HomeSanto del GiornoSant’Antonio abate

Sant’Antonio abate

A cura di Matteo Liut

Chi cerca Dio lo trova anche in quelle periferie esistenziali che appaiono aride, deserte, prive di ogni vita, perché il mondo intera vive del respiro del Creatore. È una profonda lezione di spiritualità e di umanità quella che ci consegna uno dei santi più cari alla devozione popolare cristiana: sant’Antonio abate.
Era nato attorno al 250 a Coma (l’odierna Qumans in Egitto) e a 20 anni decise di ritirarsi a vita eremitica, prima in una grotta non lontano dal suo villaggio poi sulle rive del Mar Rosso. Per 80 anni visse così, da eremita, diventando un maestro e un punto di riferimento per i suoi contemporanei. Lasciò il suo romitaggio solo due volte per aiutare i fedeli di Alessandria davanti alle minacce della persecuzione e delle eresie. Morì nel 356.
La sua storia è giunta fino a noi grazie al racconto che ne fece sant’Atanasio, suo discepolo e poi vescovo.

Altri Santi

San Giuliano Saba, eremita (IV sec.); san Marcello, vescovo (V sec.).