Hai cercato: Risultati da 61 a 80 di 2456.

13 aprile - Domenica delle Palme

Articolo, 17 Febbraio 2014

L’ingresso umile e glorioso Gesù si presenta nello stesso tempo umile ed esaltato dal popolo. Il vangelo dell’ingresso a Gerusalemme è una anticipazione della Pasqua eterna, che certamente allude alla gloria futura di Cristo, riconosciuto Signore da tutti i popoli, e nello stesso tempo conferma il suo abbassamento alla condizione di servo: l’entusiasmo che lo (…)

» da Ufficio liturgico nazionale

16 marzo - II Domenica

Articolo, 17 Febbraio 2014

Gesù solo Al termine del brano resta soltanto Gesù. La sua gloria di Figlio di Dio, il suo splendore di origine divina resta percepibile solamente attraverso la sua umanità. Dai Vangeli apprendiamo che solo alcuni dei Dodici hanno visto il Trasfigurato, e solo loro e pochi altri testimoni hanno visto il Risorto. Ma a tutto (…)

» da Ufficio liturgico nazionale

17 febbraio - I Domenica

Articolo, 21 Gennaio 2013

La Chiesa è una comunità che cammina tra gli uomini (prima lettura) senza fuggire le difficoltà che gli uomini incontrano (prima tentazione del Vangelo) portando aiuto (seconda tentazione) e educando ad un giusto rapporto con Dio (terza tentazione).Nella prima tentazione, il diavolo chiede a Gesù di sfuggire alle difficoltà che tutti gli uomini incontrano, usando (…)

» da Ufficio liturgico nazionale

17 marzo - V Domenica

Articolo, 31 Gennaio 2013

La Chiesa è una comunità che è certa della sua speranza: la nuova giustizia di Cristo è nel suo messaggio di salvezza universale.Il peccato di adulterio era per gli ebrei uno dei più gravi, non solo perché violava uno dei comandamenti della Torah, minando la cellula base della società, la famiglia, ma perché era equiparato all’idolatria: infatti (…)

» da Ufficio liturgico nazionale

18 maggio - V Domenica di Pasqua

Articolo, 17 Febbraio 2014

Vado a prepararvi un posto Il Risorto, esaltato dal Padre in virtù della sua Passione, ha il potere di preparare un posto “nella casa del Padre suo”. L’immagine della casa e del posto riservato è evidentemente una parabola: forse risente della particolare cultura del tempo, in cui ogni festa conteneva, potenzialmente, un invito per tutti (…)

» da Ufficio liturgico nazionale

Filtra per sito