Direttore: Pompili Mons. Domenico
Vice Direttore: Maffeis Don Ivan
Circonvallazione Aurelia, 50 00165 Roma
06 66398209
06 66398239
Cerca
in evidenza
  • Giovedì 26 Febbraio 2015

    Quando il social ti rende "asociale"

    Due multinazionali boicottate nel tentativo di un approccio positivo ai social e il paradosso di una nuova applicazione che permette di sapere dove sono i nostri "amici”... per evitare d'incontrarli.
    Vi proponiamo la riflessione di Rino Farda pubblicata dal Sir.
26/02/2015
Padova
La Biblioteca della Facoltà teologica del Triveneto ha un nuovo sito internet all’indirizzo http://www.bibliotecafttr.it/. Si tratta di una nuova porta d’ingresso al patrimonio librario conservato (170 mila volumi) e ai servizi offerti agli utenti.
23/02/2015
Torino
L'Arcidiocesi di Torino indice un concorso, aperto a studi e singoli professionisti della grafica, per l'elaborazione di un logo che rappresenti in sintesi la chiesa cattolica di Torino di ieri, oggi e domani. Le modalità di partecipazione al concorso sono illustrate sul sito dell'Arcidiocesi. Al vincitore l'Arcidiocesi corrisponderà un compenso di duemilacinquecento euro.
23/02/2015
Pompei
La Quaresima dei giovani di Pompei è social. Dal 18 febbraio, Mercoledì delle Ceneri, è partita, infatti, l’iniziativa “KeepLent”, promossa e organizzata dall’Ufficio di Pastorale Giovanile diocesano, guidato da don Ivan Licinio e Vittorio Tufano, che ha ideato un percorso di preparazione alla Quaresima studiato ad hoc per i giovani, attraverso uno dei social network più amati dagli adolescenti.
19/02/2015
Molfetta - Ruvo - Giovinazzo - Terlizzi
Perché non sforzarci, almeno un giorno a settimana, in questa Quaresima, a fare digiuno di smartphone? La proposta: ogni venerdì “No smartphone day”!
18/02/2015
Castellaneta
Dal mercoledì delle Ceneri e per ogni Domenica del Tempo di Quaresima, il Vescovo di Castellaneta, S.E.R. Mons. Claudio Maniago condivide una riflessione spirituale partendo dai testi biblici della liturgia. Con questa proposta la comunità diocesana di Castellaneta si fa accanto a quanti, nelle diffusissime trame della rete, si rendono disponibili all’ascolto della Parola perché l’Amore faccia sentire la sua voce anche nella loro storia (n.b.: video realizzato con uno smartphone e montato con un pc).
17/02/2015
Concordia - Pordenone
“Avrei bisogno di un attimo di pace”...Quante volte lo abbiamo detto? E cosa cerchiamo esattamente? Una bolla di tranquillità nella quale rifugiarci dal ritmo frenetico delle nostre vite, dal costante rumore di fondo presente nelle nostre esistenze. Una pausa da tutto, un momento in cui ritrovarci, in cui toccare la parte più profonda di noi stessi: una parte che abbiamo tutti, credenti e non; una parte nella quale per noi cristiani si sostanzia il rapporto con il nostro Creatore, dove è possibile sentire la Sua voce, dove è possibile gustare la Sua Parola. Con questo spirito la Diocesi di Concordia-Pordenone, abbraccia - prima tra le diocesi italiane -  il progetto UN ATTIMO DI PACE, lanciato due anni or sono dalla Diocesi di Padova.
archivio
News
Alle ore 19.15 di giovedì 26 febbraio, nella comunità paolina “Timoteo Giaccardo” di Roma, è tornato alla casa del Padre don Attilio Cecilio Monge, 86 anni di età,  68 di vita religiosa e 60 di sacerdozio. Già vice-direttore dell’Ufficio Nazionale per le comunicazioni sociali, per 25 anni è stato incaricato della regia delle messe in tv.
Meno giornali, meno liberi. È partita nei giorni scorsi una poderosa campagna istituzionale a livello nazionale. Ad essa è associata una petizione da firmare online. Numerose altre attività sono state avviate da nove sigle dell’editoria, tra cui la Fisc (cui fanno capo 190 settimanali cattolici): sono tanti i giornali a rischio chiusura, testate diocesane comprese.
Il Pontefice, incontrando i sacerdoti romani il 19 febbraio, ha sottolineato i rischi di trasformare l’altare da luogo della presenza di Cristo in palcoscenico: chi enfatizza, chi è eccessivamente rubricista, didascalico e rigido non fa entrare nel mistero. Si deve stare «nella comunità, lasciarsi interpellare dalle situazioni e dalle persone».
Con la Quaresima a Padova torna "Un attimo di pace", in questa edizione dedicato al tema del "nutrimento". Oltre a molte iniziative nuove ed originali (su tutte il "laboratorio di cucina biblica") e ad una ramificazione mediatica sempre più ampia, c'è da segnalare l'assunzione del progetto anche da parte della diocesi di Concordia - Pordenone. 
Galleria videoGalleria foto
sussidio quaresima 2015
48ma giornata mondiale delle comunicazioni sociali
vai al sito anicec
Seguici su Twitter
segnalazioni stampa CCI