HomeNotizie“Giovani, cercate la bellezza”

“Giovani,
cercate la bellezza”

semaforo
 
Quale è oggi il martirio? Non usa mezzi termini mons. Simone Giusti, vescovo di Livorno, nell’indicare ai giovani il sentiero della testimonianza: “Rimanere se stessi di fronte ad un potere imperiale così fortemente omologante non solo nel pensiero unico, materialista, ma anche nei comportamenti; avere il Signore Gesù come unico Dio, come unico criterio di scelta per la propria vita; vivere la fedeltà all’eucarestia domenicale, specie in estate; non immolare figli all’idolo del proprio egoismo; vivere la purezza prima e dopo il matrimonio; reggere alla tentazione a non essere come gli altri che sono pagani”. “È duro”, ha ammesso il Catechista: siamo di fronte ad “un martirio etico, dettato dal ‘Nuovo Impero’ il quale, come sempre, vuole che tutti abbiano gli stessi comportamenti e come tanti ‘balilla’ sottostare tutti le stesse parole d’ordine”.
Secondo mons. Giusti, “la razionalità occidentale ha estremo bisogno di essere illuminata tramite l’esperienza mistica anche e soprattutto quella dei ragazzi”. Servono “giovani tesi alla ricerca e al possesso del bello” perché “solo persone che hanno fatto esperienza della bellezza di Dio potranno orientarsi nel mondo e riconoscere il Signore fra mille volti e mille voci e radicarsi nella fede”.
Ai ragazzi che lo ascoltavano il Vescovo ha rilanciato l’interrogativo di Dostoevskij: “è la bellezza che salverà il mondo?”. E ha aggiunto: “occorre educare a riconoscere il bello, e l’educazione della sensibilità religiosa, alla bellezza è uno dei compiti più importanti della formazione cristiana” soprattutto in “anni in cui si palesa il rischio di un ritorno all’imbarbarimento dei cuori (infanticidio, visione economicista e efficientista dell’uomo, abdicazione ai diritti dell’uomo, soppressione dell’handicappato e dell’anziano ammalato)”. La catechesi di mons. Giusti è dunque un accorato appello a “testimoniare la bellezza dell’Amore”. “Solo giovani che hanno iniziato a gustare quanto è buono il Signore – ha sottolineato – saranno suoi instancabili e fedeli ricercatori; solo gente che ha visto anche solo per un attimo la Bellezza, porterà nel cuore il desiderio di rincontrarla ed avrà dentro di se la pietra focale per valutare tutte le esperienze che vive”.
19 agosto 2011

Agenda »

Venerdì 24 Maggio 2019
LUN 20
MAR 21
MER 22
GIO 23
VEN 24
SAB 25
DOM 26
LUN 27
MAR 28
MER 29
GIO 30
VEN 31
SAB 01
DOM 02
LUN 03
MAR 04
MER 05
GIO 06
VEN 07
SAB 08
DOM 09
LUN 10
MAR 11
MER 12
GIO 13
VEN 14
SAB 15
DOM 16
LUN 17
MAR 18
Ufficio Catechistico Nazionale Consulta Nazionale UCN
Ufficio Catechistico Nazionale Gruppo di Lavoro sui Linguaggi
Ufficio Nazionale per l‘educazione, la scuola e l‘università Consulta Nazionale per l‘educazione, la scuola e l‘università
Il nuovo organismo dell´UCN è affidato al coordinamento di don Salvatore Soreca e don Giorgio Bezze. e ha come membri  il Prof. Michele Aglieri, Sr. Giancarla Barbon, Dott.ssa Katia Bolelli, Dott.ssa Anna Teresa Borrelli, don Andrea Cavallini, don Luigi Donati Fogliazza, don Maurizio Mirai, Prof. Don Ubaldo Montisci, P. Rinaldo Paganelli e Dott.ssa Avv. Angela Pesce.Fra i suoi obiettivi:a) proseguire il monitoraggio delle principali iniziative italiane in campo formativo, anche mediante l’utilizzo e l’arricchimento del portale www.formazionecatechisti.it;b) sostenere le realtà diocesane e associative con la stesura e la pubblicazione di un Vademecum per la formazione che recepisca gli studi più aggiornati in materia, nonché la disponibilità a interventi sul territorio per rileggere l’impostazione delle prassi formative;c) proporre nell’autunno 2019 una sessione di formazione rivolta ai direttori UCD e ai referenti formativi delle diocesi, delle regioni e delle realtà associative, con particolare attenzione a quegli ambiti in cui non è già attiva un’esperienza analoga (p. es.: i rapporti tra catechesi e altre azioni ecclesiali, la costruzione di un itinerario; le resistenze consce o inconsce alla formazione; i nuovi scenari della formazione degli adulti);d) formulare proposte circa la costituzione di un Settore UCN stabile dedicato alla formazione.