Chiesa Cattolica Italiana - News e Mediacenter - News - 2014 - Gennaio - Per la scuola,
verso il 10 maggio 
Condividi su
Facebook Twitter Technorati Delicious Yahoo Bookmark Google Bookmark Microsoft Live Ok Notizie
Venerdý 10 Gennaio 2014
9-10 gennaio, i lavori della Consulta
Per la scuola,
verso il 10 maggio   versione testuale
Si riunisce da giovedì 9 a venerdì 10 gennaio a Roma, presso la Domus Mariae (via Aurelia, 481), la Consulta Nazionale dell’Ufficio Nazionale per l'educazione, la scuola e l'università. Tra i temi all’ordine del giorno: “Umanesimo ed educazione. In cammino verso il Convegno Ecclesiale di Firenze 2015”; “Umanesimo e fede: la lezione di Gaudium et spes”; l’incontro del 10 maggio con Papa Francesco. Saranno inoltre fornite informazioni e motivazioni sulle attività del percorso “La Chiesa per la scuola” nelle Regioni e nelle Diocesi.
“La Chiesa per la scuola” – spiega don Maurizio Viviani, direttore dell’Ufficio Nazionale per l’educazione, la scuola e l’università – è il titolo del percorso iniziato lo scorso anno per sensibilizzare le comunità cristiane, le istituzioni e il territorio a prendersi ancora più cura di tutto il mondo della scuola. La Chiesa italiana ha scelto di riservarle in questi anni un’attenzione del tutto speciale, spinta dal desiderio che essa migliori in salute e diventi ciò per cui è stata pensata, ovvero un ambiente educativo e un luogo di crescita globale per tutti coloro che la abitano”.
 
Il volume e un nuovo sito
La prima tappa del percorso, svoltasi lo scorso maggio ha permesso un’ampia riflessione sui temi caldi dell’istituzione scolastica, confluita nel volume La Chiesa per la scuola. Il testo costituisce un valido aiuto per promuovere incontri sulla scuola, per fare approfondimenti sulle parole-chiave con i dirigenti scolastici, gli insegnanti, le famiglie e gli studenti.
La pietra miliare del percorso La Chiesa per la scuola sarà l’evento di sabato 10 maggio 2014 in Piazza San Pietro con Papa Francesco. Il Papa incontrerà gli alunni di tutte le scuole italiane (statali, paritarie e istituti di formazione professionale), i loro genitori, gli insegnanti, i dirigenti e quanti condividono progetti e iniziative educative.
“In vista di tale evento – continua il Direttore – si stanno in questi mesi moltiplicando le proposte per favorire la partecipazione più ampia, e per far sì che questa esperienza venga vissuta come il risultato di un ricco percorso di sensibilizzazione sul valore educativo della scuola, come suggerito da Mons. Ambrosio nelle riflessioni conclusive del testo: «Sarà anche opportuno organizzare eventi sul territorio, in un’ottica di assunzione di responsabilità, di collaborazione, di testimonianza. I soggetti potranno essere, oltre che le comunità diocesane e parrocchiali, le associazioni e le federazioni, alle quali viene chiesto di riprendere, arricchire e far crescere questo insieme di idee, anche attraverso la diffusione di “buone pratiche”».
A tale scopo, è imminente l’attivazione di un sito apposito, che presenterà le buone pratiche di questi mesi e darà aggiornamenti tecnici.
 
Gli obiettivi della Consulta
Tre gli obiettivi di questo incontro della Consulta, ancora nelle parole di don Viviani.
“Il primo: fare il punto sul percorso La Chiesa per la scuola per chiarire le motivazioni di fondo del percorso, che riprenderemo con l’aiuto del prof. Roberto Presilla.
“Il secondo: favorire il dialogo e le relazioni tra di noi, chiamati a collaborare su temi e questioni che ci riguardano come cristiani e come professionisti dell’educazione, della scuola e dell’università.
“Il terzo: riflettere su Umanesimo e fede in vista del prossimo Convegno ecclesiale della Chiesa Italiana, che si terrà nel novembre del 2015 a Firenze”. In questa luce sono attesi gli interventi del prof. Stefano Quaglia, Dirigente dell’Ufficio scolastico Territoriale di Verona, e del prof. don Francesco Scanziani, docente di Antropologia teologica presso la Facoltà Teologica dell’Italia settentrionale.