HomeNotizieL’esserci del vero educatore
Giovani

L’esserci del vero educatore

Galantino

“Nessuno progredisce da solo, far spazio all’altro significa ricevere una luce nuova e diversa su ciò che siamo, sulle nostre intenzioni e sulle nostre disposizioni. Il cammino stesso, a quel punto, assume un altro ritmo e si trova anche la forza e la modalità per fermarsi e servire”. Mons. Nunzio Galantino è intervenuto martedì 10 febbraio nella Cattedrale di Trani, nel contesto del Convegno Nazionale di pastorale giovanile in corso a Brindisi.
Il Segretario generale ha tracciato un profilo del responsabile e dell’animatore di pastorale giovanile, nella responsabilità della progettazione educativa, che richiede un chiaro radicamento nel Vangelo e nell’esperienza ecclesiale.
“È davvero finito il tempo – ammesso che ci sia mai stato – in cui muoversi da soli, al di fuori di un orizzonte comune e di una progettualità – ha detto –. Quante volte un simile modo di operare ha portato a una pastorale di navigatori solitari, con le conseguenze che conosciamo bene: basta che se ne vada quel giovane sacerdote o quell’animatore e il gruppo giovanile si squama, rivelando che tante iniziative poggiavano soltanto sull’abilità del singolo, sulla sua intraprendenza, sul suo bisogno di costruire attorno a se stesso, derubando così i ragazzi della possibilità di un’appartenenza autentica, libera e solida…”.
La figura di Maria, nell’episodio della visitazione alla cugina Elisabetta, ha fatto da sfondo alla riflessione offerta da Mons. Gantino (in allegato).
Il programma
La prima giornata, lunedì 9 febbraio, è stata dedicata a tracciare un profilo dei soggetti della pastorale giovanile: la comunità cristiana (S.E. Mons. Paolo Giulietti), i giovani divisi per fasce d’età (prof. Raffaele Mantegazza), gli animatori e gli educatori in rapporto con la famiglia (prof. Francesco Miano).
Il secondo giorno, martedì 10, la riflessione si è focalizzata sugli ambiti di vita dei ragazzi: la scuola, il lavoro, il mondo digitale, lo sport, il tempo libero. Ma anche la Chiesa; don Paolo Asolan, pastoralista della Università Lateranense, presenterà le conclusioni  di un laboratorio di studio e verifica avviato con religiosi, associazioni e movimenti.
Mercoledì 11 febbraio focalizza le tecniche di animazione, con workshop e laboratori.
L’ultimo giorno, giovedì 12, è dedicato alla progettazione pastorale.
Don Michele Falabretti concludendo proporrà alcune linee di sintesi per l’elaborazione di un percorso condiviso.

10 febbraio 2015

Agenda »

Sabato 19 Gennaio 2019
LUN 14
MAR 15
MER 16
GIO 17
VEN 18
SAB 19
DOM 20
LUN 21
MAR 22
MER 23
GIO 24
VEN 25
SAB 26
DOM 27
LUN 28
MAR 29
MER 30
GIO 31
VEN 01
SAB 02
DOM 03
LUN 04
MAR 05
MER 06
GIO 07
VEN 08
SAB 09
DOM 10
LUN 11
MAR 12
Ufficio Nazionale per la pastorale del tempo libero, turismo e sport Simposio "Euro Mediterraneo sul Turismo Religioso" (Assisi, 18-19 gennaio 2019)
Questo Ufficio Nazionale promuove il simposio sul Turismo religioso Euro-Mediterraneo in tre sessioni che si terranno nel corso del 2019 per riflettere, confrontarsi ed elaborare progetti operativi sul tema “Verso un’identità del Turismo religioso”.Tale metodologia di lavoro è stata pensata nell’ambito dell’Osserva-Laboratorio per il Turismo Religioso-culturale Euro-Mediterraneo (OLTREM), che nasce allo scopo di coordinare e supportare azioni nel campo del Turismo religioso.Il primo degli incontri, declinato sui concetti di Bellezza e Stupore e strutturato secondo la metodologia del simposio, si terrà ad Assisi il 18 e 19 gennaio 2019.La partecipazione è su invito personaleIn allegato il Programma con le Note logistiche per la partecipazione
Ufficio Nazionale per la pastorale della famiglia Consulta Nazionale di pastorale familiare
Si svolgerà a Roma,  dal 19 al 20 gennaio 2019 l´incontro dei membri della Consulta Nazionale di pastorale familiare