HomeLiturgia delle Ore
mercoledì 18 Settembre 2019

Ora Media

MERCOLEDI' - XXIV SETTIMANA DEL TEMPO ORDINARIO - IV SETTIMANA DEL SALTERIO
Grandezza Testo A A A

Ora terza

V.
O Dio, vieni a salvarmi

R.
Signore, vieni presto in mio aiuto.
Gloria al Padre e al Figlio
   e allo Spirito Santo.
Come era nel principio, e ora e sempre
   nei secoli dei secoli. Amen. Alleluia.
INNO
L'ora terza risuona
nel servizio di lode:
con cuore puro e ardente
preghiamo il Dio glorioso.
Venga su noi, Signore,
il dono dello Spirito,
che in quest'ora discese
sulla Chiesa nascente.
Si rinnovi il prodigio
di quella Pentecoste
che rivelò alle genti
la luce del tuo regno.
Sia lode al Padre e al Figlio
e allo Spirito Santo,
al Dio trino e unico,
nei secoli sia gloria. Amen.
1 ant.
Io ti chiamo, Signore, salvami:
           spero sulla tua parola.
SALMO 118, 145-152    XIX (Cof)
T’invoco con tutto il cuore, Signore, rispondimi; *
   custodirò i tuoi precetti.
Io ti chiamo, salvami, *
   e seguirò i tuoi insegnamenti.
Precedo l’aurora e grido aiuto, *
   spero sulla tua parola.
I miei occhi prevengono le veglie della notte *
   per meditare sulle tue promesse.
Ascolta la mia voce, secondo la tua grazia; *
   Signore, fammi vivere secondo il tuo giudizio.
A tradimento mi assediano i miei persecutori, *
   sono lontani dalla tua legge.
Ma tu, Signore, sei vicino, *
   tutti i tuoi precetti sono veri.
Da tempo conosco le tue testimonianze *
   che hai stabilite per sempre.
1 ant.
Io ti chiamo, Signore, salvami:
           spero sulla tua parola.
2 ant.
Dio conosce i pensieri dell'uomo:
           non sono che un soffio.
SALMO 93    Dio rende giustizia ai santi
Gli iniqui non erediteranno il regno di Dio… Il Signore è
vindice di tutte queste cose… non ci ha chiamati
all’impurità, ma alla santificazione
(cfr. 1 Cor 6, 9; 1 Ts 4, 6-7).
I    (1-11)
Dio che fai giustizia, o Signore, *
   Dio che fai giustizia: mostrati!
Alzati, giudice della terra, *
   rendi la ricompensa ai superbi.
Fino a quando gli empi, Signore, *
   fino a quando gli empi trionferanno?
Sparleranno, diranno insolenze, *
   si vanteranno tutti i malfattori?
Calpestano il tuo popolo, *
   opprimono la tua eredità, Signore.
Uccidono la vedova e il forestiero, *
   danno la morte agli orfani.
Dicono: «Il Signore non vede, *
   il Dio di Giacobbe non se ne cura».
Comprendete, insensati tra il popolo, *
   stolti, quando diventerete saggi?
Chi ha formato l'orecchio, forse non sente? *
   Chi ha plasmato l'occhio, forse non guarda?
Chi regge i popoli forse non castiga, *
   lui che insegna all'uomo il sapere?
Il Signore conosce i pensieri dell'uomo: *
   non sono che un soffio.
2 ant.
Dio conosce i pensieri dell'uomo:
           non sono che un soffio.
3 ant.
Mio alto riparo, il Signore:
           il mio Dio, rocca di rifugio.
II    (12-23)
Beato l'uomo che tu istruisci, Signore, *
   e che ammaestri nella tua legge,
per dargli riposo nei giorni di sventura, *
   finché all'empio sia scavata la fossa.
Perché il Signore non respinge il suo popolo, *
   la sua eredità non la può abbandonare,
ma il giudizio si volgerà a giustizia, *
   la seguiranno tutti i retti di cuore.
Chi sorgerà per me contro i malvagi? *
   Chi starà con me contro i malfattori?
Se il Signore non fosse il mio aiuto, *
   in breve io abiterei nel regno del silenzio.
Quando dicevo: «Il mio piede vacilla», *
   la tua grazia, Signore, mi ha sostenuto.
Quand'ero oppresso dall'angoscia, *
   il tuo conforto mi ha consolato.
Può essere tuo alleato un tribunale iniquo, *
   che fa angherie contro la legge?
Si avventano contro la vita del giusto, *
   e condannano il sangue innocente.
Ma il Signore è la mia difesa, *
   roccia del mio rifugio è il mio Dio;
egli ritorcerà contro di essi la loro malizia, †
   per la loro perfidia li farà perire, *
   li farà perire il Signore, nostro Dio.
3 ant.
Mio alto riparo, il Signore:
           il mio Dio, rocca di rifugio.
LETTURA BREVE                                                                                          1 Cor 10, 24. 31
   Nessuno cerchi l'utile proprio, ma quello altrui. Sia dunque che mangiate, sia che beviate, sia che facciate qualsiasi altra cosa, fate tutto per la gloria di Dio.
V.
È giusto lodare il Signore,

R.
cantare salmi per te, o Altissimo.
ORAZIONE
    Signore, Padre santo, Dio fedele, che hai mandato lo Spirito Santo promesso dal tuo Figlio, per riunire l'umanità dispersa a causa del peccato, donaci di essere nel mondo operatori di unità e di pace. Per Cristo nostro Signore.
       Benediciamo il Signore.

       R.
Rendiamo grazie a Dio.

Ora sesta

V.
O Dio, vieni a salvarmi

R.
Signore, vieni presto in mio aiuto.
Gloria al Padre e al Figlio
   e allo Spirito Santo.
Come era nel principio, e ora e sempre
   nei secoli dei secoli. Amen. Alleluia.
INNO
L’ora sesta c’invita
alla lode di Dio:
inneggiamo al Signore
con fervore di spirito.
In quest’ora sul Golgota,
vero agnello pasquale,
Cristo paga il riscatto
per la nostra salvezza.
Dinanzi alla sua gloria
anche il sole si oscura:
risplenda la sua grazia
nell'intimo dei cuori.
Sia lode al Padre e al Figlio,
e allo Spirito Santo,
al Dio trino ed unico
nei secoli sia gloria. Amen.
1 ant.
Io ti chiamo, Signore, salvami:
           spero sulla tua parola.
SALMO 118, 145-152    XIX (Cof)
T’invoco con tutto il cuore, Signore, rispondimi; *
   custodirò i tuoi precetti.
Io ti chiamo, salvami, *
   e seguirò i tuoi insegnamenti.
Precedo l’aurora e grido aiuto, *
   spero sulla tua parola.
I miei occhi prevengono le veglie della notte *
   per meditare sulle tue promesse.
Ascolta la mia voce, secondo la tua grazia; *
   Signore, fammi vivere secondo il tuo giudizio.
A tradimento mi assediano i miei persecutori, *
   sono lontani dalla tua legge.
Ma tu, Signore, sei vicino, *
   tutti i tuoi precetti sono veri.
Da tempo conosco le tue testimonianze *
   che hai stabilite per sempre.
1 ant.
Io ti chiamo, Signore, salvami:
           spero sulla tua parola.
2 ant.
Dio conosce i pensieri dell'uomo:
           non sono che un soffio.
SALMO 93    Dio rende giustizia ai santi
Gli iniqui non erediteranno il regno di Dio… Il Signore è
vindice di tutte queste cose… non ci ha chiamati
all’impurità, ma alla santificazione
(cfr. 1 Cor 6, 9; 1 Ts 4, 6-7).
I    (1-11)
Dio che fai giustizia, o Signore, *
   Dio che fai giustizia: mostrati!
Alzati, giudice della terra, *
   rendi la ricompensa ai superbi.
Fino a quando gli empi, Signore, *
   fino a quando gli empi trionferanno?
Sparleranno, diranno insolenze, *
   si vanteranno tutti i malfattori?
Calpestano il tuo popolo, *
   opprimono la tua eredità, Signore.
Uccidono la vedova e il forestiero, *
   danno la morte agli orfani.
Dicono: «Il Signore non vede, *
   il Dio di Giacobbe non se ne cura».
Comprendete, insensati tra il popolo, *
   stolti, quando diventerete saggi?
Chi ha formato l'orecchio, forse non sente? *
   Chi ha plasmato l'occhio, forse non guarda?
Chi regge i popoli forse non castiga, *
   lui che insegna all'uomo il sapere?
Il Signore conosce i pensieri dell'uomo: *
   non sono che un soffio.
2 ant.
Dio conosce i pensieri dell'uomo:
           non sono che un soffio.
3 ant.
Mio alto riparo, il Signore:
           il mio Dio, rocca di rifugio.
II    (12-23)
Beato l'uomo che tu istruisci, Signore, *
   e che ammaestri nella tua legge,
per dargli riposo nei giorni di sventura, *
   finché all'empio sia scavata la fossa.
Perché il Signore non respinge il suo popolo, *
   la sua eredità non la può abbandonare,
ma il giudizio si volgerà a giustizia, *
   la seguiranno tutti i retti di cuore.
Chi sorgerà per me contro i malvagi? *
   Chi starà con me contro i malfattori?
Se il Signore non fosse il mio aiuto, *
   in breve io abiterei nel regno del silenzio.
Quando dicevo: «Il mio piede vacilla», *
   la tua grazia, Signore, mi ha sostenuto.
Quand'ero oppresso dall'angoscia, *
   il tuo conforto mi ha consolato.
Può essere tuo alleato un tribunale iniquo, *
   che fa angherie contro la legge?
Si avventano contro la vita del giusto, *
   e condannano il sangue innocente.
Ma il Signore è la mia difesa, *
   roccia del mio rifugio è il mio Dio;
egli ritorcerà contro di essi la loro malizia, †
   per la loro perfidia li farà perire, *
   li farà perire il Signore, nostro Dio.
3 ant.
Mio alto riparo, il Signore:
           il mio Dio, rocca di rifugio.
LETTURA BREVE                                                      
Col 3, 17
   Tutto quello che fate in parole ed opere, tutto si compia nel nome del Signore Gesù, rendendo per mezzo di lui grazie a Dio Padre.
V.
A te offro un sacrificio di grazie,

R.
e grido il tuo nome, Signore.
ORAZIONE
   O Dio grande e misericordioso, che ci doni una sosta nella fatica quotidiana, sostieni la nostra debolezza, e aiutaci a portare a termine il lavoro che abbiamo iniziato. Per Cristo nostro Signore.
       Benediciamo il Signore.

       R.
Rendiamo grazie a Dio.

Ora nona

V.
O Dio, vieni a salvarmi

R.
Signore, vieni presto in mio aiuto.
Gloria al Padre e al Figlio
   e allo Spirito Santo.
Come era nel principio, e ora e sempre
   nei secoli dei secoli. Amen. Alleluia.
INNO
L’ora nona ci chiama
al servizio divino:
adoriamo cantando
l'uno e trino Signore.
San Pietro che in quest’ora
salì al tempio a pregare,
rafforzi i nostri passi
sulla via della fede.
Uniamoci agli apostoli
nella lode perenne
e camminiamo insieme
sulle orme di Cristo.
Ascolta, Padre altissimo,
tu che regni in eterno,
con il Figlio e lo Spirito
nei secoli dei secoli. Amen.
1 ant.
Io ti chiamo, Signore, salvami:
           spero sulla tua parola.
SALMO 118, 145-152    XIX (Cof)
T’invoco con tutto il cuore, Signore, rispondimi; *
   custodirò i tuoi precetti.
Io ti chiamo, salvami, *
   e seguirò i tuoi insegnamenti.
Precedo l’aurora e grido aiuto, *
   spero sulla tua parola.
I miei occhi prevengono le veglie della notte *
   per meditare sulle tue promesse.
Ascolta la mia voce, secondo la tua grazia; *
   Signore, fammi vivere secondo il tuo giudizio.
A tradimento mi assediano i miei persecutori, *
   sono lontani dalla tua legge.
Ma tu, Signore, sei vicino, *
   tutti i tuoi precetti sono veri.
Da tempo conosco le tue testimonianze *
   che hai stabilite per sempre.
1 ant.
Io ti chiamo, Signore, salvami:
           spero sulla tua parola.
2 ant.
Dio conosce i pensieri dell'uomo:
           non sono che un soffio.
SALMO 93    Dio rende giustizia ai santi
Gli iniqui non erediteranno il regno di Dio… Il Signore è
vindice di tutte queste cose… non ci ha chiamati
all’impurità, ma alla santificazione
(cfr. 1 Cor 6, 9; 1 Ts 4, 6-7).
I    (1-11)
Dio che fai giustizia, o Signore, *
   Dio che fai giustizia: mostrati!
Alzati, giudice della terra, *
   rendi la ricompensa ai superbi.
Fino a quando gli empi, Signore, *
   fino a quando gli empi trionferanno?
Sparleranno, diranno insolenze, *
   si vanteranno tutti i malfattori?
Calpestano il tuo popolo, *
   opprimono la tua eredità, Signore.
Uccidono la vedova e il forestiero, *
   danno la morte agli orfani.
Dicono: «Il Signore non vede, *
   il Dio di Giacobbe non se ne cura».
Comprendete, insensati tra il popolo, *
   stolti, quando diventerete saggi?
Chi ha formato l'orecchio, forse non sente? *
   Chi ha plasmato l'occhio, forse non guarda?
Chi regge i popoli forse non castiga, *
   lui che insegna all'uomo il sapere?
Il Signore conosce i pensieri dell'uomo: *
   non sono che un soffio.
2 ant.
Dio conosce i pensieri dell'uomo:
           non sono che un soffio.
3 ant.
Mio alto riparo, il Signore:
           il mio Dio, rocca di rifugio.
II    (12-23)
Beato l'uomo che tu istruisci, Signore, *
   e che ammaestri nella tua legge,
per dargli riposo nei giorni di sventura, *
   finché all'empio sia scavata la fossa.
Perché il Signore non respinge il suo popolo, *
   la sua eredità non la può abbandonare,
ma il giudizio si volgerà a giustizia, *
   la seguiranno tutti i retti di cuore.
Chi sorgerà per me contro i malvagi? *
   Chi starà con me contro i malfattori?
Se il Signore non fosse il mio aiuto, *
   in breve io abiterei nel regno del silenzio.
Quando dicevo: «Il mio piede vacilla», *
   la tua grazia, Signore, mi ha sostenuto.
Quand'ero oppresso dall'angoscia, *
   il tuo conforto mi ha consolato.
Può essere tuo alleato un tribunale iniquo, *
   che fa angherie contro la legge?
Si avventano contro la vita del giusto, *
   e condannano il sangue innocente.
Ma il Signore è la mia difesa, *
   roccia del mio rifugio è il mio Dio;
egli ritorcerà contro di essi la loro malizia, †
   per la loro perfidia li farà perire, *
   li farà perire il Signore, nostro Dio.
3 ant.
Mio alto riparo, il Signore:
           il mio Dio, rocca di rifugio.
LETTURA BREVE
Col 3, 23-24
   Qualunque cosa facciate, fatela di cuore come per il Signore e non per gli uomini, sapendo che, quale ricompensa, riceverete dal Signore l'eredità. Servite a Cristo Signore.
V.
Signore, mia parte di beni e mio calice,

R.
nelle tue mani è la mia vita.
ORAZIONE
     Signore Gesù Cristo, che per la salvezza di tutti gli uomini hai steso le braccia sulla croce, accogli l'offerta delle nostre azioni e fa' che tutta la nostra vita sia segno e testimonianza della tua redenzione. Tu che vivi e regni nei secoli dei secoli.
   
       Benediciamo il Signore.

       R.
Rendiamo grazie a Dio.