HomeLiturgia delle Ore
martedì 18 Febbraio 2020

Lodi mattutine

MARTEDI' - VI SETTIMANA DEL TEMPO ORDINARIO - II SETTIMANA DEL SALTERIO
Grandezza Testo A A A
V.
O Dio, vieni a salvarmi

R.
Signore, vieni presto in mio aiuto.
Gloria al Padre e al Figlio
   e allo Spirito Santo.
Come era nel principio, e ora e sempre
   nei secoli dei secoli. Amen. Alleluia.
Questa introduzione si omette quando si comincia l'Ufficio con l'Invitatorio.
INNO
Già l’ombra della notte si dilegua,
un’alba nuova sorge all’orizzonte:
con il cuore e la mente salutiamo
il Dio di gloria.
O Padre santo, fonte d’ogni bene,
effondi la rugiada del tuo amore
sulla Chiesa raccolta dal tuo Figlio
nel Santo Spirito. Amen.
1 ant.
Manda la tua verità e la tua luce:
          mi guidino al tuo monte santo.
SALMO 42 Desiderio del tempio di Dio

Io come luce sono venuto nel mondo
(Gv 12, 46).

Fammi giustizia, o Dio, †
   difendi la mia causa contro gente spietata; *
   liberami dall’uomo iniquo e fallace.
Tu sei il Dio della mia difesa; †
   perché mi respingi, *
   perché triste me ne vado, oppresso dal nemico?
Manda la tua verità e la tua luce; †
   siano esse a guidarmi, *
   mi portino al tuo monte santo e alle tue dimore.
Verrò all’altare di Dio, †
   al Dio della mia gioia, del mio giubilo. *
   A te canterò con la cetra, Dio, Dio mio.
Perché ti rattristi, anima mia, *
   perché su di me gemi?
Spera in Dio: ancora potrò lodarlo, *
   lui, salvezza del mio volto e mio Dio.
1 ant.
Manda la tua verità e la tua luce:
          mi guidino al tuo monte santo.
2 ant.
Ogni giorno della vita,
          salvaci, Signore.
CANTICO    Is 38, 10-14. 17-20
Angosce di un moribondo, gioia di un risanato
 
Io ero morto, ma ora vivo... e ho potere sopra la morte

(Ap 1, 17-18).

Io dicevo: «A metà della mia vita †
   me ne vado alle porte degli inferi; *
   sono privato del resto dei miei anni».
Dicevo: «Non vedrò più il Signore *
   sulla terra dei viventi,
non vedrò più nessuno *
   fra gli abitanti di questo mondo.
La mia tenda è stata divelta e gettata lontano, *
   come una tenda di pastori.
Come un tessitore hai arrotolato la mia vita, †
   mi recidi dall’ordito. *
   In un giorno e una notte mi conduci alla fine».
Io ho gridato fino al mattino. *
   Come un leone, così egli stritola tutte le mie ossa.
Come una rondine io pigolo, *
   gemo come una colomba.
Sono stanchi i miei occhi *
   di guardare in alto.
Tu hai preservato la mia vita
     dalla fossa della distruzione, *
   perché ti sei gettato dietro le spalle
     tutti i miei peccati.
Poiché non ti lodano gli inferi, *
   né la morte ti canta inni;
quanti scendono nella fossa *
   nella tua fedeltà non sperano.
Il vivente, il vivente ti rende grazie *
   come io faccio quest’oggi.
Il padre farà conoscere ai figli *
   la fedeltà del tuo amore.
Il Signore si è degnato di aiutarmi; †
   per questo canteremo sulle cetre
     tutti i giorni della nostra vita, *
   canteremo nel tempio del Signore.
2 ant.
Ogni giorno della vita,
          salvaci, Signore.
3 ant.
A te si deve lode, o Dio, in Sion!
SALMO 64
Gioia delle creature di Dio per la sua provvidenza

Il Dio vivente... non ha cessato di dar prova di sé
concedendovi dal cielo piogge e stagioni ricche di frutti,
fornendovi di cibo e riempiendo i vostri cuori di letizia

(cfr. At 14, 15. 17).

A te si deve lode, o Dio, in Sion; *
   
a te si sciolga il voto in Gerusalemme.
A te, che ascolti la preghiera, *
   viene ogni mortale.
Pesano su di noi le nostre colpe, *
   ma tu perdoni i nostri peccati.
Beato chi hai scelto e chiamato vicino, *
   abiterà nei tuoi atri.
Ci sazieremo dei beni della tua casa, *
   della santità del tuo tempio.
Con i prodigi della tua giustizia, †
   tu ci rispondi, o Dio, nostra salvezza, *
   speranza dei confini della terra e dei mari lontani.
Tu rendi saldi i monti con la tua forza, *
   cinto di potenza.
Tu fai tacere il fragore del mare, †
   il fragore dei suoi flutti, *
   tu plachi il tumulto dei popoli.
Gli abitanti degli estremi confini *
   stupiscono davanti ai tuoi prodigi:
di gioia fai gridare la terra, *
   le soglie dell’oriente e dell’occidente.
Tu visiti la terra e la disseti: *
   la ricolmi delle sue ricchezze.
Il fiume di Dio è gonfio di acque; *
   tu fai crescere il frumento per gli uomini.
Così prepari la terra: †
   ne irrighi i solchi, ne spiani le zolle, *
   la bagni con le piogge e benedici i suoi germogli.
Coroni l’anno con i tuoi benefici, *
   al tuo passaggio stilla l’abbondanza.
Stillano i pascoli del deserto *
   e le colline si cingono di esultanza.
​I prati si coprono di greggi, †
   di frumento si ammantano le valli; *
   tutto canta e grida di gioia.
3 ant.
A te si deve lode, o Dio, in Sion!
LETTURA BREVE  
1 Ts 5, 4-5
   Voi, fratelli, non siete nelle tenebre, così che il giorno del Signore possa sorprendervi come un ladro: voi tutti infatti siete figli della luce e figli del giorno; noi non siamo della notte, né delle tenebre.
 
RESPONSORIO BREVE
R.
Ascolta la mia voce, Signore:
*
spero sulla tua parola.
Ascolta la mia voce, Signore: spero sulla tua parola.

V.
Precedo l’aurora e grido aiuto:
spero sulla tua parola.
   Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo.
Ascolta la mia voce, Signore: spero sulla tua parola.
Ant. al Ben.
Da quelli che ci odiano
salvaci, o Signore.
CANTICO DI ZACCARIA
Lc 1, 68-79
Il Messia e il suo Precursore
Benedetto il Signore Dio d’Israele, *
   perché ha visitato e redento il suo popolo,
e ha suscitato per noi una salvezza potente *
   nella casa di Davide, suo servo,
come aveva promesso *
   per bocca dei suoi santi profeti d’un tempo:
salvezza dai nostri nemici, *
   e dalle mani di quanti ci odiano.
Così egli ha concesso misericordia ai nostri padri *
   e si è ricordato della sua santa alleanza,
del giuramento fatto ad Abramo, nostro padre, *
   di concederci, liberàti dalle mani dei nemici,
di servirlo senza timore, in santità e giustizia *
   al suo cospetto, per tutti i nostri giorni.
E tu, bambino, sarai chiamato profeta dell’Altissimo *
   perché andrai innanzi al Signore
      a preparargli le strade,
per dare al suo popolo la conoscenza della salvezza *
   nella remissione dei suoi peccati,
grazie alla bontà misericordiosa del nostro Dio, *
   per cui verrà a visitarci dall’alto un sole che sorge,
per rischiarare quelli che stanno nelle tenebre *
   e nell’ombra della morte
e dirigere i nostri passi *
   sulla via della pace.
Gloria al Padre e al Figlio *
   e allo Spirito Santo.
Come era nel principio, e ora e sempre *
   nei secoli dei secoli. Amen.
Ant. al Ben.
Da quelli che ci odiano
salvaci, o Signore.
INVOCAZIONI
Glorifichiamo il Salvatore, che con la sua
   risurrezione è divenuto luce e vita del mondo. A lui
   s’innalzi la nostra umile preghiera:
   Guidaci, Signore, nelle tue vie.
Con la lode mattutina celebriamo la tua risurrezione,
    Signore,

la speranza della tua gloria illumini la nostra
    giornata.
Benedici le nostre aspirazioni e i nostri propositi,

siano le primizie della nostra offerta.
Fa’ che oggi cresciamo nel tuo amore,

e tutto cooperi al bene nostro e di tutti.
Fa’ che la nostra luce splenda davanti agli uomini,

perché vedano le nostre opere buone e glorifichino
     il Padre che è nei cieli.
 
Padre nostro.
ORAZIONE
   O Dio, che hai mandato a noi la luce vera che guida tutti gli uomini alla salvezza, donaci la forza dello Spirito, perché possiamo preparare davanti al Figlio tuo la via della giustizia e della pace. Egli è Dio, e vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo, per tutti i secoli dei secoli.
Il Signore ci benedica, ci preservi da ogni male e ci conduca alla vita eterna.

R.
Amen.