HomeNotizieMatera: quando l’arte parla di noi
Beni culturali

Matera: quando l’arte parla di noi

Matera

Da domenica 8 fino a martedì 10 dicembre si celebra a Matera il terzo e ultimo appuntamento della Giornata Nazionale dei beni culturali ecclesiastici 2019.

Dopo gli eventi di Viareggio (dedicato alle nuove chiese) e de L’Aquila (dove sui è riflettuto sul recupero delle opere ferite dalle calamità naturali), è proprio la capitale europea della cultura ad ospitare quest’ultima riflessione, su come raccontare la vita delle comunità attraverso il patrimonio.

“Il patrimonio culturale delle nostre comunità – ricorda don Valerio Pennasso, Direttore dell’Ufficio Nazionale per i beni culturali ecclesiastici e l’edilizia di culto – non deve essere percepito come un semplice peso, ma come una immensa opportunità di evangelizzazione, per la pastorale, per creare luoghi di dialogo e di accoglienza aperti a tutti, ma anche per consolidare la nostra identità”.

Musei, archivi e biblioteche delle nostre diocesi stanno camminando sempre più insieme, tessendo reti di collaborazione anche con gli analoghi enti non ecclesiastici. Dopo l’esperienza vissuta quest’anno con “Aperti al MAB”, per il 2020 è già in cantiere qualcosa di nuovo.

“A maggio del prossimo anno – annuncia don Pennasso – lanceremo, con lo slogan Testimoni di futuro, delle giornate per presentare a tutti chi siamo attraverso le nostre opere d’arte. Musei, archivi biblioteche, ma anche quel manipolo di volontari che permette di mantenere aperti al pubblico moltissimi beni artistici, ricorderanno a tutti che noi ci siamo, per dare speranza al Paese”.

09 Dicembre 2019

Agenda »

Martedì 21 Gennaio 2020
LUN 20
MAR 21
MER 22
GIO 23
VEN 24
SAB 25
DOM 26
LUN 27
MAR 28
MER 29
GIO 30
VEN 31
SAB 01
DOM 02
LUN 03
MAR 04
MER 05
GIO 06
VEN 07
SAB 08
DOM 09
LUN 10
MAR 11
MER 12
GIO 13
VEN 14
SAB 15
DOM 16
LUN 17
MAR 18