HomeVarieBiodiversità, ricchezza da tutelare
Ambiente

Biodiversità, ricchezza da tutelare

040719-012

“La perdita di biodiversità è una delle espressioni più gravi della crisi socio-ambientale”. Ed anche il nostro Paese “è esposto ad essa: con dinamiche che interessano sia il mondo vegetale che quello animale, depotenziando la bellezza e la sostenibilità delle nostre terre e rendendole meno vivibili”. Ad esprimere preoccupazione sono i vescovi italiani che hanno scelto di dedicare il Messaggio per la “Giornata nazionale per la Custodia del Creato” del 1 settembre alla “realtà fragile e preziosa della biodiversità”.  È urgente, si legge nel testo, contrastare “con politiche efficaci e stili di vita sostenibili quei fenomeni che minacciano la biodiversità su scala globale, a partire dal mutamento climatico”. Secondo i vescovi, dunque è “importante favorire le pratiche di coltivazione realizzate secondo lo spirito con cui il monachesimo ha reso possibile la fertilità della terra senza modificarne l’equilibrio” e “utilizzare nuove tecnologie orientate a valorizzare, per quanto possibile, il biologico”. È inoltre fondamentale “conoscere e favorire le istituzioni universitarie e gli enti di ricerca, che studiano la biodiversità e operano per la conservazione di specie vegetali e animali in via di estinzione“.

Nel Messaggio,  firmato dalla Commissione episcopale per i problemi sociali e il lavoro, la giustizia e la pace e da quella per l’ecumenismo e il dialogo, si sottolinea la necessità di “opporsi a tante pratiche che degradano e distruggono la biodiversità: si pensi al land grabbing, alla deforestazione, al proliferare delle monocolture, al crescente consumo di suolo o all’inquinamento che lo avvelena”, ma anche alle “dinamiche finanziarie ed economiche che cercano di monopolizzare la ricerca (scoraggiando quella libera) o addirittura si propongono di privatizzare alcune tecno-scienze collegate alla salvaguardia della biodiversità”. Un appello che risuona ancora più forte nel momento in cui l’Amazzonia è flagellata dagli incendi che stanno mettendo a rischio l’intero ecosistema mondiale.

Sono numerose le iniziative promosse nelle diocesi italiane per la Giornata (il calendario dei diversi appuntamenti e il materiale per l’animazione sono disponibili nel sito dell’Ufficio Nazionale per i problemi sociali e il lavoro). La celebrazione nazionale si svolgerà domenica 8 settembre e sarà ospitata dalla diocesi di Cefalù.

26 Agosto 2019

Agenda »

Venerdì 22 Novembre 2019
LUN 18
MAR 19
MER 20
GIO 21
VEN 22
SAB 23
DOM 24
LUN 25
MAR 26
MER 27
GIO 28
VEN 29
SAB 30
DOM 01
LUN 02
MAR 03
MER 04
GIO 05
VEN 06
SAB 07
DOM 08
LUN 09
MAR 10
MER 11
GIO 12
VEN 13
SAB 14
DOM 15
LUN 16
MAR 17
Essere accanto al malato, come «presenza e azione della Chiesa per recare la luce e la grazia del Signore a coloro che soffrono e a quanti se ne prendono cura» (cfr La pastorale della salute nella Chiesa italiana n. 19) è un compito prezioso e delicato che necessita passione e formazione.Il corso vuole offrire a cappellani e operatori pastorali che iniziano questo ministero o che sentono l’esigenza di un’ulteriore preparazione, alcuni elementi fondamentali di pastorale della salute.Vedi programma allegatoIscriviti onlinePer le iscrizioni si prega di contattare la segreteria al n. 06.66.398.477
Ufficio Nazionale per i problemi sociali e il lavoro Consulta Nazionale di pastorale sociale
La Consulta Nazionale di pastorale sociale è convocata il giorno venerdì 22 novembre 2019 dalle ore 9:30 alle ore 15:00 presso la sede Occidental Aurelia Hotel - Via di Torre Rossa, 80 - RomaAll´O.d.G.: