono tuo servo, figlio della tua ancella; *
   hai spezzato le mie catene.
A te offrirò sacrifici di lode *
   e invocherò il nome del Signore.
Adempirò i miei voti al Signore *
   davanti a tutto il suo popolo,
negli atri della casa del Signore, *
   in mezzo a te, Gerusalemme.
2 ant.
Io, il Signore, mi avvicino:
           la mia giustizia non è più lontana,
           la mia salvezza non tarderà.
3 ant.
Manda, Signore, l’Agnello,
           Dominatore del mondo;
           venga dal deserto al monte di Sion.
CANTICO    Fil 2, 6-11    Cristo, servo di Dio
Cristo Gesù, pur essendo di natura divina, *
   non considerò un tesoro geloso
     la sua uguaglianza con Dio;
ma spogliò se stesso, †
   assumendo la condizione di servo *
   e divenendo simile agli uomini;
apparso in forma umana, umiliò se stesso †
   facendosi obbediente fino alla morte *
   e alla morte di croce.
Per questo Dio l'ha esaltato *
   e gli ha dato il nome
     che è al di sopra di ogni altro nome;
perché nel nome di Gesù ogni ginocchio si pieghi †
   nei cieli, sulla terra *
   e sotto terra;
e ogni lingua proclami
     che Gesù Cristo è il Signore, *
   a gloria di Dio Padre.
3 ant.
Manda, Signore, l’Agnello,
           Dominatore del mondo;
           venga dal deserto al monte di Sion.
LETTURA BREVE
1 Ts 5, 23-24
    Il Dio della pace vi santifichi fino alla perfezione, e tutto quello che è vostro, spirito, anima e corpo, si conservi irreprensibile per la venuta del Signore nostro Gesù Cristo. Colui che vi chiama è fedele e farà tutto questo!
 
RESPONSORIO BREVE
R.
Mostraci, Signore,
*
la tua misericordia.
Mostraci, Signore, la tua misericordia.

V.
E donaci la tua salvezza,
la tua misericordia.
    Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo.
Mostraci, Signore, la tua misericordia.
Ant. al Magn.
Prima di me nessuno era Dio;
nessuno dopo di me:
davanti a me si piegherà ogni ginocchio,
mi esalterà ogni lingua.
CANTICO DELLA BEATA VERGINE                 Lc 1, 46-55
Esultanza dell’anima nel Signore
L’anima mia magnifica il Signore *
   e il mio spirito esulta in Dio, mio salvatore,
perché ha guardato l’umiltà della sua serva. *
   D’ora in poi tutte le generazioni
     mi chiameranno beata.
Grandi cose ha fatto in me l’Onnipotente *
   e Santo è il suo nome:
di generazione in generazione la sua misericordia *
   si stende su quelli che lo temono.
Ha spiegato la potenza del suo braccio, *
   ha disperso i superbi nei pensieri del loro cuore;
ha rovesciato i potenti dai troni, *
   ha innalzato gli umili;
ha ricolmato di beni gli affamati, *
   ha rimandato i ricchi a mani vuote.
Ha soccorso Israele, suo servo, *
   ricordandosi della sua misericordia,
come aveva promesso ai nostri padri, *
   ad Abramo e alla sua discendenza, per sempre.
Gloria al Padre e al Figlio *
   e allo Spirito Santo.
Come era nel principio, e ora e sempre *
   nei secoli dei secoli. Amen.
Ant. al Magn.
Prima di me nessuno era Dio;
nessuno dopo di me:
davanti a me si piegherà ogni ginocchio,
mi esalterà ogni lingua.
INTERCESSIONE
A Cristo, fonte di vera gioia per tutti coloro che lo
    attendono, innalziamo la nostra preghiera:
    Vieni, Signore, non tardare.
Verbo eterno, che sei prima di tutti i tempi,

vieni a salvare gli uomini del nostro tempo.
Creatore dell'universo e di tutti gli esseri che vi abitano,

vieni a riscattare l'opera delle tue mani.
Dio con noi, che hai voluto assumere la nostra natura
    mortale,

vieni a liberarci dal dominio della morte.
Salvatore, che sei venuto perché gli uomini abbiano
    la vita e l'abbiano in abbondanza,

vieni a comunicarci la tua vita divina.
Signore glorioso, che chiami tutti gli uomini nella pace
    del tuo regno,

fa' risplendere il tuo volto ai nostri fratelli defunti.
 
Padre nostro.
ORAZIONE
   Guarda, o Padre, il tuo popolo, che attende con fede il Natale del Signore, e fa’ che giunga a celebrare con rinnovata esultanza il grande mistero della salvezza. Per il nostro Signore.
Il Signore ci benedica, ci preservi da ogni male e ci conduca alla vita eterna.

R.
Amen.