HomeNotizie
Salute

Giornata mondiale del malato

Famiglia_cop
“La famiglia nella realtà della malattia” è il titolo del sussidio che l’Ufficio Cei e la Consulta nazionale per la pastorale della sanità hanno preparato in occasione della 16ª Giornata mondiale del malato che sarà celebrata l’11 febbraio 2008. E’ disponibile nel sito internet dell’Ufficio all’indirizzo www.chiesacattolica.it/sanita. “La celebrazione della Giornata mondiale del malato nelle diocesi e nelle comunità cristiane è l’occasione per riflettere sulle trasformazioni in atto nella nostra società e sul nostro modo di vivere la fede e annunciare il Vangelo – spiega don Andrea Manto, direttore dell’Ufficio Cei per la pastorale della sanità nella presentazione del sussidio -. Una buona prassi pastorale si nutre della capacità di ascoltare e comprendere i contesti vitali e i linguaggi delle persone a cui si rivolge l’annuncio”. Sotto questo aspetto la famiglia dell’ammalato riveste un ruolo particolare e richiede una speciale attenzione pastorale.

“Essendo così vicina e legata all’ammalato, infatti, la famiglia – aggiunge don Andrea – è investita in maniera diretta delle conseguenze affettive e assistenziali della malattia di un suo membro. Dal canto suo la famiglia attraversa, nella nostra società, una crisi senza precedenti e manifesta una fragilità strutturale che la rende spesso incapace di reagire alle tante difficoltà della vita. La realtà della malattia può costituire per la famiglia un carico troppo pesante, se non viene sostenuta e tutelata come il primo e più naturale luogo di cura”. Davanti a queste considerazioni la Consulta per la pastorale della sanità ha indicato come tema quello della famiglia per la riflessione della Chiesa italiana in occasione della XVI Giornata mondiale del malato.
“La riflessione sulla famiglia nella realtà della malattia offre l’opportunità di considerare una serie di aspetti significativi nella cura pastorale dei malati – prosegue Manto -. Penso, in particolare, alle famiglie con ammalati di particolare gravità, quali quelli oncologici, i disabili cronici o i malati mentali; penso all’importanza di politiche per la famiglia che siano di supporto alle situazioni di fragilità; penso, infine, alla necessità per le comunità cristiane e la società civile di una maturazione culturale che sappia pensare anche la realtà della malattia a partire dall’uomo e dalle sue relazioni fondamentali”.
06 Febbraio 2008

Agenda »

Sabato 02 Luglio 2022
LUN 27
MAR 28
MER 29
GIO 30
VEN 01
SAB 02
DOM 03
LUN 04
MAR 05
MER 06
GIO 07
VEN 08
SAB 09
DOM 10
LUN 11
MAR 12
MER 13
GIO 14
VEN 15
SAB 16
DOM 17
LUN 18
MAR 19
MER 20
GIO 21
VEN 22
SAB 23
DOM 24
LUN 25
MAR 26
Ufficio Nazionale per la pastorale della salute Progetto formativo "Camici Gialli"
Corso a livello nazionale per la formazione iniziale di formatori al volontariato spirituale e relazionale nelle strutture sanitarie e socio-sanitarie. Il Corso è rivolto a tutti i giovani dai 18 ai 30 anni.L´obiettivo è quello di preparare formatori nel progetto “Camici gialli”, per la promozione della presenza di giovani volontari di animazione spirituale negli ospedali sotto la guida delle cappellanie di riferimento.Scarica la scheda del progettoIscriviti online
Servizio Nazionale per la pastorale delle persone con disabilita‘ Congresso Nazionale "Il futuro dei sostegni. Dagli standard alla qualità di vita"
Per saperne di più: www.sidin.org
Ufficio Catechistico Nazionale Convegno Nazionale dei Direttori UCD