HomeSanto del GiornoSan Simplicio

San Simplicio

A cura di Matteo Liut

La rovina degli imperi genera sempre un’ondata di instabilità che ha conseguenze nefaste non solo nella vita politica, ma anche nel cuore e nell’animo degli uomini. Quando nel 476 cadde sotto la spinta delle popolazioni germaniche anche l’ultimo imperatore dell’Impero Romano d’Occidente a Roma fu il Successore di Pietro, papa Simplicio, a rappresentare un punto di riferimento.
Originario di Tivoli e Pontefice dal 468 al 483, san Simplicio ebbe il compito di lavorare per l’unità e la continuità nella vita della Chiesa, affrontando con determinazione due le dottrine eretiche appoggiate dai governanti di Roma e Costantinopoli: l’arianesimo e il monofisismo. Ma Simplicio si fece carico anche dei restauri di alcune chiese di Roma e s’impose perché i mosaici pagani di Sant’Andrea venissero preservati.
 

Altri Santi

Santi Caio e Alessandro, martiri (II-III sec.); san Macario di Gerusalemme, vescovo (III-IV sec.).