HomeNotizieBibbiaEdu: nello scrigno delle Sacre Scritture
Parola

BibbiaEdu: nello scrigno delle Sacre Scritture

Bibbia

Completamente riprogettato e arricchito di nuove opportunità – a partire dalla possibilità di confrontare il testo biblico italiano con gli originali ebraico e greco – da lunedì 18 novembre è online www.bibbiaedu.it. Il portale offre un ampio apparato di introduzioni e note per la consultazione dei testi biblici, nonché i più importanti documenti del Magistero. Nell’anniversario della Costituzione conciliare Dei Verbum, la CEI agevola anche in questo modo l’accesso al tesoro delle Scritture, centrale nella comunicazione della fede.

Come spiega nella presentazione il Segretario Generale della CEI, Mons. Mariano Crociata, “i Vescovi sono consapevoli che l’accelerata innovazione tecnologica coinvolge l’uomo in profondità. Per tali ragioni, grazie all’impegno dell’Ufficio Catechistico Nazionale, dell’Ufficio Liturgico Nazionale, dell’Ufficio Nazionale per le Comunicazioni sociali e del Servizio Informatico – e con la consulenza di indiscusse professionalità – il sito Internet della Bibbia CEI, www.bibbiaedu.it, è stato completamente riprogettato e arricchito di nuove possibilità, tra le quali il confronto dei testi biblici – a partire dalla traduzione italiana della CEI 2008 – con la versione in lingua originale ebraica e greca, un rinnovato apparato di introduzioni e note per la consultazione dei testi biblici, i testi dei più importanti documenti del Magistero pontificio ed episcopale.
“Questo strumento – aggiunge Mons. Crociata – sarà molto utile per gli studenti delle Facoltà Teologiche e degli Istituti Superiori di Scienze Religiose, e per tutti coloro che potranno leggere, studiare, approfondire la Sacra Scrittura attraverso quanto viene offerto dalle nuove tecnologie informatiche. Per i Pastori, i Diaconi, i Catechisti vi saranno maggiori possibilità di attingere a piene mani (anche per le correlazioni con il sito gemello Edu Cat) al tesoro delle Scritture e alla loro importanza nella comunicazione della Fede.
“Con la riprogettazione di Bibbia Edu – conclude il Segretario Generale – la Conferenza Episcopale Italiana intende proseguire nell’impegno di annunciare il Vangelo di Gesù all’umanità intera anche nel nuovo mondo mediatico che caratterizza il nostro tempo, secondo il dettame del Consilio Vaticano II: «È necessario che i fedeli abbiano largo accesso alla Scrittura» (Dei Verbum, 22).
“Un nuovo sito, dunque, per mettersi ancora di più al servizio delle 226 diocesi, delle 26mila parrocchie e di tutte le persone-utenti della Rete, ampliando un canale di trasmissione che può condurre all’incontro con la Bibbia”.
18 novembre 2013

Agenda »

Venerdì 14 Dicembre 2018
LUN 10
MAR 11
MER 12
GIO 13
VEN 14
SAB 15
DOM 16
LUN 17
MAR 18
MER 19
GIO 20
VEN 21
SAB 22
DOM 23
LUN 24
MAR 25
MER 26
GIO 27
VEN 28
SAB 29
DOM 30
LUN 31
MAR 01
MER 02
GIO 03
VEN 04
SAB 05
DOM 06
LUN 07
MAR 08
Il nuovo organismo dell´UCN è affidato al coordinamento di don Salvatore Soreca e don Giorgio Bezze. e ha come membri  il Prof. Michele Aglieri, Sr. Giancarla Barbon, Dott.ssa Katia Bolelli, Dott.ssa Anna Teresa Borrelli, don Andrea Cavallini, don Luigi Donati Fogliazza, don Maurizio Mirai, Prof. Don Ubaldo Montisci, P. Rinaldo Paganelli e Dott.ssa Avv. Angela Pesce.Fra i suoi obiettivi:a) proseguire il monitoraggio delle principali iniziative italiane in campo formativo, anche mediante l’utilizzo e l’arricchimento del portale www.formazionecatechisti.it;b) sostenere le realtà diocesane e associative con la stesura e la pubblicazione di un Vademecum per la formazione che recepisca gli studi più aggiornati in materia, nonché la disponibilità a interventi sul territorio per rileggere l’impostazione delle prassi formative;c) proporre nell’autunno 2019 una sessione di formazione rivolta ai direttori UCD e ai referenti formativi delle diocesi, delle regioni e delle realtà associative, con particolare attenzione a quegli ambiti in cui non è già attiva un’esperienza analoga (p. es.: i rapporti tra catechesi e altre azioni ecclesiali, la costruzione di un itinerario; le resistenze consce o inconsce alla formazione; i nuovi scenari della formazione degli adulti);d) formulare proposte circa la costituzione di un Settore UCN stabile dedicato alla formazione.