HomeLiturgia delle Ore
mercoledì 11 Maggio 2022

Lodi mattutine

MERCOLEDI' - IV SETTIMANA DI PASQUA - IV SETTIMANA DEL SALTERIO
Grandezza Testo A A A
V.
O Dio, vieni a salvarmi

R.
Signore, vieni presto in mio aiuto.
Gloria al Padre e al Figlio
   e allo Spirito Santo.
Come era nel principio, e ora e sempre
   nei secoli dei secoli. Amen. Alleluia.
Questa introduzione si omette quando si comincia l'Ufficio con l'Invitatorio.
INNO
Sfolgora il sole di Pasqua,
risuona il cielo di canti,
esulta di gioia la terra.
Dagli abissi della morte
Cristo ascende vittorioso
insieme agli antichi padri.
Accanto al sepolcro vuoto
invano veglia il custode:
il Signore è risorto.
O Gesù, re immortale,
unisci alla tua vittoria
i rinati nel battesimo.
Irradia sulla tua Chiesa,
pegno d’amore e di pace,
la luce della tua Pasqua.
Sia gloria e onore a Cristo,
al Padre e al Santo Spirito
ora e nei secoli eterni. Amen.
Oppure:
Auróra lucis rútilat,
cælum resúltat láudibus,
mundus exsúltans iúbilat,
gemens inférnus úlulat,
Cum rex ille fortíssimus,
mortis confráctis víribus,
pede concúlcans tártara
solvit caténa míseros.
Ille, quem clausum lápide
miles custódit ácriter,
triúmphans pompa nóbili
victor surgit de fúnere.
Inférni iam gemítibus
solútis et dolóribus,
quia surréxit Dóminus
respléndens clamat ángelus.
Esto perénne méntibus
paschále, Iesu, gáudium,
et nos renátos grátiæ
tuis triúmphis ággrega.
Iesu, tibi sit glória,
qui morte victa prǽnites,
cum Patre et almo Spíritu,
in sempitérna sǽcula. Amen.
1 ant.
Innàlzati, Signore, sopra i cieli, alleluia.
SALMO 107    Lode a Dio e invocazione di aiuto

Poiché il Figlio di Dio fu esaltato sopra i cieli, la sua
gloria viene predicata su tutta la terra
(Arnobio).

Saldo è il mio cuore, Dio, †
   saldo è il mio cuore: *
   voglio cantare inni, anima mia.
Svegliatevi, arpa e cetra, *
   voglio svegliare l'aurora.
Ti loderò tra i popoli, Signore, *
   a te canterò inni tra le genti,
perché la tua bontà è grande fino ai cieli *
   e la tua verità fino alle nubi.
Innàlzati, Dio, sopra i cieli, *
   su tutta la terra la tua gloria.
Perché siano liberati i tuoi amici, *
   salvaci con la tua destra e ascoltaci.
Dio ha parlato nel suo santuario: †
   «Esulterò, voglio dividere Sichem *
   e misurare la valle di Succot;
mio è Gàlaad, mio Manasse, †
   Efraim è l'elmo del mio capo, *
   Giuda il mio scettro.
Moab è il catino per lavarmi, †
   sull'Idumea getterò i miei sandali, *
   sulla Filistea canterò vittoria».
Chi mi guiderà alla città fortificata, *
   chi mi condurrà fino all'Idumea?
Non forse tu, Dio, che ci hai respinti *
   e più non esci, Dio, con i nostri eserciti?
Contro il nemico portaci soccorso, *
   poiché vana è la salvezza dell'uomo.
Con Dio noi faremo cose grandi *
   ed egli annienterà chi ci opprime.
1 ant.
Innàlzati, Signore, sopra i cieli, alleluia.
2 ant.
Il Signore fa fiorire la giustizia
          e la sua lode dinanzi a tutti i popoli, alleluia.
CANTICO    Is 61, 10 - 62, 5
Giubilo del profeta per la nuova Gerusalemme
 
Vidi la città santa, la nuova Gerusalemme … pronta come
una sposa adorna per il suo sposo
(Ap 21, 2).

Io gioisco pienamente nel Signore, *
   la mia anima esulta nel mio Dio,
perché mi ha rivestito delle vesti di salvezza, *
   mi ha avvolto con il manto della giustizia,
come uno sposo che si cinge il diadema *
   e come una sposa che si adorna di gioielli.
Poiché come la terra produce la vegetazione †
   e come un giardino fa germogliare i semi, *
   così il Signore Dio farà germogliare la giustizia
      e la lode davanti a tutti i popoli.
Per amore di Sion non mi terrò in silenzio, *
   per amore di Gerusalemme non mi darò pace,
finché non sorga come stella la sua giustizia *
   e la sua salvezza non risplenda come lampada.
Allora i popoli vedranno la tua giustizia, *
   tutti i re la tua gloria;
ti si chiamerà con un nome nuovo *
    che la bocca del Signore avrà indicato.
Sarai una magnifica corona nella mano del Signore, *
   un diadema regale nella palma del tuo Dio.
Nessuno ti chiamerà più «Abbandonata», *
   né la tua terra sarà più detta «Devastata»,
ma tu sarai chiamata «Mio compiacimento» *
   e la tua terra, «Sposata»,
perché si compiacerà di te il Signore *
   e la tua terra avrà uno sposo.
Sì, come un giovane sposa una vergine, *
   così ti sposerà il tuo creatore;
come gioisce lo sposo per la sposa, *
   così per te gioirà il tuo Dio.
2 ant.
Il Signore fa fiorire la giustizia
          e la sua lode dinanzi a tutti i popoli, alleluia.
3 ant.
Regna per sempre il Signore,
          il nostro Dio nei secoli, alleluia.
SALMO 145    Beato chi spera nel Signore

Andate e riferite a Giovanni ciò che udite e vedete: i
ciechi ricuperano la vista, gli storpi camminano, i lebbrosi
sono guariti, i sordi riacquistano l’udito, i morti
risuscitano, ai poveri è predicata la buona novella
(Mt 11, 5).

Loda il Signore, anima mia: †
   loderò il Signore per tutta la mia vita, *
   finché vivo canterò inni al mio Dio.
Non confidate nei potenti, *
   in un uomo che non può salvare.
Esala lo spirito e ritorna alla terra; *
   in quel giorno svaniscono tutti i suoi disegni.
Beato chi ha per aiuto il Dio di Giacobbe, *
   chi spera nel Signore suo Dio,
creatore del cielo e della terra, *
   del mare e di quanto contiene.
Egli è fedele per sempre, †
   rende giustizia agli oppressi, *
   dà il pane agli affamati.
Il Signore libera i prigionieri, *
   il Signore ridona la vista ai ciechi,
il Signore rialza chi è caduto, *
   il Signore ama i giusti,
il Signore protegge lo straniero, †
   egli sostiene l'orfano e la vedova, *
   ma sconvolge le vie degli empi.
Il Signore regna per sempre, *
   il tuo Dio, o Sion, per ogni generazione.
3 ant.
Regna per sempre il Signore,
          il nostro Dio nei secoli, alleluia.
LETTURA BREVE
1 Cor 15, 54-57
      Quando questo corpo corruttibile si sarà vestito d’incorruttibilità e questo corpo mortale d’immortalità, si compirà la parola della Scrittura: La morte è stata ingoiata per la vittoria (Is 25, 8). Dov’è, o morte, la tua vittoria? Dov’è, o morte, il tuo pungiglione? (Os 13, 14).
     Il pungiglione della morte è il peccato e la forza del peccato è la legge. Siano rese grazie a Dio che ci dà la vittoria per mezzo del Signore nostro Gesù Cristo!
 
RESPONSORIO BREVE
R.
Dio dà la vittoria ai suoi santi,
*
alleluia, alleluia.
Dio dà la vittoria ai suoi santi, alleluia, alleluia.

V.
Per Gesù Cristo, risorto dai morti.
Alleluia, alleluia.
    Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo.
Dio dà la vittoria ai suoi santi, alleluia, alleluia.
Ant. al Ben.
Come luce sono venuto nel mondo:
chi crede in me, non rimarrà nelle tenebre, alleluia.
CANTICO DI ZACCARIA
Lc 1, 68-79
Il Messia e il suo Precursore
Benedetto il Signore Dio d’Israele, *
   perché ha visitato e redento il suo popolo,
e ha suscitato per noi una salvezza potente *
   nella casa di Davide, suo servo,
come aveva promesso *
   per bocca dei suoi santi profeti d’un tempo:
salvezza dai nostri nemici, *
   e dalle mani di quanti ci odiano.
Così egli ha concesso misericordia ai nostri padri *
   e si è ricordato della sua santa alleanza,
del giuramento fatto ad Abramo, nostro padre, *
   di concederci, liberàti dalle mani dei nemici,
di servirlo senza timore, in santità e giustizia *
   al suo cospetto, per tutti i nostri giorni.
E tu, bambino, sarai chiamato profeta dell’Altissimo *
   perché andrai innanzi al Signore
      a preparargli le strade,
per dare al suo popolo la conoscenza della salvezza *
   nella remissione dei suoi peccati,
grazie alla bontà misericordiosa del nostro Dio, *
   per cui verrà a visitarci dall’alto un sole che sorge,
per rischiarare quelli che stanno nelle tenebre *
   e nell’ombra della morte
e dirigere i nostri passi *
   sulla via della pace.
Gloria al Padre e al Figlio *
   e allo Spirito Santo.
Come era nel principio, e ora e sempre *
   nei secoli dei secoli. Amen.
Ant. al Ben.
Come luce sono venuto nel mondo:
chi crede in me, non rimarrà nelle tenebre, alleluia.
INVOCAZIONI
Il Signore Gesù, risuscitato dai morti, è apparso agli apostoli
   con i segni della sua gloria. Nel suo nome preghiamo
   Dio nostro Padre:
   Illumina il tuo popolo, Signore, con la gloria del tuo Figlio.
Padre santo, che ci hai chiamati dalle tenebre alla luce,
    accogli la nostra lode,

e donaci oggi l’esperienza del tuo amore.
Sostieni con il tuo Spirito chi si sforza di costruire un mondo
    più umano,

fa’ che la giustizia e la pace regnino su tutta la terra.
Donaci il desiderio vivo di servirti nei fratelli,

e di trasformare il mondo intero in offerta a te gradita.
Illumina con la tua presenza l’inizio di questo giorno,

fa’ che tutto il nostro tempo sia scandito dalla tua lode.
 
Padre nostro.
ORAZIONE
   O Dio, vita dei tuoi fedeli, gloria degli umili, beatitudine dei giusti, ascolta la preghiera del tuo popolo, e sazia con l’abbondanza dei tuoi doni la sete di coloro che sperano nelle tue promesse. Per il nostro Signore.
Il Signore ci benedica, ci preservi da ogni male e ci conduca alla vita eterna.

R.
Amen.