Home
mercoledì 25 Marzo 2020

Primi Vespri

ANNUNCIAZIONE DEL SIGNORE - SOLENNITA' - LITURGIA PROPRIA 
Grandezza Testo A A A
V.
O Dio, vieni a salvarmi

R.
Signore, vieni presto in mio aiuto.
Gloria al Padre e al Figlio
   e allo Spirito Santo.
Come era nel principio, e ora e sempre
   nei secoli dei secoli. Amen.
INNO

Accogli nel tuo grembo,
o Vergine Maria,
il Verbo di Dio Padre.
Su te il divino Spirito
distende la sua ombra,
o Madre del Signore.
​Porta santa del tempio,
intatta ed inviolabile,
ti apri al re della gloria.
​Predetto dai profeti,
annunziato da un angelo,
nasce Gesù salvatore.
​A te, Cristo, sia lode,
al Padre e al Santo Spirito,
nei secoli dei secoli. Amen.
​Oppure:

Verbum salútis ómnium,
Patris ab ore pródiens,
Virgo beáta, súscipe
casto, María, víscere.
Te nunc illústrat cælitus
umbra fecúndi Spíritus,
gestes ut Christum Dóminum,
æquálem Patri Fílium.
​Hæc est sacráti iánua
templi seráta iúgiter,
soli suprémo Príncipi
pandens beáta límina.
​Olim promíssus vátibus,
natus ante lucíferum,
quem Gábriel annúntiat,
terris descéndit Dóminus.
Læténtur simul ángeli,
omnes exsúltent pópuli:
excélsus venit húmilis
salváre quod períerat.
Sit, Christe, rex piíssime,
tibi Patríque glória
cum Spíritu Paráclito,
in sempitérna sæ´cula. Amen.
1 ant.
Dal ceppo di Iesse spunterà un germoglio,
          una gemma fiorirà dalle sue radici:
          su di lui si poserà lo Spirito di Dio.
SALMO 112
Lodate, servi del Signore, *
    lodate il nome del Signore.
Sia benedetto il nome del Signore, *
    ora e sempre.
Dal sorgere del sole al suo tramonto *
    sia lodato il nome del Signore.
Su tutti i popoli eccelso è il Signore, *
    più alta dei cieli è la sua gloria.
Chi è pari al Signore nostro Dio che siede nell’alto *
    e si china a guardare nei cieli e sulla terra?
Solleva l’indigente dalla polvere, *
    dall’immondizia rialza il povero,
per farlo sedere tra i principi, *
    tra i principi del suo popolo.
Fa abitare la sterile nella sua casa *
    quale madre gioiosa di figli.
1 ant.
Dal ceppo di Iesse spunterà un germoglio,
          una gemma fiorirà dalle sue radici:
          su di lui si poserà lo Spirito di Dio.
2 ant.
Il Signore gli darà il trono di Davide suo padre,
          e regnerà in eterno.
SALMO 147
 
Glorifica il Signore, Gerusalemme, *
    loda, Sion, il tuo Dio.
Perché ha rinforzato le sbarre delle tue porte, *
    in mezzo a te ha benedetto i tuoi figli.
Egli ha messo pace nei tuoi confini *
    e ti sazia con fior di frumento.
Manda sulla terra la sua parola, *
    il suo messaggio corre veloce.
Fa scendere la neve come lana, *
    come polvere sparge la brina.
Getta come briciole la grandine, *
    di fronte al suo gelo chi resiste?
Manda una sua parola ed ecco si scioglie, *
    fa soffiare il vento e scorrono le acque.
Annunzia a Giacobbe la sua parola, *
    le sue leggi e i suoi decreti a Israele.
Così non ha fatto
    con nessun altro popolo, *
non ha manifestato ad altri
    i suoi precetti.
2 ant.
Il Signore gli darà il trono di Davide suo padre,
          e regnerà in eterno.
3 ant.
Oggi il Verbo eterno,
          nato dal Padre prima dei secoli,
          ha umiliato se stesso,
          è divenuto un uomo mortale.
CANTICO   Fil 2, 6-11
Cristo Gesù, pur essendo di natura divina, *
    non considerò un tesoro geloso
       la sua uguaglianza con Dio;
ma spogliò se stesso, †
    assumendo la condizione di servo *
    e divenendo simile agli uomini;
apparso in forma umana, umiliò se stesso †
    facendosi obbediente fino alla morte *
    e alla morte di croce.
Per questo Dio l’ha esaltato *
    e gli ha dato il nome
       che è al di sopra di ogni altro nome;
perché nel nome di Gesù ogni ginocchio si pieghi †
    nei cieli, sulla terra *
    e sotto terra;
e ogni lingua proclami
       che Gesù Cristo è il Signore, *
    a gloria di Dio Padre.
3 ant.
Oggi il Verbo eterno,
          nato dal Padre prima dei secoli,
          ha umiliato se stesso,
          è divenuto un uomo mortale.
LETTURA BREVE
1 Gv 1, 1-3a
     Vi annunziamo ciò che era fin da principio, ciò che noi abbiamo udito, ciò che noi abbiamo veduto con i nostri occhi, ciò che noi abbiamo contemplato e ciò che le nostre mani hanno toccato, ossia il Verbo della vita. Poiché la vita si è fatta visibile, noi l’abbiamo veduta e di ciò rendiamo testimonianza e vi annunziamo la vita eterna, che era presso il Padre e si è resa visibile a noi. Quello che abbiamo veduto e udito, noi lo annunziamo anche a voi, perché anche voi siate in comunione con noi.
 
RESPONSORIO BREVE
​R.
Un germoglio spunterà da Iesse,
*
una stella da
Giacobbe.
Un germoglio spunterà da Iesse, una stella da Giacobbe.

V.
Dalla Vergine nascerà il Salvatore,
una stella da Giacobbe.
    Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo.
Un germoglio spunterà da Iesse, una stella da Giacobbe.
Ant. al Magn.
Lo Spirito Santo scenderà in te, Maria;
come ombra si stenderà su di te
la presenza dell’Altissimo.
CANTICO DELLA BEATA VERGINE                         Lc 1, 46-55
Esultanza dell’anima nel Signore
L’anima mia magnifica il Signore *
   e il mio spirito esulta in Dio, mio salvatore,
perché ha guardato l’umiltà della sua serva. *
   D’ora in poi tutte le generazioni
     mi chiameranno beata.
Grandi cose ha fatto in me l’Onnipotente *
   e Santo è il suo nome:
di generazione in generazione la sua misericordia *
   si stende su quelli che lo temono.
Ha spiegato la potenza del suo braccio, *
   ha disperso i superbi nei pensieri del loro cuore;
ha rovesciato i potenti dai troni, *
   ha innalzato gli umili;
ha ricolmato di beni gli affamati, *
   ha rimandato i ricchi a mani vuote.
Ha soccorso Israele, suo servo, *
   ricordandosi della sua misericordia,
come aveva promesso ai nostri padri, *
   ad Abramo e alla sua discendenza, per sempre.
Gloria al Padre e al Figlio *
   e allo Spirito Santo.
Come era nel principio, e ora e sempre *
   nei secoli dei secoli. Amen.
Ant. al Magn.
Lo Spirito Santo scenderà in te, Maria;
come ombra si stenderà su di te
la presenza dell’Altissimo.
INTERCESSIONI
Con animo fiducioso invochiamo Dio Padre che oggi
    per mezzo dell’angelo ha annunziato a Maria il
    messaggio della salvezza:
    Signore, donaci la tua grazia.
Hai eletto la Vergine Maria, perché divenisse Madre
    del tuo Figlio,

guarda con bontà a tutti coloro che attendono la
    redenzione.
Per bocca dell’angelo hai annunziato a Maria la gioia
    e la pace,

dona al mondo la gioia e la pace del tuo regno.
Per opera dello Spirito Santo e con l’assenso di Maria
    Vergine hai fatto abitare fra noi il tuo Verbo eterno,

disponici ad accogliere il Cristo come lo accolse la
    Vergine Maria.
Tu che innalzi gli umili e colmi di beni gli affamati,

aiuta i deboli, solleva gli sfiduciati, conforta i morenti.
Dio grande e misericordioso, a cui nulla è impossibile,

salvaci dal peccato e dalla morte e dona ai nostri
    defunti l’eredità eterna.
 
Padre nostro.
ORAZIONE
   O Dio, tu hai voluto che il tuo Verbo si facesse uomo nel grembo della Vergine Maria: concedi a noi, che adoriamo il mistero del nostro Redentore, vero Dio e vero uomo, di essere partecipi della sua vita immortale. Egli è Dio, e vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo, per tutti i secoli dei secoli.
Il Signore ci benedica, ci preservi da ogni male e ci conduca alla vita eterna.

R.
Amen.