HomeNotizie

Missione e Visione

150919-004

Una “tre giorni” per rilanciare il dialogo ecumenico e interreligioso e per presentare l’Osservatorio permanente Unedi. Ad organizzarla è l’Ufficio nazionale per l’ecumenismo e il dialogo interreligioso (Unedi) che dal 17 al 19 settembre riunirà le équipe regionali, i referenti nazionali delle realtà ecclesiali e dei gruppi giovanili per definire la programmazione del prossimo anno pastorale.
I partecipanti si ritroveranno nella mattinata del 17 settembre, al Centro Congressi di Via Aurelia 796, per poi spostarsi in serata (fino al termine dell’evento) ad Assisi, presso la Pro Civitate Christiana.
I lavori si apriranno con il saluto del Cardinale Gualtiero Bassetti, Arcivescovo di Perugia-Città della Pieve e Presidente della CEI, e con l’introduzione di Mons. Stefano Russo, Segretario Generale. Seguiranno gli interventi di Mons. Brian Farrell, Segretario del Pontificio Consiglio per la Promozione dell’Unità dei Cristiani, di Mons. Indunil Janakaratne Kodithuwakku Kankanamalage, Segretario del Pontificio Consiglio per il dialogo interreligioso, e la proiezione dei videomessaggi dei Cardinali Kurt Koch e Miguel Ángel Ayuso Guixot, rispettivamente Presidente del Pontificio Consiglio per il Dialogo Interreligioso e Presidente del Pontificio Consiglio per la Promozione dell’Unità dei Cristiani.
Alle 21 invece è previsto l’incontro in videoconferenza con Odair Pedroso Mateus, direttore della Commissione Fede e Costituzione del Consiglio Ecumenico delle Chiese.
La giornata di sabato 18 sarà dedicata alla presentazione dell’Osservatorio, uno strumento che, grazie ad un’articolazione sociologica, teologica, storica e metodologica, aiuterà i Vescovi e le comunità cristiane a prendere consapevolezza della presenza sul territorio di altre Confessioni cristiane e di altre tradizioni religiose.
Domenica 19 invece si punterà l’attenzione sulla formazione, attraverso il confronto e i lavori di gruppo.
“Questa ‘tre giorni’ di programmazione scaturisce da un percorso triennale che ha visto l’Ufficio nazionale mettersi in ascolto delle Conferenze episcopali regionali e delle realtà ecclesiali locali per poi avviare la formazione delle equipe regionali. Si tratta ora di raccogliere i frutti di quanto seminato per far sì che le Chiese diocesane possano avviare processi ecumenici e interreligiosi, ma anche approfondire le relazioni con i membri delle altre Confessioni e fedi. L’obiettivo è quello di costruire reti di dialogo diffuse, in un territorio sempre più pluriforme”, spiega don Giuliano Savina, direttore dell’Unedi.

13 Settembre 2021

Agenda »

Domenica 22 Maggio 2022
LUN 16
MAR 17
MER 18
GIO 19
VEN 20
SAB 21
DOM 22
LUN 23
MAR 24
MER 25
GIO 26
VEN 27
SAB 28
DOM 29
LUN 30
MAR 31
MER 01
GIO 02
VEN 03
SAB 04
DOM 05
LUN 06
MAR 07
MER 08
GIO 09
VEN 10
SAB 11
DOM 12
LUN 13
MAR 14
Ufficio Nazionale per la pastorale della salute Progetto formativo "Camici Gialli"
Corso a livello nazionale per la formazione iniziale di formatori al volontariato spirituale e relazionale nelle strutture sanitarie e socio-sanitarie. Il Corso è rivolto a tutti i giovani dai 18 ai 30 anni.L´obiettivo è quello di preparare formatori nel progetto “Camici gialli”, per la promozione della presenza di giovani volontari di animazione spirituale negli ospedali sotto la guida delle cappellanie di riferimento.Scarica la scheda del progettoIscriviti online
Ufficio Nazionale per i beni culturali ecclesiastici e l‘edilizia diculto Giornate di valorizzazione del patrimonio culturale ecclesiastico: #visionidicomunità
Da domenica 15 a domenica 22 maggio 2022 si svolgeranno le Giornate di Valorizzazione del patrimonio culturale ecclesiastico: un´occasione per far conoscere territori e comunità attraverso eventi di valorizzazione, sia online che onsite su tutto il territorio italiano, organizzati da uffici diocesani, musei, archivi e biblioteche ecclesiastici (MAB), anche in collaborazione con associazioni di volontariato, attori pubblici e privati e altri enti territoriali. Le Giornate di valorizzazione 2022 sono promosse dall´Ufficio Nazionale per i beni culturali ecclesiastici e l´edilizia di culto insieme a AMEI - Associazione dei musei ecclesiastici italiani, AAE - Associazione degli archivisti ecclesiastici e ABEI - Associazione dei bibliotecari ecclesiastici italiani e con il patrocinio di ICOM Italia (International Council of Museums), dell´ANAI- Associazione Nazionale Archivistica Italiana e dell´AIB - Associazione Italiana Biblioteche.Dopo #apertialmab (2019) e #testimonidifuturo (2020-2021), l´hashtag dell´edizione 2022 è #visionidicomunità.A partire dal 14 febbraio 2022 chi desidera aderire alle giornate di valorizzazione 2022 darà notizia delle proprie iniziative anche attraverso il portale BeWeB, nell´apposita pagina dedicata https://beweb.chiesacattolica.it/giornate-di-valorizzazione/.Tutti gli eventi saranno poi presentati anche attraverso i canali social dell´Ufficio Nazionale per i beni culturali ecclesiastici e l´edilizia di culto e sui siti e i social di tutti i partner.Le giornate di valorizzazione 2022 saranno inaugurate con il convegno "Il futuro della memoria. Archivi ecclesiastici tra storico e corrente" che si svolgerà a Verona (Palazzo della Gran Guardia) nei giorni 13 e 14 maggio 2022 e di cui a breve verrà pubblicato il programma.#call4MAB: iniziative per l´apertura ufficiale delle giornate di valorizzazione.Sei iniziative, scelte tra quelle inserite su BeWeB nella pagina #visionidicomunità entro il 15 aprile 2022, verranno presentate in un´apposita sessione del convegno di apertura a Verona.La selezione delle sei iniziative #call4MAB  avverrà attraverso due modalità:- online: sommando tutti i like raccolti esclusivamente sulle pagine Facebook BEWEBOFFICIAL e Beweb Beni ecclesiastici e sulla pagina Instagram BEWEBOFFICIAL dove le proposte inserite su BeWeB saranno rilanciate con gli hashtag #visionidicomunità #call4MAB;- attraverso la valutazione della giuria di qualità espressa dal gruppo MAB ecclesiastico.Saranno considerate a valore aggiunto le proposte che vedono la collaborazione tra istituti culturali, enti territoriali, associazioni, attori pubblici e privati, per realizzare percorsi di valorizzazione culturale e pastorale in senso formativo e sostenibile.Per la presentazione di ogni iniziativa è previsto un tempo di cinque minuti, in presenza oppure tramite la registrazione di un video.