HomeNotizieSe l'esperienza cristiana diventa realtà rarefatta

Se l'esperienza cristiana
diventa realtà rarefatta

Miglio
Mons. Arrigo Miglio, nella sua catechesi, è partito dall’analisi della situazione dei credenti oggi, molto diversa da quella delle precedenti generazioni perché si trovano sempre più spesso immersi in ambienti e culture che vivono secondo altri principi e criteri, proprio come se Dio non ci fosse. Vivere e respirare la fede all’interno di una comunità cristiana – ha fatto capire – è dono riservato ad alcuni momenti della giornata o della settimana o anche più rari, a fronte di giornate intere trascorse in mezzo a persone che non vivono la fede e spesso la deridono e combattono. È questa l’esperienza di molti giovani, nella scuola e negli altri ambienti che frequentano con i loro coetanei ed amici. Ma è questa anche l’esperienza di molti sul posto di lavoro. Anche in famiglia il clima di fede si fa sempre più rarefatto.

Tutto ciò, ha spiegato il Vescovo – va però colto anche come un’opportunità: credere diventa una sfida quotidiana, richiede un continuo approfondimento delle motivazioni, delle radici, dei fondamenti della fede; al tempo stesso si vive il continuo confronto con coloro che non hanno o non hanno più fede: non ci vuole molto per rendersi conto di quanto vuoto ci sia in certe vite, assieme a tante domande che non trovano risposta. Proprio il confronto con la povertà e le derive di una società che vive senza Dio ci aiuta a cogliere la ricchezza che la fede ci offre.
Di qui la ricchezza, evidenziata da mons. Miglio, della chiamata alla fede quale anche chiamata a capire, ad approfondire la conoscenza delle cose e del mondo. Con la fede Dio non soffoca la ragione ma la stimola e l’aiuta ad andare sempre oltre. Il Vescovo ha concluso citando Benedetto XVI, dall’enciclica Caritas In Veritate (nn. 56-57), dove il Papa parla di dialogo fecondo tra fede e ragione: la ragione ha sempre bisogno di essere purificata dalla fede e a sua volta la religione ha sempre bisogno di venire purificata dalla ragione per mostrare il suo autentico volto umana.
17 agosto 2011

Agenda »

Venerdì 18 Gennaio 2019
LUN 14
MAR 15
MER 16
GIO 17
VEN 18
SAB 19
DOM 20
LUN 21
MAR 22
MER 23
GIO 24
VEN 25
SAB 26
DOM 27
LUN 28
MAR 29
MER 30
GIO 31
VEN 01
SAB 02
DOM 03
LUN 04
MAR 05
MER 06
GIO 07
VEN 08
SAB 09
DOM 10
LUN 11
MAR 12
Ufficio Nazionale per la pastorale del tempo libero, turismo e sport Simposio "Euro Mediterraneo sul Turismo Religioso" (Assisi, 18-19 gennaio 2019)
Questo Ufficio Nazionale promuove il simposio sul Turismo religioso Euro-Mediterraneo in tre sessioni che si terranno nel corso del 2019 per riflettere, confrontarsi ed elaborare progetti operativi sul tema “Verso un’identità del Turismo religioso”.Tale metodologia di lavoro è stata pensata nell’ambito dell’Osserva-Laboratorio per il Turismo Religioso-culturale Euro-Mediterraneo (OLTREM), che nasce allo scopo di coordinare e supportare azioni nel campo del Turismo religioso.Il primo degli incontri, declinato sui concetti di Bellezza e Stupore e strutturato secondo la metodologia del simposio, si terrà ad Assisi il 18 e 19 gennaio 2019.La partecipazione è su invito personaleIn allegato il Programma con le Note logistiche per la partecipazione