Direttore: Pompili Mons. Domenico
Vice Direttore: Maffeis Don Ivan
Circonvallazione Aurelia, 50 00165 Roma
06 66398209
06 66398239
Cerca
in evidenza
  • Giovedì 26 Marzo 2015

    Profumo di Vangelo

    "Diffondere il profumo inafferrabile, impalpabile, eppure inconfondibile del Vangelo è quanto resta da compiere rivivendo il mistero della passione, morte e risurrezione". Così mons. Pompili il 25 marzo, ai giornalisti che hanno partecipato all’esercizio di ricerca della fede. Al centro dell’incontro il Vangelo della Domenica delle Palme.
25/03/2015
Milano
"Il tablet e la mezzaluna" è il titolo del dibattito in programma a Milano, presso la Sala Ricci del Centro Culturale San Fedele (piazza San Fedele, 4), martedì 14 aprile alle ore 18.00. All'incontro, che approfondirà il tema "Islam e Occidente alla prova dei media" e si inserisce nella serie "Conoscere il meticciato, governare il cambiamento", parteciperanno Gilles Kepel (professore, Science Po Paris), Mustafa Akyol (opinionista politico e scrittore, Istanbul) e il giornalista di Avvenire Alessandro Zaccuri.
24/03/2015
Forlì - Bertinoro
Dopo l’apertura due settimane fa, giovedì alle 21 andrà in scena nella chiesa di Coriano a Forlì il secondo spettacolo della «Rassegna di Teatro Sacro», organizzata per la Quaresima e la Pasqua dalla Pastorale giovanile della diocesi di Forlì-Bertinoro, in collaborazione con gli Uffici catechistico e culturale e con i Salesiani della sala multimediale San Luigi.
24/03/2015
Fidenza
La cattedrale di San Donnino a Fidenza apre le porte, fra le prime in Italia, alla «realtà aumentata», per una visita approfondita non più con guida cartacea o audiovisiva, ma con smartphone e tablet. Il nuovo modo di scoprire o approfondire arte e fede in uno dei gioielli millenari dell’architettura romanico-gotica della via Francigena, come la cattedrale di Fidenza, è stato presentato questa in vescovado dai promotori dell’iniziativa, l’università di Parma, la diocesi e il comune di Fidenza, la Fondazione Monte di Parma e l’azienda Humarker di Parma, che ha messo a disposizione le nuove tecnologie informatiche.
24/03/2015
Cremona
Hanno scelto di percorrere le strade digitali per l’evangelizzazione. Quelle classiche non bastavano più per raggiungere tutte le persone del quartiere. Così S. Francesco d’Assisi, parrocchia di Cremona, ha deciso di diventare 2.0 dotandosi di una App gratuita per smartphone e tablet che renda fluida la comunicazione interna e che raggiunga i lontani...
24/03/2015
Reggio Calabria - Bova
Aggiornare in tempo reale su tutte le attività della diocesi di Reggio Calabria-Bova. È l’obiettivo di un’applicazione per smarthone e tablet presentata nei giorni scorsi a Reggio Calabria. Si chiama «Chiesa di Reggio - Bova » e la si può scaricare da Play- Store.
24/03/2015
Roma
Dei 190 giornali che aderiscono oggi alla Fisc se ne contano cinque distribuiti in Europa e che fanno capo alle Missioni cattoliche italiane. Giornali nati – accanto a molti bollettini delle comunità – con l’obiettivo di dare voce alle varie comunità italiane che vivono nel Vecchio Continente dove risiedono tuttora oltre 250mila nostri connazionali. I rappresentanti di queste testate si sono incontrati nei giorni scorsi a Roma per discutere su come rilanciare la loro attività rispondendo anche alle esigenze del Web e degli altri nuovi strumenti di comunica
archivio
News
Nell’immaginario comune Facebook è uno strumento di divertimento e, a volte, di disinformazione, dileggio, volgarità eccetera. Eppure il Rapporto Censis-Ucsi sulla comunicazione, tra le tante sorprese che riserva, ne ha una anche sul più grande social network del mondo. «È il primo strumento usato oggi dai ragazzi italiani per informarsi (lo usa il 71,1%)».
L’efficacia comunicativa del Pontefice si giova anche di adattamenti originali, spagnolismi tratti dal gergo di Buenos Aires e veri conii lessicali. Da 'primereare' a 'balconear', da 'misericordiando' a 'mafiarsi', Mimmo Muolo riflette, su Avvenire del 26 marzo, sul senso delle creazioni linguistiche di Papa Francesco. 
Un vocabolario aperto e multimediale, che continua a crescere grazie al contributo di chi vorrà, come strumento a disposizione di tutti nella preparazione del cammino verso Firenze 2015 e anche oltre. Ecco cosa è "A te la parola!" L'invito, rilanciato anche da Adriano D'Aloia dalle colonne di Avvenire, è quello di andare almeno a... curiosare.
Videogiochi violenti in Italia: un fenomeno praticamente senza regole e un disegno di legge da anni fermo in Parlamento. Sulle cause di questa situazione il Sir ha raccolto l’opinione di Luca Borgomeo, presidente dell’Associazione di spettatori cattolici (Aiart), che da anni è attenta e attiva su questo tema.
Galleria videoGalleria foto
48ma giornata mondiale delle comunicazioni sociali
vai al sito anicec
Chi sono gli Animatori ANICEC
Seguici su Twitter
segnalazioni stampa CCI