Torna alla home
Cerca
Gli Obiettivi Specifici di apprendimento dell'IRC 2003-2005   versione testuale
  • Il Card. Camillo Ruini, Presidente della Conferenza Episcopale Italiana, e la Dott.ssa Letizia Moratti, Ministro dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca (MIUR), il 13 ottobre 2005, presso la sede del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca hanno sottoscritto un’Intesa concernente gli “Obiettivi specifici di apprendimento per l’insegnamento della religione cattolica” per il sistema dei Licei e degli Istituti di istruzione e formazione del secondo ciclo.
    Questi Obiettivi specifici tengono conto del “programma di insegnamento della religione cattolica” in vigore dal 1987, la sperimentazione attivata dalla CEI negli anni 1998-2000, e gli Obiettivi specifici di apprendimento
    delle altre discipline.
    Questa Intesa, che fa seguito alle analoghe Intese sottoscritte il 28 ottobre 2003 e il 26 maggio 2004, dà attuazione a quanto contenuto nell’Accordo di revisione del Concordato lateranense del 18 febbraio 1984 e completa l’adeguamento dell’IRC ai nuovi ordinamenti scolastici concernenti il secondo ciclo.
    Obiettivi specifici di apprendimento dell’IRC nel secondo ciclo - 13 ottobre 2005

 

  • Il Card. Camillo Ruini, Presidente della Conferenza Episcopale Italiana, e la Dott.ssa Letizia Moratti, Ministro dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca (MIUR), il 26 maggio 2004, presso la sede della CEI hanno sottoscritto un’Intesa concernente gli “Obiettivi specifici di apprendimento per l’insegnamento della religione cattolica nella scuola secondaria di primo grado”. Questi Obiettivi specifici tengono conto del “programma di insegnamento della religione cattolica” in vigore dal 1987, della sperimentazione attivata dalla CEI negli anni 1998-2000, del “profilo educativo, culturale e professionale dello studente alla fine del primo ciclo di istruzione (6-14 anni)” e degli Obiettivi specifici di apprendimento delle altre discipline. Questa Intesa, che fa seguito all’analoga Intesa sottoscritta il 28 ottobre 2003, dà attuazione a quanto contenuto nell’Accordo di revisione del Concordato lateranense del 18 febbraio 1984 e completa l’adeguamento dell’IRC ai nuovi ordinamenti scolastici concernenti il primo ciclo.
    Obiettivi specifici di apprendimento dell’IRC nella scuola secondaria di primo grado - 26 maggio 2004

 

  • Il Card. Camillo Ruini, Presidente della Conferenza Episcopale Italiana, e la Dott.ssa Letizia Moratti, Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (MIUR), giovedì 23 ottobre 2003 hanno sottoscritto un’Intesa concernente gli “Obiettivi specifici di apprendimento per l’insegnamento della religione cattolica (IRC)” nella scuola dell’infanzia e nella scuola primaria.
    Questi Obiettivi specifici si collegano ai “Programmi” in vigore (rispettivamente del 1986 e del 1987), firmati a seguito della revisione del Concordato (1984) e dell’Intesa (1985; 1990). Si rendeva necessario però mettere l’IRC al passo con la riforma scolastica in atto, diventata legge il 23 marzo 2003. Con questo primo accordo si perviene alla definizione degli Obiettivi per la scuola dell’infanzia e per la scuola primaria, in attesa delle ulteriori definizioni per la scuola secondaria di primo grado e di secondo grado.
    Gli uni e gli altri Obiettivi sono stati composti tenendo in attenta considerazione l’impianto generale della riforma, gli Obiettivi specifici generali (scuola dell’infanzia) o quelli delle altre discipline (scuola primaria), ovviamente nel rispetto della specificità della disciplina della religione cattolica.
    Essi consentiranno inoltre agli insegnanti di religione di contribuire alla formulazione rispettivamente dei “Piani personalizzati delle attività educative” per i bambini e dei “Piani di studio personalizzati” per i fanciulli, per un insegnamento non a sé stante ma dentro la collaborazione interdisciplinare.
    Obiettivi specifici di apprendimento per l'IRC nella scuola dell'infanzia e nella scuola primaria - 23 ottobre 2003