Notizie

18 giugno 2018

Santi Marco e Marcelliano
HomeNotizieIn scena salgono le grandi narrazioni

In scena salgono
le grandi narrazioni

Senza-titolo-1
 

 
“La rete di internet ha grandi vantaggi, ma manca di una dimensione di cui il teatro da sempre si fa interprete; e, infatti, tra i più antichi e potenti medium espressivi, nato per dare voce alla grandi narrazioni, interrogazioni intorno alla vita”.
Così mons. Domenico Pompili, direttore dell’Ufficio nazionale comunicazioni sociali della Cei, ha parlato alla conferenza stampa tenutasi martedì 13 settembre a Roma per presentare la II edizione del Festival “I teatri del sacro”.
Tra le caratteristiche particolarmente congeniali e motivo dell’attenzione della Chiesa italiana a questo progetto, ha ricordato, ci sono la corporeità, la concretezza, la forza simbolica e l’intersezione tra atti diversi, dalla danza alla mimica, dalla recitazione al canto.
“Questa seconda edizione nasce alla luce della positiva esperienza della prima edizione, che ha avuto una felice prosecuzione, dopo il Festival di Lucca, nelle diocesi grazie alla proposta di circuitazione degli spettacoli vincitori del bando – ha aggiunto Vittorio Sozzi, Responsabile del progetto culturale -. Con questo intento abbiamo riproposto la seconda edizione che, alla luce del grande numero di adesioni, è stata raccolta anche da realtà non strettamente legate al circuito ecclesiale”.
Sozzi ha spiegato che l’esperienza dei Teatri del Sacro è “una sintesi che abbiamo ritrovato nella comunità cristiana da sempre: proposta di qualità, visto che anche quest’anno ci sono tutte le condizioni per una proposta significativa”.
I diversi approcci testimoniano anche la pluralità dei punti di vista attorno alle domande della fede, come ha evidenziato Fabrizio Fiaschini, presidente della Federgat, che ha illustrato gli spettacoli in programma: “Pluralità di linguaggi, complessità, versatilità di esperienze; tra le linee portanti, la prima è quella dell’indagine biblica, con ad esempio trasposizioni di storie bibliche, ma anche rielaborazioni originali in cui emerge il rapporto con Dio attraverso la parola: Giobbe, Rut ma anche la vicenda di Lazzaro, l’Apocalisse, Abramo e Isacco; la figura di Maria è oggetto di approcci molto originali, dove si intreccia maternità e vita quotidiana”.
Francesco Giraldo, segretario dell’Acec, ha portato alcuni dati: 226 i gruppi teatrali che hanno risposto al bando; dopo una prima selezione, 62 spettacoli sono stati visionati; tra questi sono stati scelti i 20 vincitori e i 7 progetti speciali, cooptati grazie ad altri due festival: “DeSidera” e “Crucifixus”, di Bergamo e Brescia.
Gli spettacoli della prima edizione dei Teatri del Sacro hanno fatto registrare complessivamente più di 300 repliche. È il valore aggiunto di un’iniziativa di questo tipo, grazie soprattutto alle Sale della Comunità (quasi 1000 sale polivalenti e multimediali, sparse su tutto il territorio nazionale).
13 settembre 2011

Agenda »

Lunedì 18 Giugno 2018
LUN 18
MAR 19
MER 20
GIO 21
VEN 22
SAB 23
DOM 24
LUN 25
MAR 26
MER 27
GIO 28
VEN 29
SAB 30
DOM 01
LUN 02
MAR 03
MER 04
GIO 05
VEN 06
SAB 07
DOM 08
LUN 09
MAR 10
MER 11
GIO 12
VEN 13
SAB 14
DOM 15
LUN 16
MAR 17
Ufficio Nazionale per la pastorale del tempo libero, turismo e sport Progetto Jubimed 2025: riunione tecnica di lavoro(Roma-CEI, 18 giugno 2018, ore 10-13)
Questo ufficio nazionale convoca il secondo incontro per il Progetto Jubimed 2025 per il giorno lunedì 18 giugno 2018, dalle ore 10 alle ore 13 (seguirà il solito catering offerto per chi lo desidera).