Notizie

20 novembre 2017

Sant'Edmondo
HomeNotiziePer una cultura dell’incontro
Scuola e Università

Per una cultura dell’incontro

Giovani universitari

“La cultura dell’incontro si impara più dalla vita che dai libri, ma va comunque posta a tema e approfondita anche nei suoi risvolti politici, economici, scientifici”. Lo ha detto Monsignor Nunzio Galantino giovedì 2 marzo intervenendo, a Roma, all’inaugurazione dell’anno accademico dell’Università Europea. “Alternativa – ha aggiunto – è un’università che forma persone e non solo si preoccupa di preparare lavoratori”.
“A proposito delle diseguaglianze presenti nel mondo globale, – ha detto ancora il Segretario Generale della CEI – mentre ci impegniamo a combattere la povertà in tutte le sue forme – ognuno con gli strumenti tipici della sua professione – resta anche vero che il povero è custode di un messaggio vitale per il bene comune, un messaggio che l’università potrebbe intercettare nel suo essere costitutivamente attenta a tutti i segnali della società. L’università ha in sé la tensione a studiare tutto ciò che la realtà le rimanda. Le nostre università sorte attorno a un’ispirazione spirituale più di altre dovrebbero, proprio in nome del Vangelo, indagare anche quanto è stato rivelato ai piccoli, ascoltare quanto i piccoli hanno da dire e metterlo a disposizione del bene comune”.

In allegato il testo dell’intervento.

02 marzo 2017

Agenda »

Lunedì 20 Novembre 2017
LUN 20
MAR 21
MER 22
GIO 23
VEN 24
SAB 25
DOM 26
LUN 27
MAR 28
MER 29
GIO 30
VEN 01
SAB 02
DOM 03
LUN 04
MAR 05
MER 06
GIO 07
VEN 08
SAB 09
DOM 10
LUN 11
MAR 12
MER 13
GIO 14
VEN 15
SAB 16
DOM 17
LUN 18
MAR 19
Ufficio Nazionale per la cooperazione missionaria tra le Chiese 1° modulo corso formazione Direttori CMD di recente nomina
Ufficio Nazionale per l‘ecumenismo e il dialogo interreligioso Convegno "Nel nome di colui che ci riconcilia tutti in un solo corpo (cfr. Ef 2,16)"
Il Convegno prende lo spunto ideale dal quinto centenario della Riforma del XVI secolo e si prefigge di interrogarsi su cosa può significare “riforma” nel contesto storico attuale. Il programma è frutto di un bel lavoro di riflessione e di confronto comune da parte dei rappresentanti delle varie Chiese: Chiesa cattolica, Arcidiocesi Ortodossa di Italia e Malta del Patriarcato Ecumenico di Costantinopoli, Chiesa Apostolica Armena, Diocesi di Roma del Patriarcato Copto Ortodosso, Chiesa d’Inghilterra, Diocesi Ortodossa Romena d’Italia e Federazione delle Chiese Evangeliche in Italia.