Notizie

19 giugno 2018

San Romualdo
HomeNotizie“Ragazzi, la fede non è un sogno!”

“Ragazzi, la fede
non è un sogno!”

sogno
“Le vicende di questi giorni ci dicono che c’è un estremo bisogno di una nuova generazione di cristiani capaci di creare una civiltà non dominata e fondata sulla finanza, sul denaro ma sull’Amore”. L’affermazione di mons. Simone Giusti, vescovo di Livorno, diventa un appello accorato ai giovani che, con attenzione, lo ascoltano. E li sprona ad impegnarsi, rassicurandoli: questi non sono “sogni”. Perché “chi ama sa creare cose nuove e stupende come un bambino o una sinfonia, un Sagrada Famiglia o una nuova economia”. Tanti uomini e donne, ad esempio, “sono già al lavoro in Europa come in Asia in America come in Africa e nuovi comprensori economici stanno sorgendo, un nuovo modo di vivere i rapporti di lavoro e l’economia sta facendosi strada”.
Essere cristiani infatti non significa essere avulsi dalla realtà: “Credere in Dio è credere nell’amore, in un amore concreto, visibile, storicamente tangibile e capace di trasformare radicalmente il mondo”. Come hanno fatto Gesù, Giovanni Paolo II, “l’inventore delle Gmg e con lui quella piccola grande donna dal nome di madre Teresa e con loro di una schiera incalcolabile di giovani e adulti, non ultima Chiara Badano o Padre Vismara”. “Sono testimoni d’amore”, ha detto mons. Giusti sottolineando che “ci manifestano la vivezza e la bellezza dell’amore”. “L’amore esiste – ha aggiunto – e noi l’abbiamo incontrato e ciò che abbiamo visto, udito l’annunciamo a voi: Dio è amore”. Ecco dunque che “vivere amando è possibile e tremendamente bello: sperimentare per credere”.
“A tutti gli inquieti, a tutti i sonnambuli che cercano nelle notti d’estate quello che non sanno trovare con la luce del sole – ha continuato – noi diciamo: è troppo bello vivere e amare”. “Per possedere la vita e l’amore – ha ricordato il Catechista – non sono necessarie né ricchezze né potere, è però necessario avere il coraggio di credere in ciò che il tuo cuore e la tua intelligenza ti dicono: l’importante è la vita, l’importante è l’amore”. E la vita, ha concluso, “è Cristo, l’Amore è Dio: trovato Cristo Gesù hai trovato entrambi e potrai dire anche tu: non sono più io che vivo ma Cristo che vive in me, non sono più io che vivo ma la Vita e l’Amore che mi abitano”.
18 agosto 2011

Agenda »

Martedì 19 Giugno 2018
LUN 18
MAR 19
MER 20
GIO 21
VEN 22
SAB 23
DOM 24
LUN 25
MAR 26
MER 27
GIO 28
VEN 29
SAB 30
DOM 01
LUN 02
MAR 03
MER 04
GIO 05
VEN 06
SAB 07
DOM 08
LUN 09
MAR 10
MER 11
GIO 12
VEN 13
SAB 14
DOM 15
LUN 16
MAR 17
Ufficio Nazionale per l‘educazione, la scuola e l‘università Convocazione Giunta del Consiglio Nazionale Scuola Cattolica
Revisione del sussidio " Uno strumento per il discernimento".Indicazioni e proposte per il lavoro futuro del Consiglio Nazionale della Scuola Cattolica