HomeNotizieIl silenzio, grembo della parola

Il silenzio,
grembo della parola

afghanistan-012
Domenica 20 maggio, Solennità dell’Ascensione, a partire dalle ore 10.55 andrà in onda su RaiUno, dalla Basilica di S. Maria sopra Minerva in Roma, la celebrazione della Santa Messa presieduta da S.Em.za il Card. Angelo Bagnasco, Arcivescovo di Genova e Presidente della CEI, nella 46ª Giornata Mondiale delle Comunicazioni Sociali. La trasmissione della Santa Messa,  con la regia di Don Antonio Ammirati e il commento di Franca Salerno, sarà trasmessa anche da Tv2000 e sarà disponibile online nel sito www.chiesacattolica.it. Il Messaggio di Benedetto XVI e altri strumenti utili per l’animazione della Giornata, sono invece a disposizione nel sito www.chiesacattolica.it/ucs.
 
19 maggio 2012

Agenda »

Mercoledì 24 Ottobre 2018
LUN 22
MAR 23
MER 24
GIO 25
VEN 26
SAB 27
DOM 28
LUN 29
MAR 30
MER 31
GIO 01
VEN 02
SAB 03
DOM 04
LUN 05
MAR 06
MER 07
GIO 08
VEN 09
SAB 10
DOM 11
LUN 12
MAR 13
MER 14
GIO 15
VEN 16
SAB 17
DOM 18
LUN 19
MAR 20
Ufficio Nazionale per la cooperazione missionaria tra le Chiese Consiglio Missionario Nazionale
Il 24 ottobre 2018 alle ore 09.30 a Roma verrà presentato l’XIII Rapporto degli Italiani nel Mondo 2018 presso la sala congressi del “The Church Palace/Domus Mariae Palazzo Carpegna” via Aurelia 481.Il Rapporto Italiani nel Mondo giunge nel 2018 alla tredicesima edizione. Vi hanno partecipato 64 autori che, dall’Italia e dall’estero, hanno lavorato a 50 saggi articolati in cinque sezioni: Flussi e presenze; La prospettiva storica; Indagini, riflessioni ed esperienze contemporanee; Speciale Neo-mobilità giovanile italiana e paesi del mondo; Allegati socio-statistici e bibliografici.Il Rapporto Italiani nel Mondo 2018 è dedicato interamente alla neo-mobilità dei giovani e dei giovani-adulti che stanno partendo oggi dall’Italia alla volta dell’estero. Si comincia dai numeri dei flussi e delle presenze e al loro declinarsi in base alle principali fonti ufficiali e alle fondamentali disaggregazioni (genere, destinazioni, luoghi di partenza, classi di età, titolo di studio, ecc.), ma anche a seconda dei vari profili (giovani, minori, anziani, studenti, specializzandi, ricercatori, “nuovi italiani”, frontalieri).