HomeNotizieGestioni condivise, sguardo sul domani

Gestioni condivise,
sguardo sul domani

ICSC
“I nostri Istituti, proprio perché legati ad una situazione contingente e in veloce evoluzione, si interrogano sulle proprie possibilità di cambiamento avvertendo l’opportunità di rinnovarsi per meglio rispondere alle sfide in atto. Stiamo operando nell’oggi della Chiesa, ma lo sguardo non può non rivolgersi al domani ricco, certo, della provvidenza di Dio, ma anche della nostra responsabilità”.
Con queste parole mons. Giovanni Soligo, Presidente dell’Istituto Centrale per il Sostentamento del Clero, ha aperto lunedì 4 febbraio a Roma il Convegno Nazionale, al quale partecipano oltre 400 persone, in rappresentanza dei 218 Istituti Diocesani.
“La crisi in corso variamente ci interpella – ha aggiunto – e domanda una risposta condivisa”. Al riguardo, mons. Soligo ha evidenziato, oltre alla necessità di maturare “competenze adeguate” per affrontare i mercati finanziari, “l’opportunità di mantenere o meno l’assetto attuale degli Istituti: l’onere che grava sulla realtà locale domanda energie che a volte non appartengono ai piccoli Istituti alcuni dei quali sperimentano serie difficoltà. Questo ci domanda forse forme di gestione condivisa o di accorpamento, senza che venga meno l’iniziativa locale, ma anche senza che essa non sia adeguatamente verificata e sostenuta”.
Gli ha fatto eco il direttore, dott. Carlo Bini, che a sua volta ha parlato della “necessità di formazione continua” per mantenere un buon livello di competenze; l’attenzione a “confrontarsi con la realtà socio-economica”; l’esigenza di una sempre maggiore “collaborazione tra gli Istituti”, nella consapevolezza della propria appartenenza ecclesiale; la “necessità di rinnovamento”.
Nella relazione del Responsabile delle risorse umane, dott. Claudio Malizia, è quindi stata presentata una proposta sui possibili percorsi da intraprendere per lo sviluppo delle risorse umane e dell’organizzazione nel sistema del sostentamento del Clero.
Martedì 5, l’omelia e, quindi, la relazione di Mons. Crociata e del vice-presidente dell’ICSC, dott. Giorgio Franceschi.
05 febbraio 2013

Agenda »

Domenica 23 Settembre 2018
LUN 17
MAR 18
MER 19
GIO 20
VEN 21
SAB 22
DOM 23
LUN 24
MAR 25
MER 26
GIO 27
VEN 28
SAB 29
DOM 30
LUN 01
MAR 02
MER 03
GIO 04
VEN 05
SAB 06
DOM 07
LUN 08
MAR 09
MER 10
GIO 11
VEN 12
SAB 13
DOM 14
LUN 15
MAR 16
Nei giorni 21-23 settembre 2018, a Tangeri (Marocco), una delegazione di Vescovi della Commissione Episcopale per le Migrazioni (CEMi) incontrerà i rappresentanti della Conferenza Episcopale del Nord Africa (CERNA) per partecipare alla solenne liturgia inaugurale dell´Assemblea Generale, visitare la Diocesi di Tangeri e il campo profughi della città.Rappresentanti della CEMi il Presidente S.E. Mons. Guerino Di Tora, Vescovo ausiliare di Roma, S.E. Mons. Massimo Camisasca, Vescovo di Reggio Emilia-Guastalla, e S.E. Mons. Domenico Cornacchia, Vescovo di Molfetta-Ruvo-Giovinazzo-Terlizzi.Arriveranno inoltre dall´Italia il Cardinal Francesco Montenegro, Arcivescovo di Agrigento e Presidente di Caritas Italiana, S.E. Mons. Domenico Mogavero, Vescovo di Mazara del Vallo, e don Giovanni De Robertis, direttore generale Migrantes.