HomeNotizieHaiti un anno dopo: la speranza che non muore

Haiti un anno dopo: la speranza che non muore

haiti
Dopo il sisma che il 12 gennaio 2010 ha colpito Haiti, provocando circa 230.000 vittime, oltre 300.000 feriti e un milione e mezzo di senza tetto, l’impegno della
Caritas continua. Complessivamente la rete Caritas ha raggiunto finora 2,3 milioni di persone con aiuti per oltre 37 milioni di euro. Sono stati attivati 726 “punti acqua” (approvvigionamento acqua potabile, bagni, latrine) a vantaggio di 169 mila persone; 59 mila persone sono state visitate in ambulatori e in 130 cliniche
mobili; 17 mila famiglie (circa 100.000 persone) hanno ricevuto kit per la costruzione di ripari di emergenza; sono stati allestiti spazi ludico-ricreativi per 2.300 bambini. Altre 100.000 persone stanno beneficiando dei programmi di prevenzione e informazione avviati in risposta alla nuova emergenza colera, a Port-au-Prince e nella diocesi di Gonaives, nella zona dell’Artibonite. In particolare Caritas Italiana è presente ad Haiti con tre operatori per il coordinamento degli aiuti e a sostegno della Caritas locale attiva con centinaia di operatori e volontari in tutte e dieci le diocesi del Paese. Sono 51 i progetti finora avviati da Caritas Italiana, per circa 9,3 milioni di euro, di cui 3,2 milioni destinati all’emergenza, 3 milioni alla ricostruzione e la restante somma in ambito socio-economico, sanitario e formativo. L’impegno complessivo di Caritas Italiana, a un anno dal sisma, è rendicontato in modo articolato in un Rapporto realizzato per l’occasione (cfr. www.caritasitaliana.it). Nella consapevolezza che – come sottolinea mons. Vittorio Nozza, direttore di Caritas Italiana – «le statistiche, i numeri e le voci di budget non possono raccontare il “faccia a faccia” con la tragedia, la fatica di abitare l’emergenza, la scelta di mettersi a servizio da compagni di strada e non da maestri». Un cammino comune che richiederà un coinvolgimento sempre più intenso,
soprattutto nel medio e lungo periodo, nelle difficili fasi di riabilitazione e di ricostruzione.
03 Gennaio 2011

Agenda »

Lunedì 27 Gennaio 2020
LUN 27
MAR 28
MER 29
GIO 30
VEN 31
SAB 01
DOM 02
LUN 03
MAR 04
MER 05
GIO 06
VEN 07
SAB 08
DOM 09
LUN 10
MAR 11
MER 12
GIO 13
VEN 14
SAB 15
DOM 16
LUN 17
MAR 18
MER 19
GIO 20
VEN 21
SAB 22
DOM 23
LUN 24
MAR 25
Ufficio Nazionale per la cooperazione missionaria tra le Chiese Corso formazione nuovi direttori CMD (sacerdoti/religiosi)- 2° modulo
Ogni anno nuovi Direttori degli Uffici diocesani di pastorale della salute ricevono il mandato dal proprio Ordinario.Di fronte ad un quadro complesso, l’Ufficio Nazionale per la pastorale della salute della CEI propone un seminario di formazione per introdurli a svolgere in modo adeguato il loro servizio alla Chiesa locale e con i malati.Il corso è aperto anche a tutti i collaboratori e gli altri direttori che lo desiderano e i lavori si svolgeranno presso la sede della CEI di Via Aurelia 468 a Roma.Per maggiori informazioni scarica il ProgrammaIscrizione online 
Ufficio Nazionale per i beni culturali ecclesiastici e l‘edilizia diculto Comitato Beni culturali e Edilizia sez. Beni
Ufficio Nazionale per la pastorale del tempo libero, turismo e sport Esercizi spirituali per Guide Turistiche: "Esercizi di Bellezza" (Salerno, 27-29 gennaio 2020)
Dopo l´esperienza di Matera (gennaio 2019) questo Ufficio Nazionale organizza i secondi Esercizi spirituali di Bellezza per guide turistiche, che si svolgeranno a Salerno dal 27 al 29 gennaio 2020, presso il Grande Hotel Salerno.In allegato la locandina e le note logistiche.