Ufficio Nazionale per i problemi giuridici della Conferenza Episcopale Italiana
 Cerca
ti trovi in:  Ufficio Nazionale per i problemi giuridici - Archivio Notizie - Il Motu Proprio "Mitis Iudex Dominus Iesus" e la riforma dei processi matrimoniali 
Condividi su
Facebook Twitter Technorati Delicious Yahoo Bookmark Google Bookmark Microsoft Live Ok Notizie
Il Motu Proprio "Mitis Iudex Dominus Iesus" e la riforma dei processi matrimoniali   versione testuale






     L'8 settembre 2015 è stato promulgato il Motu Proprio del Santo Padre "Mitis Iudex Dominus Iesus", sulla riforma del processo canonico per la cause di dichiarazione di nullità del matrimonio, la cui entrata in vigore è stata fissata per l'8 dicembre 2015. Al riguardo, si riportano i seguenti documenti:
 

  • il testo del Motu Proprio "Mitis Iudex Dominus Iesus"​.

  • risposte particolari date dal Pontificio Consiglio per i Testi Legislativi:

  • la dichiarazione relativa alla "mens" del Pontefice letta il 4 novembre 2015 dal decano della Rota romana, Mons. Pio Vito Pinto, e pubblicata sull'Osservatore Romano dell'8 novembre 2015.
  • il rescritto del Santo Padre Francesco del 7 dicembre 2015, pubblicato in data 11 dicembre 2015, sul compimento e l'osservanza della nuova legge del processo matrimoniale.
  • la lettera circolare del Segretario Generale della CEI del 17 dicembre 2015, prot. n. 853/2015.
  • la lettera del Pontificio Consiglio per i Testi Legislativi al Segretario Generale della CEI del 22 dicembre 2015, Prot. n. 15247/2015.
  • la lettera del Supremo Tribunale della Segnatura Apostolica al Segretario Generale della CEI del 22 dicembre 2015, Prot. n. 51232/15 VAR.
  • la Lettera Circolare del Supremo Tribunale della Segnatura Apostolica del 30 gennaio 2016, Prot. n. 51324/16 VAR.
  • la lettera di Papa Francesco al Segretario Generale della CEI del 01 giugno 2016.​​
  • la circolare della Segreteria Generale della CEI del 20 luglio 2016 e il comunicato stampa del 19 luglio circa gli esiti del Tavolo di lavoro voluto da Papa Francesco tenutosi mercoledì 6 luglio.