HomeLiturgia delle Ore
domenica 13 maggio 2018

Primi Vespri

ASCENSIONE DEL SIGNORE - LITURGIA DELLA SOLENNITA'
Grandezza Testo A A A
V.
O Dio, vieni a salvarmi

R.
Signore, vieni presto in mio aiuto.
Gloria al Padre e al Figlio
   e allo Spirito Santo.
Come era nel principio, e ora e sempre
   nei secoli dei secoli. Amen. Alleluia.
INNO
È asceso il buon Pastore
alla destra del Padre,
veglia il piccolo gregge
con Maria nel cenacolo.
Dagli splendori eterni
scende il crisma profetico
che consacra gli apostoli
araldi del vangelo.
Vieni, o divino Spirito,
con i tuoi santi doni
e rendi i nostri cuori
tempio della tua gloria.
O luce di sapienza,
rivelaci il mistero
del Dio trino ed unico,
fonte d’eterno amore. Amen.

Oppure:
 
Iesu, nostra redémptio,
amor et desidérium,
Deus creátor ómnium,
homo in fine témporum,
Quæ te vicit cleméntia,
ut ferres nostra crímina,
crudélem mortem pátiens,
ut nos a morte tólleres;
Inférni claustra pénetrans,
tuos captívos rédimens;
victor triúmpho nóbili
ad dextram Patris résidens?
Ipsa te cogat píetas,
ut mala nostra súperes
parcendo, et voti cómpotes
nos tuo vultu sáties.
Tu esto nostrum gáudium,
qui es futúrus præmium;
sit nostra in te glória
per cuncta semper sæcula. Amen.
1 ant.
Mandato dal Padre, sono venuto nel mondo;
          ora lascio il mondo e torno al Padre, alleluia.
SALMO 112
Lodate, servi del Signore, *
    lodate il nome del Signore.
Sia benedetto il nome del Signore, *
    ora e sempre.
Dal sorgere del sole al suo tramonto *
    sia lodato il nome del Signore.
Su tutti i popoli eccelso è il Signore, *
    più alta dei cieli è la sua gloria.
Chi è pari al Signore nostro Dio che siede nell’alto *
    e si china a guardare nei cieli e sulla terra?
Solleva l’indigente dalla polvere, *
    dall’immondizia rialza il povero,
per farlo sedere tra i principi, *
    tra i principi del suo popolo.
Fa abitare la sterile nella sua casa *
    quale madre gioiosa di figli.
1 ant.
Mandato dal Padre, sono venuto nel mondo;
          ora lascio il mondo e torno al Padre, alleluia.
2 ant.
Il Signore Gesù parlò con i suoi
          per l’ultima volta,
          poi fu assunto in cielo, alla destra di Dio,
          alleluia.
SALMO 116
Lodate il Signore, popoli tutti, *
   voi tutte, nazioni, dategli gloria;
perché forte è il suo amore per noi *
   e la fedeltà del Signore dura in eterno.
2 ant.
Il Signore Gesù parlò con i suoi
          per l’ultima volta,
          poi fu assunto in cielo, alla destra di Dio,
          alleluia.
3 ant.
Nessuno è mai salito al cielo,
          se non il Figlio dell’uomo, venuto dal cielo,
          alleluia.
CANTICO   Cfr. Ap 11, 17-18; 12, 10b-12a
Noi ti rendiamo grazie,
       Signore Dio onnipotente, *
    che sei e che eri,

perché hai messo mano
       alla tua grande potenza, *
    e hai instaurato il tuo regno.

Le genti fremettero, †
    ma è giunta l’ora della tua ira, *
    il tempo di giudicare i morti,

di dare la ricompensa ai tuoi servi, †
    ai profeti e ai santi *
    e a quanti temono il tuo nome, piccoli e grandi.

Ora si è compiuta la salvezza,
       la forza e il regno del nostro Dio *
    e la potenza del suo Cristo,

poiché è stato precipitato l’Accusatore; †
    colui che accusava i nostri fratelli, *
    davanti al nostro Dio giorno e notte.

Essi lo hanno vinto per il sangue dell’Agnello †
    e la testimonianza del loro martirio, *
    perché hanno disprezzato la vita fino a morire.

Esultate, dunque, o cieli, *
    rallegratevi e gioite,
       voi che abitate in essi.
3 ant.
Nessuno è mai salito al cielo,
          se non il Figlio dell’uomo, venuto dal cielo,
          alleluia.
LETTURA BREVE
Ef 2, 4-6
     Dio, ricco di misericordia, per il grande amore con il quale ci ha amati, da morti che eravamo per i peccati, ci ha fatti rivivere con Cristo: per grazia infatti siete stati salvati. Con lui ci ha anche risuscitati e ci ha fatti sedere nei cieli, in Cristo Gesù.
 
RESPONSORIO BREVE
R.
Ascende Dio tra canti di gioia,
*
alleluia, alleluia.
Ascende Dio tra canti di gioia, alleluia, alleluia.

V.
Il Signore tra squilli di trombe.
Alleluia, alleluia.
   Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo.
Ascende Dio tra canti di gioia, alleluia, alleluia.
Ant. al Magn.
Padre, ho rivelato il tuo nome
a quelli che mi hai dato;
prego per loro, non per il mondo,
ora che vengo a te, alleluia.
CANTICO DELLA BEATA VERGINE
Lc 1, 46-55
Esultanza dell’anima nel Signore
L’anima mia magnifica il Signore *
   e il mio spirito esulta in Dio, mio salvatore,
perché ha guardato l’umiltà della sua serva. *
   D’ora in poi tutte le generazioni
     mi chiameranno beata.
Grandi cose ha fatto in me l’Onnipotente *
   e Santo è il suo nome:
di generazione in generazione la sua misericordia *
   si stende su quelli che lo temono.
Ha spiegato la potenza del suo braccio, *
   ha disperso i superbi nei pensieri del loro cuore;
ha rovesciato i potenti dai troni, *
   ha innalzato gli umili;
ha ricolmato di beni gli affamati, *
   ha rimandato i ricchi a mani vuote.
Ha soccorso Israele, suo servo, *
   ricordandosi della sua misericordia,
come aveva promesso ai nostri padri, *
   ad Abramo e alla sua discendenza, per sempre.
Gloria al Padre e al Figlio *
   e allo Spirito Santo.
Come era nel principio, e ora e sempre *
   nei secoli dei secoli. Amen.
Ant. al Magn.
Padre, ho rivelato il tuo nome
a quelli che mi hai dato;
prego per loro, non per il mondo,
ora che vengo a te, alleluia.
INTERCESSIONI
 
Acclamiamo con gioia il Cristo che siede alla
   destra del Padre:
Tu sei il re della gloria, o Cristo.
Signore, che hai portato nei cieli la nostra fragile
    umanità,

distruggi in noi la colpa antica e ridonaci la dignità
    perduta.
Sei disceso a noi per la via dell’amore,

per essa guidaci tutti dove tu sei.
Hai promesso di attirare ogni cosa a te,

non permettere che ci separiamo dalla Chiesa,
     che è tuo corpo.
 

Ci hai preceduto nella casa della gloria,

donaci di abitarvi fin d’ora col cuore.
Quando verrai per giudicare il mondo,

fa’ che insieme ai nostri fratelli defunti celebriamo
    la tua infinita misericordia. 
Padre nostro.
ORAZIONE
   Esulti di santa gioia la tua Chiesa, Signore, per il mistero che celebra in questa liturgia di lode, poiché in Cristo asceso al cielo la nostra umanità è innalzata accanto a te, e noi, membra del suo corpo, viviamo nella speranza di raggiungere il nostro capo nella gloria. Egli è Dio, e vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo, per tutti i secoli dei secoli.
Il Signore ci benedica, ci preservi da ogni male e ci conduca alla vita eterna.

R.
Amen.