Home
domenica 06 Giugno 2021

Secondi Vespri

SS. CORPO E SANGUE DI CRISTO - SOLENNITA' - LITURGIA PROPRIA
Grandezza Testo A A A
V.
O Dio, vieni a salvarmi

R.
Signore, vieni presto in mio aiuto.
Gloria al Padre e al Figlio
   e allo Spirito Santo.
Come era nel principio, e ora e sempre
   nei secoli dei secoli. Amen. Alleluia.
INNO
Frumento di Cristo noi siamo,
cresciuti nel sole di Dio,
nell'acqua del fonte impastati,
segnati dal crisma divino.
In pane trasformaci, o Padre,
per il sacramento di pace:
un Pane, uno Spirito, un Corpo,
la Chiesa una-santa, o Signore.
O Cristo, pastore glorioso,
a te la potenza e l'onore
col Padre e lo Spirito Santo
nei secoli dei secoli. Amen.
1 ant.
Sacerdote per sempre, come Melchisedek
          Cristo Signore ha offerto il pane e il vino.
SALMO 109
Oracolo del Signore al mio Signore: *
   «Siedi alla mia destra,
finché io ponga i tuoi nemici *
   a sgabello dei tuoi piedi».
Lo scettro del tuo potere stende il Signore da Sion: *
   «Domina in mezzo ai tuoi nemici.
A te il principato nel giorno della tua potenza *
   tra santi splendori;
dal seno dell’aurora, *
   come rugiada, io ti ho generato».
Il Signore ha giurato e non si pente: *
   «Tu sei sacerdote per sempre
       al modo di Melchisedek».
​Il Signore è alla tua destra, *
   annienterà i re nel giorno della sua ira.
Lungo il cammino si disseta al torrente *
   e solleva alta la testa.
1 ant.
Sacerdote per sempre, come Melchisedek
          Cristo Signore ha offerto il pane e il vino.
2 ant.
Alzerò il calice della salvezza,
          offrirò il sacrificio della lode.
SALMO 115
Ho creduto anche quando dicevo: *
   «Sono troppo infelice».
Ho detto con sgomento: *
   «Ogni uomo è inganno».
Che cosa renderò al Signore *
   per quanto mi ha dato?
Alzerò il calice della salvezza *
   e invocherò il nome del Signore.
Adempirò i miei voti al Signore, *
   davanti a tutto il suo popolo.
Preziosa agli occhi del Signore *
   è la morte dei suoi fedeli.
Sì, io sono il tuo servo, Signore, †
   io sono tuo servo, figlio della tua ancella; *
   hai spezzato le mie catene.
A te offrirò sacrifici di lode *
   e invocherò il nome del Signore.
Adempirò i miei voti al Signore *
   davanti a tutto il suo popolo,
negli atri della casa del Signore, *
   in mezzo a te, Gerusalemme.
2 ant.
Alzerò il calice della salvezza,
          offrirò il sacrificio della lode.
3 ant.
Tu sei la via e la verità,
          tu sei la vita del mondo, Signore.
Quando il seguente cantico si canta,
l’Alleluia
si può ripetere anche più volte a ogni versetto o semiversetto.
CANTICO   Cfr. Ap 19, 1-7
Alleluia.
Salvezza, gloria e potenza sono del nostro Dio; *
    veri e giusti sono i suoi giudizi.
Alleluia.
Lodate il nostro Dio, voi tutti suoi servi, *
    voi che lo temete, piccoli e grandi.
Alleluia.
Ha preso possesso del suo regno il Signore, *
    il nostro Dio, l’Onnipotente.
Alleluia.
Rallegriamoci ed esultiamo, *
    rendiamo a lui gloria.
Alleluia.
Sono giunte le nozze dell’Agnello; *
    la sua sposa è pronta.
3 ant.
Tu sei la via e la verità,
          tu sei la vita del mondo, Signore.
LETTURA BREVE                                           
1 Cor 11, 23-25
   Io, fratelli, ho ricevuto dal Signore quello che a mia volta vi ho trasmesso: il Signore Gesù, nella notte in cui veniva tradito, prese del pane e, dopo aver reso grazie, lo spezzò e disse: «Questo è il mio corpo, che è per voi; fate questo in memoria di me». Allo stesso modo, dopo aver cenato, prese anche il calice, dicendo: «Questo calice è la Nuova Alleanza nel mio sangue; fate questo, ogni volta che ne bevete, in memoria di me».
 
RESPONSORIO BREVE
R.
Ci hai dato un pane dal cielo.
*
Alleluia, alleluia.
Ci hai dato un pane dal cielo. Alleluia, alleluia.

V.
Pane degli angeli, cibo dell’uomo.
Alleluia, alleluia.
   Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo.
Ci hai dato un pane dal cielo. Alleluia, alleluia.
Ant. al Magn.
Mistero della Cena!
Ci nutriamo di Cristo,
si fa memoria della sua passione,
l’anima è ricolma di grazia,
ci è donato il pegno della gloria, alleluia.
CANTICO DELLA BEATA VERGINE                         Lc 1, 46-55
Esultanza dell’anima nel Signore
L’anima mia magnifica il Signore *
   e il mio spirito esulta in Dio, mio salvatore,
perché ha guardato l’umiltà della sua serva. *
   D’ora in poi tutte le generazioni
     mi chiameranno beata.
Grandi cose ha fatto in me l’Onnipotente *
   e Santo è il suo nome:
di generazione in generazione la sua misericordia *
   si stende su quelli che lo temono.
Ha spiegato la potenza del suo braccio, *
   ha disperso i superbi nei pensieri del loro cuore;
ha rovesciato i potenti dai troni, *
   ha innalzato gli umili;
ha ricolmato di beni gli affamati, *
   ha rimandato i ricchi a mani vuote.
Ha soccorso Israele, suo servo, *
   ricordandosi della sua misericordia,
come aveva promesso ai nostri padri, *
   ad Abramo e alla sua discendenza, per sempre.
Gloria al Padre e al Figlio *
   e allo Spirito Santo.
Come era nel principio, e ora e sempre *
   nei secoli dei secoli. Amen.
Ant. al Magn.
Mistero della Cena!
Ci nutriamo di Cristo,
si fa memoria della sua passione,
l’anima è ricolma di grazia,
ci è donato il pegno della gloria, alleluia.
INTERCESSIONI
Cristo nella Cena pasquale ha donato il suo Corpo e
   il suo Sangue per la vita del mondo. Riuniti nella
   preghiera di lode, invochiamo il suo nome:
   Cristo, pane del cielo, da’ a noi la vita eterna.

Cristo, Figlio del Dio vivo, che ci hai comandato di
    celebrare l’Eucaristia in tua memoria,

fa’ che vi partecipiamo sempre con fede e amore
    a beneficio di tutta la Chiesa.
Cristo, unico e sommo sacerdote, che hai affidato ai
    tuoi sacerdoti i santi misteri,

fa’ che essi esprimano nella vita ciò che celebrano
    nel sacramento.
Cristo, che riunisci in un solo corpo quanti si nutrono
    di uno stesso pane,

accresci nella nostra comunità la concordia e la
    pace.
Cristo, che nell’Eucaristia ci dai il farmaco dell’immortalità
    e il pegno della risurrezione,

dona la salute agli infermi e il perdono ai peccatori.
Cristo, che nell’Eucaristia ci dai la grazia di annunziare
    la tua morte e risurrezione fino al giorno
    della tua venuta,

rendi partecipi della tua gloria i nostri fratelli
    defunti.
 
Padre nostro.
ORAZIONE
   Signore Gesù Cristo, che nel mirabile sacramento dell’Eucaristia ci hai lasciato il memoriale della tua Pasqua, fa’ che adoriamo con viva fede il santo mistero del tuo Corpo e del tuo Sangue, per sentire sempre in noi i benefici della redenzione. Tu sei Dio, e vivi e regni con Dio Padre, nell’unità dello Spirito Santo, per tutti i secoli dei secoli.
Il Signore ci benedica, ci preservi da ogni male e ci conduca alla vita eterna.

R.
Amen.