HomeNotizieImposizione delle ceneri in tempo di pandemia
Liturgia

Imposizione delle ceneri in tempo di pandemia

150218-006

A causa dell’emergenza sanitaria, quest’anno – il 17 febbraio – il sacerdote, dopo aver igienizzato le mani e indossato la mascherina, imporrà le ceneri senza recitare la consueta formula. L’indicazione arriva dalla Congregazione per il Culto Divino e la Disciplina dei Sacramenti: “Pronunciata la preghiera di benedizione delle ceneri e dopo averle asperse con l’acqua benedetta, senza nulla dire – spiega una nota – il sacerdote, rivolto ai presenti, dice una volta sola per tutti la formula come nel Messale Romano: «Convertitevi e credete al Vangelo», oppure: «Ricordati, uomo, che polvere tu sei e in polvere ritornerai»”.
A questo punto, precisa la Congregazione, il sacerdote “impone le ceneri a quanti si avvicinano a lui o, se opportuno, egli stesso si avvicina a quanti stanno in piedi al loro posto”, prendendo le ceneri e lasciandole “cadere sul capo di ciascuno, senza dire nulla”.

 

13 Gennaio 2021

Agenda »

Sabato 17 Aprile 2021
LUN 12
MAR 13
MER 14
GIO 15
VEN 16
SAB 17
DOM 18
LUN 19
MAR 20
MER 21
GIO 22
VEN 23
SAB 24
DOM 25
LUN 26
MAR 27
MER 28
GIO 29
VEN 30
SAB 01
DOM 02
LUN 03
MAR 04
MER 05
GIO 06
VEN 07
SAB 08
DOM 09
LUN 10
MAR 11
Commissione Episcopale per il servizio della carità e della salute Custodire le nostre terre. Salute, ambiente, lavoro
A sei anni dalla pubblicazione dell’enciclica Laudato sii (24 maggio 2015) è opportuno verificare lo stato di accoglienza e comprensione del documento, per riflettere insieme sull’impatto della mancata Cura del creato sulla salute della popolazione, sull’ambiente e sulle dinamiche sociali e lavorative. Il Convegno sarà trasmesso online sul canale YouTube dell´Ufficio Nazionale per la pastorale della salute.Scarica il Programma del Convegno
Servizio Nazionale per la pastorale delle persone con disabilita‘ Incontro accessibilità luoghi di culto e santuari con Uff. Sport turismo e tempo libero