HomeNotizieUna mano tesa all’Africa e al Sud del mondo
8xmille

Una mano tesa all’Africa e al Sud del mondo

Tanzania

Sono stati resi noti i dati relativi alla riunione del Comitato per gli interventi caritativi a favore del Terzo Mondo tenutasi venerdì 6 e sabato 7 luglio a Roma, presso la sede CEI di via Aurelia 468. Sono stati approvati 112 progetti, per i quali saranno stanziati € 18.058.583 così suddivisi: € 10.781.486 per 72 progetti in Africa; € 1.443.163 per 16 progetti in America Latina; € 4.343.961 per 20 progetti in Asia; € 1.121.238  per 2 progetti in Medio Oriente; ed € 368.735  per 2 progetti in Est Europa.

Tra i progetti più significativi tre sono in Africa. Il primo, in Ciad, per la costruzione della Fransalian Mission School a Doba: un complesso scolastico per le scuole dell’infanzia e primaria, che prevede anche un campo sportivo e una residenza per gli insegnanti.  Un secondo progetto è in Tanzania ed è volto al rafforzamento della qualità dei servizi materno-infantili e nutrizionali presso l’ospedale di Tasamaganga (nella foto, tratta dal sito di “Medici con l’Africa Cuamm”).  Si tratta di migliorare la qualità clinica dei servizi; migliorare gli standard di cura dei malnutriti gravi; migliorare le capacità di assistenza del personale clinico (ginecologico/ostetrico e neonatologico/pediatrico) e amministrativo (curandone la formazione mediante seminari); migliorare la raccolta dei dati e la pianificazione dei servizi in accordo con le autorità distrettuali; fornire stock di farmaci essenziali e materiali di consumo; fornire stock di strumenti di base per le sale parto e operatoria e per il reparto di neonatologia e  realizzare le opere di adeguamento necessarie. Gli interventi coprono un bacino di utenza di 10.000 donne gravide, 36.000 bambini sotto i 5 anni e 58.000 donne in età fertile. Il terzo progetto è in Tunisia ed è rivolto alle scuole cattoliche dell’arcidiocesi di Tunisi. Si tratta di percorsi educativi, sviluppati attraverso laboratori di educazione alla pace e alla legalità, di conoscenza dei valori democratici, dei diritti umani e del dialogo interreligioso, e destinati al personale docente e amministrativo delle scuole. Le attività si svolgeranno in alcune aule dell’Ecole Secondarie Libre 5 di Tunisi che saranno ristrutturate e fornite di equipaggiamenti informatici, attrezzature sportive, libri, sussidi audiovisivi, proiettore, fotocopiatrice, stampanti e materiale di cancelleria.

Tra i progetti più interessanti anche tre che saranno realizzati in America Latina. Il primo è in Brasile dove  nel 2012 è stata fondata l’Orchestra Crianca Cidada grazie alla Scuola di formazione in liuteria e archi, per dare agli adolescenti più disagiati l’opportunità di conoscere, apprezzare, costruire e poi suonare uno strumento musicale. Si rende ora necessario ampliare gli spazi per la formazione e il lavoro dei ragazzi, costruendo nuovi ambienti dove ospitarli. Il secondo progetto è a Cuba, nella diocesi di Bayamo-Manzanillo. Si tratta di un piano triennale rivolto a circa 1200 adulti con disabilità totale o parziale e prevede l’acquisto di materiale sanitario e medicine e il rafforzamento del programma di formazione, promozione e accompagnamento delle persone inserite nel programma VIH-sida della Diocesi. L’ultimo, in Ecuador, è rivolto alla comunità di Cotopaxi, dove la Radio diocesana chiede un contributo per rinnovare le proprie attrezzature e avviare programmi formativi che contribuiscano all’evangelizzazione e alla promozione culturale, economica e sociale della popolazione.

Segnaliamo ancora due progetti che saranno realizzati in Asia, precisamente in India. Il primo, presso il Karuna Hospital nella diocesi di Idukki, prevede l’allestimento di un dipartimento di oncologia con l’acquisto di materiali e macchinari e la creazione di un percorso formativo rivolto a infermieri e personale. Il secondo sarà realizzato a Srikakulam, una delle zone più remote del distretto dell’Andhra Pradesh, dove non sono presenti istituti scolastici. Il progetto prevede la costruzione di un college universitario per i ragazzi tribali rurali più poveri della diocesi, che, attualmente, è l’unica ad occuparsi dell’educazione, istruzione  e orientamento dei bambini.

Dall’inizio del 2018 ad oggi sono stati approvati 584 progetti per un valore complessivo di € 82.868.366.

18 Luglio 2018

Agenda »

Mercoledì 20 Novembre 2019
LUN 18
MAR 19
MER 20
GIO 21
VEN 22
SAB 23
DOM 24
LUN 25
MAR 26
MER 27
GIO 28
VEN 29
SAB 30
DOM 01
LUN 02
MAR 03
MER 04
GIO 05
VEN 06
SAB 07
DOM 08
LUN 09
MAR 10
MER 11
GIO 12
VEN 13
SAB 14
DOM 15
LUN 16
MAR 17
Essere accanto al malato, come «presenza e azione della Chiesa per recare la luce e la grazia del Signore a coloro che soffrono e a quanti se ne prendono cura» (cfr La pastorale della salute nella Chiesa italiana n. 19) è un compito prezioso e delicato che necessita passione e formazione.Il corso vuole offrire a cappellani e operatori pastorali che iniziano questo ministero o che sentono l’esigenza di un’ulteriore preparazione, alcuni elementi fondamentali di pastorale della salute.Vedi programma allegatoIscriviti onlinePer le iscrizioni si prega di contattare la segreteria al n. 06.66.398.477
Ufficio Nazionale per la cooperazione missionaria tra le Chiese Corso formazione nuovi direttori CMD (sacerdoti/religiosi)- 1° modulo
Ufficio Nazionale per l‘ecumenismo e il dialogo interreligioso Migranti e religioni
Convegno promosso, progettato e programmato da:Ufficio Nazionale per l’ecumenismo e dialogo interreligioso della Conferenza Episcopale ItalianaAmministrazione delle Parrocchie del Patriarcato di Mosca in ItaliaArcidiocesi Ortodossa di Italia e Malta del Patriarcato Ecumenico di CostantinopoliChiesa Apostolica ArmenaChiesa d’InghilterraDiocesi Copto Ortodossa di San Giorgio – RomaDiocesi Ortodossa Romena d’ItaliaFederazione delle Chiese Evangeliche in Italiacon la partecipazione della Chiesa Cristiana Avventista del Settimo Giorno