HomeLiturgia delle Ore
domenica 04 novembre 2018

Primi Vespri

XXXI DOMENICA  DEL TEMPO ORDINARIO - III SETTIMANA DEL SALTERIO
Grandezza Testo A A A
V.
O Dio, vieni a salvarmi

R.
Signore, vieni presto in mio aiuto.
Gloria al Padre e al Figlio
   e allo Spirito Santo.
Come era nel principio, e ora e sempre
   nei secoli dei secoli. Amen. Alleluia.
INNO
Dio, che all'alba dei tempi
creasti la luce nuova,
accogli il nostro canto,
mentre scende la sera.
Veglia sopra i tuoi figli
pellegrini nel mondo;
la morte non ci colga
prigionieri del male.
La tua luce risplenda
nell'intimo dei cuori,
e sia pegno e primizia
della gloria dei cieli.
Te la voce proclami,
o Dio trino e unico,
te canti il nostro cuore,
te adori il nostro spirito. Amen.

1 ant.
Dal sorgere del sole al suo tramonto
           sia lodato il nome del Signore.
SALMO 112    Lodate il nome del Signore

Ha rovesciato i potenti dai troni, ha innalzato gli umili
(Lc 1, 52).
Lodate, servi del Signore, *
   lodate il nome del Signore.
Sia benedetto il nome del Signore, *
   ora e sempre.
Dal sorgere del sole al suo tramonto *
   sia lodato il nome del Signore.
Su tutti i popoli eccelso è il Signore, *
   più alta dei cieli è la sua gloria.
Chi è pari al Signore nostro Dio che siede nell'alto *
   e si china a guardare nei cieli e sulla terra?
Solleva l'indigente dalla polvere, *
   dall'immondizia rialza il povero,
per farlo sedere tra i principi, *
   tra i principi del suo popolo.
Fa abitare la sterile nella sua casa *
   quale madre gioiosa di figli.

1 ant.
Dal sorgere del sole al suo tramonto
           sia lodato il nome del Signore.

2 ant.
Alzerò il calice della salvezza,
           invocherò il nome del Signore.
SALMO 115   Rendimento di grazie nel tempio
Per mezzo di lui (Cristo) offriamo continuamente un
sacrificio di lode a Dio
(Eb 13, 15).
Ho creduto anche quando dicevo: *
   «Sono troppo infelice».
Ho detto con sgomento: *
   «Ogni uomo è inganno».
Che cosa renderò al Signore *
   per quanto mi ha dato?
Alzerò il calice della salvezza *
   e invocherò il nome del Signore.
Adempirò i miei voti al Signore, *
   davanti a tutto il suo popolo.
Preziosa agli occhi del Signore *
   è la morte dei suoi fedeli.
Sì, io sono il tuo servo, Signore, †
   io sono tuo servo, figlio della tua ancella; *
   hai spezzato le mie catene.
A te offrirò sacrifici di lode *
   e invocherò il nome del Signore.
Adempirò i miei voti al Signore *
   davanti a tutto il suo popolo,
negli atri della casa del Signore, *
   in mezzo a te, Gerusalemme.

2 ant.
Alzerò il calice della salvezza,
           invocherò il nome del Signore.

3 ant.
Il Signore Gesù si è umiliato nella morte;           
           e Dio lo ha innalzato nella gloria.
CANTICO    Fil 2, 6-11    Cristo, servo di Dio
Cristo Gesù, pur essendo di natura divina, *
   non considerò un tesoro geloso
     la sua uguaglianza con Dio;
ma spogliò se stesso, †
   assumendo la condizione di servo *
   e divenendo simile agli uomini;
apparso in forma umana, umiliò se stesso †
   facendosi obbediente fino alla morte *
   e alla morte di croce.
Per questo Dio l'ha esaltato *
   e gli ha dato il nome
     che è al di sopra di ogni altro nome;
perché nel nome di Gesù ogni ginocchio si pieghi †
   nei cieli, sulla terra *
   e sotto terra;
e ogni lingua proclami
     che Gesù Cristo è il Signore, *
   a gloria di Dio Padre.

3 ant.
Il Signore Gesù si è umiliato nella morte;           
           e Dio lo ha innalzato nella gloria.
LETTURA BREVE                                       
Eb 13, 20-21
    Il Dio della pace che ha fatto tornare dai morti il Pastore grande delle pecore, in virtù del sangue di un'alleanza eterna (cfr. Zc 9, 11; Is 55, 3), il Signore nostro Gesù, vi renda perfetti in ogni bene, perché possiate compiere la sua volontà, operando in voi ciò che a lui è gradito per mezzo di Gesù Cristo, al quale sia gloria nei secoli dei secoli. Amen.
 
RESPONSORIO BREVE
R.
Quanto sono grandi
*
le tue opere, Signore!
Quanto sono grandi le tue opere, Signore!

V.
Le hai fatte con bontà e sapienza
le tue opere, Signore!
    Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo.
Quanto sono grandi le tue opere, Signore!
Ant. al Magn.
Uno è il Signore nostro Dio:
amerai il Signore tuo Dio con tutto il cuore,
con tutta l’anima e con tutte le forze.
Stiano fissi nel tuo cuore i suoi precetti.
CANTICO DELLA BEATA VERGINE                 Lc 1, 46-55
Esultanza dell’anima nel Signore
L’anima mia magnifica il Signore *
   e il mio spirito esulta in Dio, mio salvatore,
perché ha guardato l’umiltà della sua serva. *
   D’ora in poi tutte le generazioni
     mi chiameranno beata.
Grandi cose ha fatto in me l’Onnipotente *
   e Santo è il suo nome:
di generazione in generazione la sua misericordia *
   si stende su quelli che lo temono.
Ha spiegato la potenza del suo braccio, *
   ha disperso i superbi nei pensieri del loro cuore;
ha rovesciato i potenti dai troni, *
   ha innalzato gli umili;
ha ricolmato di beni gli affamati, *
   ha rimandato i ricchi a mani vuote.
Ha soccorso Israele, suo servo, *
   ricordandosi della sua misericordia,
come aveva promesso ai nostri padri, *
   ad Abramo e alla sua discendenza, per sempre.
Gloria al Padre e al Figlio *
   e allo Spirito Santo.
Come era nel principio, e ora e sempre *
   nei secoli dei secoli. Amen.
Ant. al Magn.
Uno è il Signore nostro Dio:
amerai il Signore tuo Dio con tutto il cuore,
con tutta l’anima e con tutte le forze.
Stiano fissi nel tuo cuore i suoi precetti.
INTERCESSIONI
Memori dell'amore di Cristo, che, con la prodigiosa
    moltiplicazione dei pani e dei pesci, saziò la fame
    del suo popolo, diciamo con umile fiducia:
    Rinnova per noi, Signore, i prodigi della tua misericordia.
Riconosciamo, Signore, che i benefici ricevuti in questa
     settimana vengono dalla tua bontà,

fa’ che non trovino in noi un terreno sterile, ma
     portino frutti di vita eterna.
Luce e salvezza delle genti, guida e proteggi i missionari
     del Vangelo,

accendi in essi il fuoco del tuo Spirito.
Fa’ che tutti gli uomini cooperino a creare un mondo
     nuovo,

più conforme alle legittime aspirazioni del
     progresso nella giustizia e nella pace.
Medico delle anime e dei corpi, dona sollievo ai
     malati, conforto ai moribondi,

visita e rinnova tutti gli uomini con la tua misericordia.
Accogli i nostri defunti nella gloriosa schiera dei
     santi,

scrivi anche i loro nomi nel libro della vita.
 
Padre nostro.
ORAZIONE
 
  Dio onnipotente e misericordioso, tu solo puoi dare ai tuoi fedeli il dono di servirti in modo lodevole e degno; fa' che camminiamo senza ostacoli verso i beni da te promessi. Per il nostro Signore.
Il Signore ci benedica, ci preservi da ogni male e ci conduca alla vita eterna.

R.
Amen.