HomeNotizieInterventi caritativi, “missione” in Etiopia

Interventi caritativi, “missione” in Etiopia

addis
E’ rientrata il 10 marzo dall’Etiopia la delegazione del Comitato per gli interventi caritativi a favore del Terzo Mondo guidata da Mons. Giovanni Battista Gandolfo. Un “missione” durata cinque giorni con la visita ad Addis Abeba e Shire. Ad Addis Abeba la delegazione ha incontrato S.E. Mons. Berhaneyesus Demerew Souraphiel, Arcivescovo eparca,e il nunzio apostolico, S.E. Mons. George Panikulam. Poi all’Università cattolica dell’Etiopia, la cui crescita è ancora in fase di studio, grazie a un progetto, che da tempo è all’esame del Comitato stesso. A Shire la delegazione si è recata in visita al Centro ‘Don Bosco Shire’ dove è sorto un progetto su proposta del vescovo diocesano. Grazie anche alle autorità locali, nel 2005, sono iniziati i lavori di costruzione del nuovo centro comprensivo di una scuola accademica, dalle classi elementari alle superiori e un oratorio e centro giovanile aperto ad attività ludico-ricreative dei giovani del posto. Particolarmente attiva nel seguire la fase di crescita del progetto a nome del Comitato è stata Enrichetta Michisanti Onorante che domenica 7 marzo è stata ricordata con la dedica di un bassorilievo collocato all’ingresso della sala multiuso. Ad Enrichetta, deceduta nel luglio 2008, è stato inoltre dedicato lo stesso salone e il centro salesiano in tutte le sue strutture, che comprendono la scuola elementare, l’oratorio e il centro giovanile. La cerimonia di inaugurazione è stata presieduta da S. Em.za Card. Oscar Andres Rodriguez Maradiaga, Arcivescovo di Tegucigalpa.
11 Marzo 2010

Agenda »

Sabato 29 Febbraio 2020
LUN 24
MAR 25
MER 26
GIO 27
VEN 28
SAB 29
DOM 01
LUN 02
MAR 03
MER 04
GIO 05
VEN 06
SAB 07
DOM 08
LUN 09
MAR 10
MER 11
GIO 12
VEN 13
SAB 14
DOM 15
LUN 16
MAR 17
MER 18
GIO 19
VEN 20
SAB 21
DOM 22
LUN 23
MAR 24
Centro Studi per la scuola cattolica Seminario di Studio:Come stanno cambiando i bambini
Il seminario intende analizzare l´identità dei bambini nella fascia di età copresa tra i 3 e i 10 anni, a trent´anni dalla dichiarazione dei diritti del fanciullo 1989. Si vuole offrie l´occasione per analizzare  se e come stiano cambiando le generazioni dei giovanissimi dal punto di vista cognitivo, emotivo, comunicativo, relazionale, per verificare quanto il cambiamento sia un fatto effettivamente nuovo e il segnale di una nuova epoca.