HomeNotizieChiese aperte, luoghi di preghiera

Chiese aperte,
luoghi di preghiera

L’accesso alle chiese aperte al culto non può essere condizionato al pagamento di un biglietto di ingresso. Una Nota, approvata dal Consiglio Episcopale Permanente della CEI, intende riaffermare tale principio, tipico della tradizione italiana, in virtù del quale l’apertura delle chiese è gratuita, in quanto luoghi dedicati primariamente alla preghiera comunitaria e personale.

Questa regola vale sia per le chiese di proprietà di enti ecclesiastici che per quelle dello Stato, di altri enti pubblici e di soggetti privati. Si applica anche alle chiese di grande rilevanza storico-artistica, interessate da flussi notevoli di visitatori: è fondamentale, infatti, che il turista percepisca di essere accolto nel luogo sacro e, di conseguenza, si comporti in maniera adeguata e rispettosa.
Il principio generale non impedisce che si possa esigere il pagamento di un biglietto per la visita a parti del complesso chiaramente distinte dalla chiesa, quali, per esempio, la cripta, il tesoro, il battistero, il campanile, il chiostro o una singola cappella.
Vi sono, di fatto, in Italia chiese con ingresso a pagamento: si tratta, comunque, di eccezioni numericamente assai contenute, rispetto all’ingente patrimonio complessivo. Da un’indagine condotta lo scorso anno dalla CEI sull’intero territorio nazionale, risultano infatti solo 59 chiese per accedere alle quali viene chiesto il pagamento di un biglietto. Non è rara, invece, la scelta – a fronte di frotte di turisti – di contingentare il numero delle presenze, imponendo una turnazione al fine di assicurare la conservazione e la sicurezza del bene.
14 febbraio 2012

Agenda »

Venerdì 24 Maggio 2019
LUN 20
MAR 21
MER 22
GIO 23
VEN 24
SAB 25
DOM 26
LUN 27
MAR 28
MER 29
GIO 30
VEN 31
SAB 01
DOM 02
LUN 03
MAR 04
MER 05
GIO 06
VEN 07
SAB 08
DOM 09
LUN 10
MAR 11
MER 12
GIO 13
VEN 14
SAB 15
DOM 16
LUN 17
MAR 18
Ufficio Catechistico Nazionale Consulta Nazionale UCN
Ufficio Catechistico Nazionale Gruppo di Lavoro sui Linguaggi
Ufficio Nazionale per l‘educazione, la scuola e l‘università Consulta Nazionale per l‘educazione, la scuola e l‘università
Il nuovo organismo dell´UCN è affidato al coordinamento di don Salvatore Soreca e don Giorgio Bezze. e ha come membri  il Prof. Michele Aglieri, Sr. Giancarla Barbon, Dott.ssa Katia Bolelli, Dott.ssa Anna Teresa Borrelli, don Andrea Cavallini, don Luigi Donati Fogliazza, don Maurizio Mirai, Prof. Don Ubaldo Montisci, P. Rinaldo Paganelli e Dott.ssa Avv. Angela Pesce.Fra i suoi obiettivi:a) proseguire il monitoraggio delle principali iniziative italiane in campo formativo, anche mediante l’utilizzo e l’arricchimento del portale www.formazionecatechisti.it;b) sostenere le realtà diocesane e associative con la stesura e la pubblicazione di un Vademecum per la formazione che recepisca gli studi più aggiornati in materia, nonché la disponibilità a interventi sul territorio per rileggere l’impostazione delle prassi formative;c) proporre nell’autunno 2019 una sessione di formazione rivolta ai direttori UCD e ai referenti formativi delle diocesi, delle regioni e delle realtà associative, con particolare attenzione a quegli ambiti in cui non è già attiva un’esperienza analoga (p. es.: i rapporti tra catechesi e altre azioni ecclesiali, la costruzione di un itinerario; le resistenze consce o inconsce alla formazione; i nuovi scenari della formazione degli adulti);d) formulare proposte circa la costituzione di un Settore UCN stabile dedicato alla formazione.