HomeNotizieReligione a scuola, ragioni e condizioni

Religione a scuola,
ragioni e condizioni

irc
 
Per il 2012 il Servizio Nazionale per l’Irc e il Servizio Nazionale per gli studi superiori di teologia e di scienze religiose hanno scelto di celebrare congiuntamente il Convegno Nazionale dei Direttori e Responsabili diocesani dell’Irc e dei Presidi delle Facoltà Teologiche e Direttori degli ISSR, scegliendo come tema “Impegno comune per un Irc di qualità.
In apertura del Convegno – che si svolge lunedì 16 e martedì 17 aprile a Roma, presso l’Hotel NH Midas (via Aurelia, 800) – Mons. Vincenzo Annicchiarico, Responsabile del Servizio Nazionale per l’Irc, ne ha evidenziato le finalità: “gettare le basi per una collaborazione volta a consolidare l’impegno comune a favore della formazione iniziale e permanente degli insegnanti di religione cattolica”.
Anche il titolo del Convegno “Impegno comune per un Irc di qualità” è servito a Mons. Annichiarico a mettere in evidenza “le due parole chiave su cui i Servizi, hanno lavorato con intelligenza e tenacia: sinergia e qualità, prefigurando la possibilità di un cammino di convergenza che coinvolga più soggetti nella realizzazione di itinerari di formazione che, pur nella diversità degli approcci, pongano al centro la persona e la sua formazione integrale secondo la visione cristiana”.
Il Responsabile del Servizio, richiamando gli Orientamenti pastorali del decennio, ha anche spiegato che l’Ircnon è solo una “officina di senso” come ogni altra disciplina scolastica, ma è anche “l’espressione dell’impegno culturale della Chiesa, capace di promuovere un cammino, un curriculum, attraverso un sistema di significati che è dato dallo statuto epistemologico della disciplina stessa che ha come elementi di fondo quelli relativi alla dimensione religiosa dell’essere umano e cioè: gli interrogativi su Dio, l’interpretazione del mondo, il significato e il valore della vita, le norme dell’agire umano”.
Il Convegno ha offerto la possibilità di ringraziare S.E. Mons. Nunzio Galantino, Vescovo di Cassano allo Ionio, per l’impegno e la dedizione con cui ha promosso lo studio della teologia nelle Chiese che sono in Italia: il testimone ora passa a don Andrea Toniolo, Preside della Facoltà Teologica del Triveneto.
Lunedì sera 16 S.E. Mons. Mariano Crociata, Segretario Generale della CEI, ha presieduto la celebrazione della S. Messa per i partecipanti al Convegno. Nell’omelia ha richiamato che “la formazione iniziale e permanente dei docenti resta esigenza di prima grandezza per garantire efficacia ad un insegnamento chiamato a dare un contributo strutturante all’educazione delle nuove generazioni”.
Ha, inoltre, evidenziato la necessità dell’impegno ad “abitare una riflessione attenta a tenere vive le ragioni della presenza dell’insegnamento nella scuola pubblica: un compito reso tanto più urgente da un dibattito, sia in Italia che in Europa, a cui non ci è consentito di rimanere estranei”.

Il programma completo dei lavori è disponibile nel sito www.chiesacattolica.it/irc e su www.chiesacattolica.it/teologiaissr

16 Aprile 2012

Agenda »

Giovedì 04 Giugno 2020
LUN 01
MAR 02
MER 03
GIO 04
VEN 05
SAB 06
DOM 07
LUN 08
MAR 09
MER 10
GIO 11
VEN 12
SAB 13
DOM 14
LUN 15
MAR 16
MER 17
GIO 18
VEN 19
SAB 20
DOM 21
LUN 22
MAR 23
MER 24
GIO 25
VEN 26
SAB 27
DOM 28
LUN 29
MAR 30
Nessun Evento