HomeNotizieDemografia, criterio di futuro

Demografia,
criterio di futuro

coppia
 “Ci preoccupa come Vescovi l’assenza di un affronto serio e responsabile del generale calo demografico, e quindi del rapporto sbilanciato tra la popolazione giovane e quella matura e anziana. Se non si riescono a far scaturire, nel breve periodo, le condizioni psicologiche e culturali per siglare un patto intergenerazionale che, considerando anche l’apporto dei nuovi italiani, sia in grado di raccordare fisco, previdenza e pensioni avendo come volano un’efficace politica per la famiglia, l’Italia non potrà invertire il proprio declino”.
Così il Presidente della CEI, nella prolusione di lunedì 26. Il Card. Bagnasco, il Card. Ruini, Giancarlo Blangiardo, Francesco D’Agostino e Antonio Golini mercoledì 5 ottobre, a Roma, presenteranno a Roma il volume “Il cambiamento demografico”, curato dal Comitato per il Progetto culturale della CEI ed edito da Laterza.
“Lo scopo di questo Rapporto-proposta, al quale hanno lavorato alcuni dei maggiori demografi italiani di varie matrici culturali insieme a studiosi di altre discipline – spiega il Card. Camillo Ruini – è proprio far entrare nell’intero corpo sociale la consapevolezza della sfida demografica con cui l’Italia deve inevitabilmente misurarsi.”
Il volume, come scandisce l’Introduzione, si articola in tre parti: la prima è orientata a fornire una oggettiva lettura del cambiamento, attraverso l’analisi della dinamica dei fenomeni demografici e delle trasformazioni strutturali della popolazione e delle famiglie; la seconda si spinge alla riflessione sulle sue cause e sulle relative conseguenze di ordine economico e socio-culturale; la terza apre la via al difficile terreno delle proposte e affronta la questione del governo del cambiamento demografico.
27 settembre 2011

Agenda »

Domenica 18 Novembre 2018
LUN 12
MAR 13
MER 14
GIO 15
VEN 16
SAB 17
DOM 18
LUN 19
MAR 20
MER 21
GIO 22
VEN 23
SAB 24
DOM 25
LUN 26
MAR 27
MER 28
GIO 29
VEN 30
SAB 01
DOM 02
LUN 03
MAR 04
MER 05
GIO 06
VEN 07
SAB 08
DOM 09
LUN 10
MAR 11
La Pastorale della salute si muove dentro un contesto culturale che nel corso del tempo ha cercato di trovare possibili risposte al problema della sofferenza e in modo particolare alla sofferenza innocente. Oggi come non mai questo problema sfida la ragione moderna e se spesso si preferisce spostare il problema o cercare di relativizzarlo rimane sempre una domanda aperta davanti ai grandi dramma della storia umana.Rispondendo a un´esigenza manifestata da più parti di approfondire una tematica che sta particolarmente a cuore ai diaconi permanenti, si terrà ad Assisi, dal 17 al 18 novembre 2018, il Seminario di approfondimento sui temi del diaconato nel mondo della salute.Scarica il programmaIscrizioni online
Segreteria Generale 2a Giornata dei Poveri
Il corso, che si terrà ad Assisi dal 18 al 23 novembre 2018, vuole offrire a cappellani e operatori pastorali che iniziano questo ministero o che sentono l’esigenza di un’ulteriore preparazione, alcuni elementi fondamentali di pastorale della salute.Essere accanto al malato, come «presenza e azione della Chiesa per recare la luce e la grazia del Signore a coloro che soffrono e a quanti se ne prendono cura» (cfr La pastorale della salute nella Chiesa italiana n. 19) è un compito prezioso e delicato che necessita passione e formazione.ProgrammaInformazioni logistiche