HomeNotizie
Turismo

Bit di Milano: turismo, porta aperta alle donne

“Turismo, porta aperta alle donne” è il titolo del convegno per operatori turistici che si terrà il 22 febbraio alla Bit di Milano (Ore 10.00 – 13.00, Sala Libra, Centro congressi Stella Polare, Fiera di Milano – Rho). E’ promosso dall’Ufficio Cei per la pastorale del tempo libero, turismo e sport, dall’Arcidiocesi di Milano, dal Pontificio consiglio per i Migranti e gli Itineranti.

“Da venti anni (la prima volta fu proprio nel 1988) l’Arcidiocesi di Milano è regolarmente presente alla Borsa Internazionale del Turismo – spiegano gli organizzatori -. La propria specifica natura la porta ad offrire regolarmente un convegno che doni sempre nuovi motivi di riflessione anche in un settore così particolare. L’appuntamento tradizionale è confermato pure per l’edizione 2008. Le opportunità che promuovono la donna in ambito turistico – sia a livello nazionale sia internazionale – ma anche le costrizioni cui ella può essere sottoposta, saranno al centro della proposta che si snoderà nella mattinata. I relatori s’inoltreranno, infatti, per sentieri ecclesiologici, pastorali e solidali aggiungendo alla competenza scientifica la propria sensibilità personale. Tutte le riflessioni fondamentali della mattinata, infatti, saranno dettate da donne”.
Il convegno si aprirà con i saluti di S.E. Mons. Erminio De Scalzi, Vescovo delegato della Conferenza Episcopale Lombarda, del Dott. Adalberto Corsi, Presidente Expo Cts, di Don Mario Lusek, direttore dell’Ufficio Cei per la pastorale del tempo libero, turismo e sport.
21 Febbraio 2008

Agenda »

Martedì 18 Gennaio 2022
LUN 17
MAR 18
MER 19
GIO 20
VEN 21
SAB 22
DOM 23
LUN 24
MAR 25
MER 26
GIO 27
VEN 28
SAB 29
DOM 30
LUN 31
MAR 01
MER 02
GIO 03
VEN 04
SAB 05
DOM 06
LUN 07
MAR 08
MER 09
GIO 10
VEN 11
SAB 12
DOM 13
LUN 14
MAR 15
Ufficio Nazionale per la pastorale della salute Gruppo Progettazione
Il Gruppo Progettazione riunisce collaboratori dell´Ufficio Nazionale per la pastorale della salute per poter “pensare e progettare” la Pastorale della salute in Italia tenendo conto dell’attuale situazione del nostro Paese e delle indicazioni che ci giungono dai nostri Pastori. Il Gruppo è composto da 10 consultori “esperti” a vario titolo.