HomeNotizie
Vescovi

Don Enrico Solmi Vescovo di Parma

Parma
Il Papa ha nominato Vescovo di Parma il Rev.do Sacerdote Enrico Solmi, del clero dell’arcidiocesi di Modena – Nonantola, finora Responsabile diocesano della Pastorale Familiare e Direttore dell’Ufficio Regionale di Pastorale Familiare dell’Emilia Romagna. Il Rev.do Enrico Solmi è nato a San Vito di Spilamberto, provincia e arcidiocesi di Modena, il 18 luglio 1956. Ha frequentato il Seminario minore, poi quello maggiore di Modena ed ha completato la formazione sacerdotale nell’Istituto interdiocesano di Reggio Emilia. È stato ordinato presbitero il 28 giugno 1980 a Modena. Inviato a Roma a perfezionare gli studi, ha conseguito il Dottorato in Teologia Morale presso l’Accademia Alfonsiana e la specializzazione in bioetica presso l’Università Cattolica.

Dal 1986 è Insegnante di Teologia morale presso lo Studio Teologico interdiocesano di Reggio Emilia e dal 1987 presso l’Istituto di Scienze religiose di Modena. Nel 1991 ha ricevuto l’incarico di Delegato arcivescovile per la Pastorale familiare e dal 1996 dirige il Centro diocesano per la Pastorale familiare. Nel 2005 è stato nominato Vicario episcopale. È stato, inoltre, Vicario parrocchiale a S.Felice sul Panaro e a Santa Rita. Attualmente è anche Direttore dell’Ufficio regionale di Pastorale familiare dell’Emilia Romagna.
19 Gennaio 2008

Agenda »

Venerdì 28 Gennaio 2022
LUN 24
MAR 25
MER 26
GIO 27
VEN 28
SAB 29
DOM 30
LUN 31
MAR 01
MER 02
GIO 03
VEN 04
SAB 05
DOM 06
LUN 07
MAR 08
MER 09
GIO 10
VEN 11
SAB 12
DOM 13
LUN 14
MAR 15
MER 16
GIO 17
VEN 18
SAB 19
DOM 20
LUN 21
MAR 22
Ufficio Nazionale per la cooperazione missionaria tra le Chiese Consiglio Missionario Nazionale online
Servizio Nazionale per la pastorale delle persone con disabilita‘ Partecipazione incontro IC ragazzi -UCN
Ufficio Nazionale per la pastorale della salute Tavolo degli Hospice cattolici e di ispirazione cristiana
Prosegue i suoi lavori il tavolo degli Hospice cattolici e di ispirazione cristiana. Tra gli argomenti affrontati, la relazione con sistemi sanitari regionali molto diversi tra loro per approccio e regolamentazione di lavoro, la formazione - qualificata e specifica - rivolta al personale degli hospice, le cure palliative ed il rapporto con il territorio, l´approfondimento dell´identità cattolica degli hospice in una prospettiva di servizio alla vita, rispettandola ed accompagnandola fino al suo compimento naturale.