HomeNotizie
Vocazioni

Un’impegnativa bellezza

Galantino

“Cosa vede chi mi incontra, cosa vede chi mi sente parlare, cosa vede chi mi osserva agire? Davvero dai miei gesti e dalle mie scelte, anche da quelle più comuni – il modo di vestire, di spendere il tempo e di impegnare il mio denaro – si percepisce la sensatezza e la bellezza di quello che dico?”.
Gli interrogativi, posti lunedì 5 gennaio da Mons. Nunzio Galantino nella celebrazione conclusiva del Convegno promosso a Roma dall’Ufficio Nazionale per la pastorale delle vocazioni, suonano come un mandato impegnativo.
Il Segretario generale ha ripercorso la pagina evangelica valorizzando le figure di Filippo e di Natanaele nel loro rispettivo coinvolgersi nell’incontro con il Cristo: la testimonianza del primo – che poteva dire “Vieni e vedi” – e la storia fatta di ricerca e di disponibilità a fidarsi, che ha contraddistinto il secondo.
Mons. Galantino, riprendendo il tema stesso della tre giorni di Convegno (È bello con te. Vocazioni e santità: toccati dalla bellezza), ha messo in guardia dal rischio di “confondere la Bellezza dalla quale dobbiamo lasciarci raggiungere e toccare con vuoti estetismi, fatti di apparenza inconcludente, di tradizioni che niente hanno a che fare con la vita vera della Chiesa e che sono portatrici solo di fisime a buon mercato; vuoti estetismi con i quali si pensa di coprire mancanza di equilibrio interiore e di ricchezza umana”.
È la stessa ricchezza di umanità – ha sottolineato – che “la Chiesa vuole aiutare a rimettere al centro e a coniugare nel prossimo Convegno ecclesiale di Firenze per il quale siamo invitati a lavorare e a pregare fin d’ora”.

In allegato, il testo integrale dell’omelia di Mons. Galantino.

05 Gennaio 2015

Agenda »

Martedì 07 Dicembre 2021
LUN 06
MAR 07
MER 08
GIO 09
VEN 10
SAB 11
DOM 12
LUN 13
MAR 14
MER 15
GIO 16
VEN 17
SAB 18
DOM 19
LUN 20
MAR 21
MER 22
GIO 23
VEN 24
SAB 25
DOM 26
LUN 27
MAR 28
MER 29
GIO 30
VEN 31
SAB 01
DOM 02
LUN 03
MAR 04
Nessun Evento