Notizie

19 giugno 2018

San Romualdo
HomeNotiziePerché i giovani siano sentinelle dell'aurora

Perché i giovani siano
sentinelle dell'aurora

marcia
 
 
“Con quale atteggiamento guardare al nuovo anno? Nel Salmo 130 troviamo una bellissima immagine. Il Salmista dice che l’uomo di fede attende il Signore « più che le sentinelle l’aurora » (v. 6), lo attende con ferma speranza, perché sa che porterà luce, misericordia, salvezza. Vi invito a guardare il 2012 con questo atteggiamento fiducioso”.
Inizia con queste parole il Messaggio del Papa per la Giornata mondiale della pace del prossimo 1° gennaio. Benedetto XVI riconosce che “nell’anno che termina è cresciuto il senso di frustrazione per la crisi che sta assillando la società, il mondo del lavoro e l’economia; una crisi le cui radici sono anzitutto culturali e antropologiche”.
Ma se “sembra quasi che una coltre di oscurità sia scesa sul nostro tempo e non permetta di vedere con chiarezza la luce del giorno” – continua il Papa – “in questa oscurità il cuore dell’uomo non cessa tuttavia di attendere l’aurora di cui parla il Salmista. Tale attesa è particolarmente viva e visibile nei giovani, ed è per questo che il mio pensiero si rivolge a loro considerando il contributo che possono e debbono offrire alla società”.
I giovani sono i protagonisti della 44ª edizione della “Marcia della Pace”, che quest’anno si svolge a Brescia sabato 31 dicembre. A promuoverla, la Commissione Episcopale per i problemi sociali e il lavoro, la giustizia e la pace, Caritas Italiana e Pax-Christi Italia.
 “La Marcia – spiega Mons. Angelo Casile, direttore dell’Ufficio Nazionale per i problemi sociali e il lavoro – è l’occasione per camminare insieme nella preghiera e nel digiuno, per offrire al Signore quanto di bene abbiamo potuto fare nell’anno trascorso e accogliere dalle Sue mani provvidenti il dono di un nuovo anno ricco di pace e di amore per ogni uomo”.
Il programma
L’appuntamento è fissato per le ore 17 del 31 dicembre nel parcheggio dell’IVECO (via Volturno, 62), dove alle 17.30 si svolgerà una preghiera ecumenica e interreligiosa presieduta da S.E. Mons. Giancarlo Bregantini, Vescovo di Campobasso – Bojano e Presidente della Commissione episcopale per i problemi sociali e il lavoro, la giustizia e la pace, sul tema “Il lavoro, la persona, la pace”.
La marcia si sposterà poi presso la Basilica dei SS. Faustino e Giovita (via San Faustino, 74), dove S.E. Mons. Giovanni Giudici, Vescovo di Pavia e Presidente di Pax Christi Italia presiederà un momento di approfondimento sul tema “Educare alla giustizia e alla pace”.
Alle ore 20.20 è previsto un momento di silenzio e la deposizione di fiori presso la Stele dei Caduti in Piazza della Loggia. Alle 21, presso le Carceri di Canton Mombello, S.E. Mons. Giuseppe Merisi, Vescovo di Lodi e Presidente di Caritas Italiana, guiderà un momento di riflessione sul tema “Povertà e solidarietà”.
Alle 22.30,  presso la Collegiata dei SS. Nazaro e Celso, sarà celebrata una S. Messa presieduta da S.E. Mons. Luciano Monari, Vescovo di Brescia, e trasmessa in diretta su Tv2000.
Alle ore 23.30, infine, presso l’Oratorio dei SS. Nazaro e Celso è previsto un momento conviviale. Tutti i partecipanti sono invitati a vivere la Marcia nel digiuno e nella preghiera e ad offrire nella S. Messa il corrispettivo della cena a favore del Vol-Ca (Volontariato Carcere). Si possono trovare informazioni ulteriori visitando il sito internet www.chiesacattolica.it/lavoro.
30 dicembre 2011

Agenda »

Martedì 19 Giugno 2018
LUN 18
MAR 19
MER 20
GIO 21
VEN 22
SAB 23
DOM 24
LUN 25
MAR 26
MER 27
GIO 28
VEN 29
SAB 30
DOM 01
LUN 02
MAR 03
MER 04
GIO 05
VEN 06
SAB 07
DOM 08
LUN 09
MAR 10
MER 11
GIO 12
VEN 13
SAB 14
DOM 15
LUN 16
MAR 17
Ufficio Nazionale per l‘educazione, la scuola e l‘università Convocazione Giunta del Consiglio Nazionale Scuola Cattolica
Revisione del sussidio " Uno strumento per il discernimento".Indicazioni e proposte per il lavoro futuro del Consiglio Nazionale della Scuola Cattolica