HomeNotizieRoma, presentazione IV Incontro Leaders religiosi

Roma, presentazione IV Incontro Leaders religiosi

Si è aperto il 16 giugno 2009 con una visita a L’Aquila, nelle zone colpite dal terremoto, il IV Incontro dei Leader Religiosi provenienti da tutto il mondo in occasione del prossimo G8 di luglio. Gli oltre ottanta rappresentati della Chiesa cattolica, delle altre denominazioni cristiane, del mondo ebraico, islamico, buddista e della World Conference of Religions for Peace del Giappone.

 
Nel pomeriggio del 16 giugno, a Roma, i partecipanti sono stati ricevuti in udienza dal Presidente della Repubblica Italiana Giorgio Napolitano. E’ stata invece la splendida cornice di Villa Madama (Ministero degli Affari Esteri) ad accogliere i partecipanti al summit religioso. Qui si è svolta la sessione di apertura presieduta da Sua Beatitudine Abuna Paulos, Patriarca della Chiesa Etiopica. A dare l’indirizzo di benvenuto saranno S.E. Mons. Vincenzo Paglia, Presidente della Commissione Episcopale per l’ecumenismo e il dialogo interreligioso della CEI. Sono intervenuti l’On. Franco Frattini, Ministro per gli Affari Esteri; S.E. Card. Jean-Louis Tauran, Presidente del Pontificio consiglio per il dialogo interreligioso.
La relazione principale è stata affidata al Prof. Andrea Riccardi, storico e Fondatore della Comunità di Sant’Egidio. Mercoledì 17 giugno 2009 la Sessione plenaria del IV Incontro dei Leaders Religiosi si terrà presso il Ministero degli Esteri (Sala delle Conferenze Internazionali).
La sessione sarà presieduta da S.E. Mons. Vincenzo Paglia. Sono previsti quattro interventi programmati a cura dell’Arciprete George Riabykh, del Patriarcato di Mosca; del Rev. Nikolaus Schneider, della Evangelical Church in Rhineland (Germania); del Rev. Leonid Kishkovsky, della World Conference of Religions for Peace (Usa); di Sig.ra Maria Voce, Presidente del Movimento dei Focolari. Nel pomeriggio riprenderanno con gli interventi degli altri leader. Al termine della Sessione verrà data lettura del Documento finale dei lavori al quale succederanno le conclusioni a cura di S.E. Mons. Vincenzo Paglia.
“L’incontro affronterà i temi prioritari che verranno discussi alla riunione del G8, come quello dell’acqua, della sicurezza alimentare, della salute, dell’educazione, della pace e della sicurezza – spiega il Vescovo Paglia -. Mentre un’attenzione particolare verrà dedicata all’Africa, che vuole essere al centro delle deliberazioni dell’incontro intergovernativo, l’intero dibattito si svolgerà nel contesto più generale di questo momento di crisi per l’economia mondiale. In tale quadro il IV Incontro dei rappresentanti religiosi di tutto il mondo che affronteranno i temi da un punto di vista etico fornendo quel prezioso supporto “spirituale” utile per intraprendere con speranza ogni questione sociale, nell’autentica e genuina prospettiva della ricerca del bene comune”.
15 giugno 2009

Agenda »

Venerdì 14 Dicembre 2018
LUN 10
MAR 11
MER 12
GIO 13
VEN 14
SAB 15
DOM 16
LUN 17
MAR 18
MER 19
GIO 20
VEN 21
SAB 22
DOM 23
LUN 24
MAR 25
MER 26
GIO 27
VEN 28
SAB 29
DOM 30
LUN 31
MAR 01
MER 02
GIO 03
VEN 04
SAB 05
DOM 06
LUN 07
MAR 08
Il nuovo organismo dell´UCN è affidato al coordinamento di don Salvatore Soreca e don Giorgio Bezze. e ha come membri  il Prof. Michele Aglieri, Sr. Giancarla Barbon, Dott.ssa Katia Bolelli, Dott.ssa Anna Teresa Borrelli, don Andrea Cavallini, don Luigi Donati Fogliazza, don Maurizio Mirai, Prof. Don Ubaldo Montisci, P. Rinaldo Paganelli e Dott.ssa Avv. Angela Pesce.Fra i suoi obiettivi:a) proseguire il monitoraggio delle principali iniziative italiane in campo formativo, anche mediante l’utilizzo e l’arricchimento del portale www.formazionecatechisti.it;b) sostenere le realtà diocesane e associative con la stesura e la pubblicazione di un Vademecum per la formazione che recepisca gli studi più aggiornati in materia, nonché la disponibilità a interventi sul territorio per rileggere l’impostazione delle prassi formative;c) proporre nell’autunno 2019 una sessione di formazione rivolta ai direttori UCD e ai referenti formativi delle diocesi, delle regioni e delle realtà associative, con particolare attenzione a quegli ambiti in cui non è già attiva un’esperienza analoga (p. es.: i rapporti tra catechesi e altre azioni ecclesiali, la costruzione di un itinerario; le resistenze consce o inconsce alla formazione; i nuovi scenari della formazione degli adulti);d) formulare proposte circa la costituzione di un Settore UCN stabile dedicato alla formazione.