Home
giovedì 06 Maggio 2021

Vespri

GIOVEDI' -  V SETTIMANA DI PASQUA - I SETTIMANA DEL SALTERIO
Grandezza Testo A A A
V.
O Dio, vieni a salvarmi

R.
Signore, vieni presto in mio aiuto.
Gloria al Padre e al Figlio
   e allo Spirito Santo.
Come era nel principio, e ora e sempre
   nei secoli dei secoli. Amen. Alleluia.
INNO
Alla cena dell’Agnello,
avvolti in bianche vesti,
attraversato il Mar Rosso,
cantiamo a Cristo Signore.
Il suo corpo arso d’amore
sulla mensa è pane vivo;
il suo sangue sull’altare
calice del nuovo patto.
In questo vespro mirabile
tornan gli antichi prodigi:
un braccio potente ci salva
dall’angelo distruttore.
Mite agnello immolato,
Cristo è la nostra Pasqua;
il suo corpo adorabile
è il vero pane azzimo.
Irradia sulla tua Chiesa
la gioia pasquale, o Signore;
unisci alla tua vittoria
i rinati nel battesimo.
Sia lode e onore a Cristo,
vincitore della morte,
al Padre e al Santo Spirito
ora e nei secoli eterni. Amen.
Oppure:
Ad cenam Agni próvidi,
stolis salútis cándidi,
post tránsitum maris Rubri
Christo canámus príncipi.
Cuius corpus sanctíssimum
in ara crucis tórridum,
sed et cruórem róseum
gustándo, Deo vívimus.
Protécti paschæ véspero
a devastánte ángelo,
de Pharaónis áspero
sumus erépti império.
Iam pascha nostrum Christus est,
agnus occísus ínnocens;
sinceritátis ázyma
qui carnem suam óbtulit.
O vera, digna hóstia,
per quam frangúntur tártara,
captíva plebs redímitur,
reddúntur vitæ prǽmia!
Consúrgit Christus túmulo,
victor redit de bárathro,
tyránnum trudens vínculo
et paradísum réserans.
Esto perénne méntibus
paschále, Iesu, gáudium
et nos renátos grátiæ
tuis triúmphis ággrega.
Iesu, tibi sit glória,
qui morte victa prǽnites,
cum Patre et almo Spíritu,
in sempitérna sǽcula. Amen.
1 ant.
Hai cambiato in gioia il mio dolore, alleluia.
SALMO 29
Ringraziamento per la liberazione dalla morte

Cristo rende grazie al Padre per la sua risurrezione
gloriosa
(Cassiano).
Ti esalterò, Signore, perché mi hai liberato *
   e su di me non hai lasciato esultare i nemici.
Signore Dio mio, *
   a te ho gridato e mi hai guarito.
Signore, mi hai fatto risalire dagli inferi, *
   mi hai dato vita perché non scendessi nella tomba.
Cantate inni al Signore, o suoi fedeli, *
   rendete grazie al suo santo nome,
perché la sua collera dura un istante, *
   la sua bontà per tutta la vita.
Alla sera sopraggiunge il pianto *
   e al mattino, ecco la gioia.
Nella mia prosperità ho detto: *
   «Nulla mi farà vacillare!».
Nella tua bontà, o Signore, *
   mi hai posto su un monte sicuro;
ma quando hai nascosto il tuo volto, *
   io sono stato turbato.
A te grido, Signore, *
   chiedo aiuto al mio Dio.
Quale vantaggio dalla mia morte, *
   dalla mia discesa nella tomba?
Ti potrà forse lodare la polvere *
   e proclamare la tua fedeltà nell’amore ?
Ascolta, Signore, abbi misericordia, *
   Signore, vieni in mio aiuto.
Hai mutato il mio lamento in danza, *
   la mia veste di sacco in abito di gioia,
perché io possa cantare senza posa. *
   Signore, mio Dio, ti loderò per sempre.
1 ant.
Hai cambiato in gioia il mio dolore, alleluia.
2 ant.
Siamo riconciliati con Dio
          nella morte del suo Figlio, alleluia.
SALMO 31    Ringraziamento per il perdono dei peccati

Davide proclama beato l’uomo a cui Dio accredita la
giustizia indipendentemente dalle sue opere
(Rm 4, 6).
Beato l’uomo a cui è rimessa la colpa, *
   e perdonato il peccato.
Beato l’uomo a cui Dio non imputa alcun male *
   e nel cui spirito non è inganno.
Tacevo e si logoravano le mie ossa, *
   mentre gemevo tutto il giorno.
Giorno e notte pesava su di me la tua mano, *
   come per arsura d’estate inaridiva il mio vigore.
Ti ho manifestato il mio peccato, *
   non ho tenuto nascosto il mio errore.
Ho detto: «Confesserò al Signore le mie colpe» *
   e tu hai rimesso la malizia del mio peccato.
Per questo ti prega ogni fedele *
   nel tempo dell’angoscia.
Quando irromperanno grandi acque *
   non lo potranno raggiungere.
Tu sei il mio rifugio, mi preservi dal pericolo, *
   mi circondi di esultanza per la salvezza.
Ti farò saggio, t’indicherò la via da seguire; *
   con gli occhi su di te, ti darò consiglio.
Non siate come il cavallo e come il mulo
      privi d’intelligenza; †
   si piega la loro fierezza con morso e briglie, *
   se no, a te non si avvicinano.
Molti saranno i dolori dell’empio, *
   ma la grazia circonda chi confida nel Signore.
Gioite nel Signore ed esultate, giusti, *
   giubilate, voi tutti, retti di cuore.
2 ant.
Siamo riconciliati con Dio
          nella morte del suo Figlio, alleluia.
3 ant.
Chi è forte come te, o Signore?
          Chi è come te, meraviglioso in santità?
          Alleluia.
CANTICO   Cfr. Ap 11, 17-18; 12, 10b-12a  Il giudizio di Dio
Noi ti rendiamo grazie,
        Signore Dio onnipotente, *
     che sei e che eri,
perché hai messo mano
     alla tua grande potenza, *
   e hai instaurato il tuo regno.
Le genti fremettero, †
   ma è giunta l’ora della tua ira, *
   il tempo di giudicare i morti,
di dare la ricompensa ai tuoi servi, †
   ai profeti e ai santi *
   e a quanti temono il tuo nome, piccoli e grandi.
Ora si è compiuta la salvezza,
     la forza e il regno del nostro Dio *
   e la potenza del suo Cristo,
poiché è stato precipitato l’Accusatore; †
   colui che accusava i nostri fratelli, *
   davanti al nostro Dio giorno e notte.
Essi lo hanno vinto per il sangue dell’Agnello †
   e la testimonianza del loro martirio, *
   perché hanno disprezzato la vita fino a morire.
Esultate, dunque, o cieli, *
   rallegratevi e gioite,
      voi tutti che abitate in essi.
3 ant.
Chi è forte come te, o Signore?
          Chi è come te, meraviglioso in santità?
          Alleluia.
LETTURA BREVE
1 Pt 3, 18. 22
     Cristo è morto una volta per sempre per i peccati, giusto per gli ingiusti, per ricondurvi a Dio; messo a morte nella carne, ma reso vivo nello spirito.
     Egli è alla destra di Dio, dopo essere salito al cielo e aver ottenuto la sovranità sugli angeli, i Principati e le Potenze.
 
RESPONSORIO BREVE
R.
Cristo è vivo per la potenza di Dio,
*
alleluia,
alleluia.
Cristo è vivo per la potenza di Dio, alleluia, alleluia.

V.
Per noi fu debole fino alla croce.
Alleluia, alleluia.
    Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo.
Cristo è vivo per la potenza di Dio, alleluia, alleluia.
Ant. al Magn.
Ho parlato a voi,
perché siate nella gioia,
e la vostra gioia sia perfetta, alleluia.
CANTICO DELLA BEATA VERGINE                         Lc 1, 46-55
Esultanza dell’anima nel Signore
L’anima mia magnifica il Signore *
   e il mio spirito esulta in Dio, mio salvatore,
perché ha guardato l’umiltà della sua serva. *
   D’ora in poi tutte le generazioni
     mi chiameranno beata.
Grandi cose ha fatto in me l’Onnipotente *
   e Santo è il suo nome:
di generazione in generazione la sua misericordia *
   si stende su quelli che lo temono.
Ha spiegato la potenza del suo braccio, *
   ha disperso i superbi nei pensieri del loro cuore;
ha rovesciato i potenti dai troni, *
   ha innalzato gli umili;
ha ricolmato di beni gli affamati, *
   ha rimandato i ricchi a mani vuote.
Ha soccorso Israele, suo servo, *
   ricordandosi della sua misericordia,
come aveva promesso ai nostri padri, *
   ad Abramo e alla sua discendenza, per sempre.
Gloria al Padre e al Figlio *
   e allo Spirito Santo.
Come era nel principio, e ora e sempre *
   nei secoli dei secoli. Amen.
Ant. al Magn.
Ho parlato a voi,
perché siate nella gioia,
e la vostra gioia sia perfetta, alleluia.
INTERCESSIONI
​Pieni di fede preghiamo Cristo, primizia di coloro
   che risorgono dai morti:
   Cristo che sei risuscitato dai morti, ascoltaci.
Signore, ricordati della tua Chiesa santa edificata
    sul fondamento degli apostoli e diffusa nel mondo intero,

benedici tutti coloro che invocano il tuo nome.
Tu che sei il medico dei corpi e delle anime,

​—
salvaci con la forza del tuo amore.
Solleva e conforta i malati,

liberali da tutte le loro sofferenze.
Aiuta coloro che sono affaticati e oppressi,

soccorri i poveri e i sofferenti.
Tu che con la morte e la risurrezione hai aperto la via
     dell’immortalità,

ricevi nella tua pace i morti a causa della violenza e dell’odio.
 
Padre nostro.
ORAZIONE
   O Dio, che per la tua grazia, da peccatori ci fai diventare giusti e da infelici beati, conferma in noi l’opera del tuo amore, e custodisci il tuo dono, perché a tutti coloro che hai giustificato mediante la fede non manchi la forza della perseveranza. Per il nostro Signore.
Il Signore ci benedica, ci preservi da ogni male e ci conduca alla vita eterna.

R.
Amen.