Torna alla home
Cerca
 Ufficio Nazionale per l'ecumenismo e il dialogo interreligioso - Ambiti - Ecumenismo - Settimana di preghiera per l'unità dei cristiani 
Settimana di preghiera per l'unità dei cristiani   versione testuale
Settimana di preghiera per l'unità dei cristiani  25/11/2013 Settimana di preghiera per l'unità dei cristiani
18 - 25 gennaio 2014
Settimana di preghiera 2013  16/10/2012 Settimana di preghiera 2013
18-25 gennaio 2013

"Quest’anno la Settimana di preghiera per l’unità dei cristiani ci invita a riflettere sull’importantissimo e ben noto testo del profeta Michea ..."
Pubblichiamo i testi utili per la prossima Settimana di preghiera.

Settimana di preghiera 2012  02/12/2011 Settimana di preghiera 2012
18-25 gennaio 2012

La preghiera è una realtà potente nella vita di un cristiano. La preghiera è trasformante. Quando i cristiani comprendono il valore e l'efficacia della preghiera in comune per l'unità di quanti credono in Cristo, essi cominciano ad essere trasformati in ciò per cui stanno pregando. ...

Settimana di preghiera 2010  12/10/2009 Settimana di preghiera 2010
18-25 gennaio 2010

Il tema della Preghiera per l'unità dei cristiani del 2010 si collega al ricordo della Conferenza missionaria internazionale di Edimburgo che viene riconosciuta come l'inizio ufficiale del Movimento ecumenico moderno e di cui l'anno prossimo celebreremo il centenario.

Settimana di preghiera 2009  21/01/2009 Settimana di preghiera 2009
19-25 gennaio 2009

La Settimana di preghiera per l’unità dei cristiani 2009 parte da uno sforzo unitario di cristiani di varie parti del mondo. In primo luogo si tratta dei cristiani coreani che ci offrono come spunto di meditazione questo versetto tratto dalla seconda grande visione del profeta Ezechiele. I Coreani citano questa visione perché si trovano nella situazione da cui era partito Israele prima dell’esperienza dell’esilio fatto da Ezechiele e dalla sua generazione. Anche la Corea, come Israele di allora, è un paese diviso in due stati: quello del nord e quello del sud, che malgrado la divisione e una terribile guerra di oltre cinquant’anni fa, si sente un’unica nazione. Ma questa è anche la realtà della cristianità di oggi, una realtà divisa ma che ha come speranza centrale quella di “formare un solo bastone nella mano di Dio” (cf Ez 37, 17).