HomeNotizieDall'incredulità alla fiducia obbediente

Dall'incredulità
alla fiducia obbediente

preti
Il Card. Angelo Bagnasco, Arcivescovo Metropolita di Genova e Presidente della Conferenza Episcopale Italiana, presiedendo giovedì 21 aprile la Messa Crismale, ha additato la parabola percorsa dall’apostolo Pietro: di fronte all’invito di Gesù – “Prendi il largo e calate le reti” (Lc 5,4) – “compie un lungo viaggio interiore: dalla incredulità e dallo scetticismo alla fiducia e all’obbedienza che accetta il rischio della non evidenza”.
 
 
Non va dimenticato, ha aggiunto, che “la grande pesca dipende direttamente dal fatto che Pietro si è fidato di Gesù, ha agito nell’obbedienza a Dio”. A fare la differenza è “la temperatura spirituale”, il modo con il quale si fanno le cose: “Le cose di Dio restano grandi anche se le facciamo con animo tiepido – ha osservato il Cardinale -, ma il calore del nostro cuore, l’entusiasmo, le rende più evidenti e attrattive per chi le incontra: non solo sono efficaci ma lasciano trasparire la bellezza di Cristo e della Chiesa”.
 
 
21 aprile 2011

Agenda »

Martedì 23 Ottobre 2018
LUN 22
MAR 23
MER 24
GIO 25
VEN 26
SAB 27
DOM 28
LUN 29
MAR 30
MER 31
GIO 01
VEN 02
SAB 03
DOM 04
LUN 05
MAR 06
MER 07
GIO 08
VEN 09
SAB 10
DOM 11
LUN 12
MAR 13
MER 14
GIO 15
VEN 16
SAB 17
DOM 18
LUN 19
MAR 20
Ufficio Nazionale per la cooperazione missionaria tra le Chiese Consiglio Missionario Nazionale